Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2629 - giovedì 18 dicembre 2014

Sommario
- Chiamparino scrive a Renzi: incontro urgente su ruolo Regioni
- Legge di stabilità: per Regioni, Comuni e Province fiato sospeso
- Chiamparino, Simoncini: politiche attive lavoro restino alle Regioni
- Previdenza complementare: fondo Perseo Sirio, superare svantaggi
- Regioni anticipano saldi al 3 gennaio
- "Verso Sud": interventi di Pigliaru, Lanzetta, Oliverio

+T -T
"Verso Sud": interventi di Pigliaru, Lanzetta, Oliverio

Seminario Svimez "per una strategia di sviluppo"

(Regioni.it 2629 - 18/12/2014) Al Sud serve strategia una “Euromediterranea”. Lo sostiene il presidente dello Svimez, Adriano Giannola, nel corso del seminario "Verso Sud, per una strategia di sviluppo", organizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con l’Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno.
Una strategia euromediterranea può far cambiare verso al negativo andamento dell’economia del Mezzogiorno. Giannola sostiene inoltre che non servono le macroregioni, “sarebbero inattuabili. Giusto invece il coordinamento tra Regioni, superando il regionalismo astratto e ghettizzante e realizzando una leale collaborazione”.
Il presidente della Regione Francesco Pigliaru, che ha partecipato al seminario, ha sottolineato il problema della “lontananza dai mercati centrali e una discontinuità territoriale acuita dalle difficoltà nei trasporti. In questo quadro, che già rende difficoltoso entrare in un network, considerando anche i maggiori costi di logistica, noi aggiungiamo la specificità dell'insularità con tutto ciò che ne consegue, a partire dall'assenza del metano”.
Serve il confronto e lo scambio di buone pratiche, “oltre alla qualità istituzionale c'è il problema della trasparenza dei dati, dei costi standard e della valutazione dei risultati delle politiche, così da avere la possibilità di conoscere le cose per poi deliberare a ragion veduta, sono temi su cui dobbiamo lavorare tutti”.
Bisogna, afferma ancora Pigliaru, “saper produrre e vendere in giro per il mondo qualcosa di specifico e di qualità che qualcuno compra" presentandosi uniti davanti al mercato globale.
La situazione economica nelle Regioni del sud è drammatica, evidenzia il ministro per gli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta, “tra il 2008 e il 2013 al sud sono stati persi 600 mila posti di lavoro, il Pil è sceso del 13,3%, gli investimenti del 33%” , nel contempo molti giovani emigrano: “sono medici, ingegneri, traduttori, economisti, che hanno ricevuto offerte di lavoro in altri Paesi e che sono costati al nostro Paese tremila euro a semestre solo per gli studi universitari. Lanzetta quindi aggiunge che “occorre un impegno che metta da parte i particolarismi regionali, serve un maggiore coordinamento e lo sviluppo di infrastrutture e dei trasporti: non è possibile che mentre i treni per il nord siano tanti e ad alta velocità, per raggiungere Bari da Napoli servono da 4 a 6 ore”.
Per il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, il Sud rappresenta una opportunità non solo per l’Italia ma anche per l’Europa, pertanto va compiuto uno sforzo per assumere il Mezzogiorno come risorsa per il Paese, “non si esce dalla crisi se non si riparte dal Mezzogiorno”. Bisogna andare avanti compatti, “o non si va da nessuna parte. La nuova frontiera di sivluppo del Mediterraneo, sarà il sud e l'Europa stenta a cogliere questa potenzialità”.
“Se non partiamo dalla necessità di un cambio di passo dell'Europa, non andiamo alla radice del problema. Una discussione, grazie al premier Renzi, sta iniziando ad aprirsi ma con maggiore determinazione bisogna premere in questo senso sull'Europa”, ha sottolineato Oliverio, “il Mezzogiorno può essere il new deal: il presupposto è avere una strategia euromediterranea, mentre finora il sud è stato tenuto ai margini”.

Relazione del Presidente Giannola al Convegno "Verso Sud. Per una strategia di sviluppo" (18 dicembre)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


( Giuseppe Schifini / 18.12.14 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top