Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2624 - giovedì 11 dicembre 2014

Sommario
- Legge di stabilità: Caldoro e Serracchiani
- Istat: residenze socio-sanitarie, al Nord 69% posti letto
- Ddl di stabilità: dalle Regioni proposte ed emendamenti
- Umbria e Albania: accordo di cooperazione
- In legge di stabilità farmaco che cura l'epatite C
- Agricoltura: modifiche al decreto riconoscimento organizzazioni produttori

+T -T
Legge di stabilità: Caldoro e Serracchiani

Emendamenti Conferenza Regioni accolti o altrimenti parere negativo

(Regioni.it 2624 - 11/12/2014) Parere negativo se il Governo non accoglie gli emendamenti delle Regioni.  In merito alla Conferenza delle Regioni del 10 dicembre sulla legge di stabilità, il presidente della regione Campania, Stefano Caldoro, precisa: “Abbiamo depositato i nostri emendamenti in Conferenza delle Regioni, mantenendo le nostre posizioni”.
Caldoro, che è anche vicepresidente della Conferenza delle Regioni, ha quindi spiegato che con questa posizione “non chiediamo sconti in un momento in cui i sacrifici sono richiesti a tutti, ma indichiamo le condizioni minime altrimenti ci sarà un parere negativo alla legge di stabilità”.
“Abbiamo fatto la nostra proposta – ribadisce Caldoro - ora aspettiamo il Governo che si è riunito anche nella giornata di ieri”.
“Tornerò anche stasera a Roma, siamo in trattativa, vediamo cosa riusciamo a fare tenendo presenti anche i tempi del Senato che sono abbastanza veloci”.
Il presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha invece annunciato che per il 2015 anche il Friuli sarà “inserito nel riparto statale del 'patto verticale incentivato', permettendo alla Regione di avere maggiori opportunità nell' importante e delicata gestione del patto di Stabilità interno per gli Enti locali del nostro territorio”.
Serracchiani ha spiegato di aver presentato un apposito emendamento nella seduta della Conferenza delle Regioni, che è stato accolto e poi inserito tra gli emendamenti prioritari delle Regioni. Tra gli emndamenti il cui mancato accoglimento comporta l'espressione del parere negativo da parte della Conferenza delle Regioni.
Si tratta di incentivi destinati finora solo alle Regioni a statuto ordinario che, se accolti nella futura legge di Stabilità, saranno estesi anche al Friuli Venezia Giulia. Questi riguarderanno il pagamento dei debiti commerciali dei Comuni e delle Province, permettendo l'abbattimento dei crediti delle imprese e uno stimolo all'economia del territorio.

 


( Giuseppe Schifini / 11.12.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top