Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2631 - lunedì 22 dicembre 2014

Sommario
- Macroregioni: il dibattito è aperto
- Dipendenti Province: "nodo" nel rapporto Stato-Regioni
- Emilia-Romagna: Bonaccini presenta la nuova Giunta
- Un sito per capire come utilizzano le risorse Regioni ed enti locali
- Istat: le partecipate pubbliche in Italia
- Macroregione adriatico ionica: sì Conferenza Regioni a programma Adrion

+T -T
Macroregioni: il dibattito è aperto

(Regioni.it 2631 - 22/12/2014) “Non dobbiamo commettere l'errore, emerso sulle Province, di affidarsi agli slogan o ai colpi di mano solo nell'idea di tagliare lo Stato per risparmiare. Queste riforme vanno fatte con l'obiettivo riorganizzare lo Stato, ma per farlo funzionare meglio. Come la vedo io, un'autoriforma delle Regioni mira anche a fornire servizi di qualita' ai cittadini mettendo in comune certe funzioni di governo. C'e' molto di concreto che si puo' gia' fare senza fare nuove leggi". Cosi', in un'intervista pubblicata dal quotidiano "La Repubblica", Nicola Zingaretti, governatore del Lazio. "I governatori hanno voglia di rinunciare ciascuno ai propri poteri esclusivi? Da presidente del Piemonte e della Conferenza delle Regioni - spiega - , Sergio Chiamparino ne ha gia' parlato al governo. Le circoscrizioni regionali furono definite in un'altra e'ra, quando la società era ancora molto agricola e non esisteva il mercato unico europeo. I confini regionali non corrispondono piu' necessariamente ad ambiti ottimali per il buon governo: quasi 70 anni dopo che sono stati disegnati e dopo 40 anni di funzionamento, si puo' pensare a rivedere lo stato di cose. Le Regioni - puntualizza Zingaretti - possono iniziare subito a mettere insieme alcune attività, in modo da ridurre i costi e alzare la qualita' dei servizi. Poi si potrà pensare realisticamente a ridurre il numero delle Regioni stesse per arrivare a ambiti più ampi”. Zingaretti ...

+T -T
Dipendenti Province: "nodo" nel rapporto Stato-Regioni

Garavaglia (Lombardia) replica ad un'intervista del Sottosegretario Rughetti

(Regioni.it 2631 - 22/12/2014) La questione dei dipendenti delle Province, come sottolineato sin dall’avvio dell’applicazione delle legge Delrio dalle Regioni, sta diventando uno dei nodi più difficili da sciogliere nel complesso rapporto fra lo Stato e le Regioni stesse. Lo dimostra anche l’ennesimo botta a e risposta a distanza fra il Sottosegretario alla funzione pubblica, Angelo Rughetti e Massimo Garavaglia, Assessore all’economia (coordinatore della Commissione affari finanziari per la Conferenza delle Regioni).
Secondo Rughetti siamo di fronte  ad un “equivoco” generato dal “protagonismo dei territori, alcuni dei quali non collaborano o addirittura strumentalizzano la protesta”.  In ogni caso, spiega il Sottosegretario in un’intervista al Corriere della Sera pubblicata il 22 dicembre, “il 2 gennaio ci sarà un decreto che imporrà alle Regioni di scegliere se acquisire le competenze delle ...

+T -T
Emilia-Romagna: Bonaccini presenta la nuova Giunta

Passaggio di consegne con Errani

(Regioni.it 2631 - 22/12/2014) Passaggio di consegne tra il presidente uscente, Vasco Errani, e il nuovo presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.
Si è colta infatti l’occasione dei saluti per le festività natalizie rivolti ai collaboratori regionali, non solo per gli auguri natalizi, ma anche per il passaggio di consegne, ancora virtuale in quanto deve essere ufficializzata la nomina del presidente tra qualche giorno. Nel contempo sono stati annunciati i componenti della nuova Giunta.
“Voglio dire una cosa sola con il cuore - ha dichiarato Vasco Errani rivolgendosi ai dipendenti regionali - : grazie a tutti. Sono orgoglioso di aver potuto lavorare con voi in questi anni. La Regione, noi, siamo quello che abbiamo fatto e ciò che abbiamo fatto, anche con gli errori che possiamo aver commesso, è innanzitutto un servizio alle nostre comunità. Un servizio che oggi è sotto gli occhi delle persone”.
Errani si è poi ...

Nasce “soldipubblici.gov.it”

+T -T
Un sito per capire come utilizzano le risorse Regioni ed enti locali

(Regioni.it 2631 - 22/12/2014) L’obiettivo è quello fornire maggiori informazioni e dati sulla spesa della Pubblica Amministrazione, in un’ottica di maggiore trasparenza, nasce così il sito “soldipubblici.gov.it” - http://soldipubblici.gov.it/it/home - che consente di accedere ai dati dei pagamenti delle regioni, delle aziende sanitarie regionali, delle province e dei comuni, con cadenza mensile e aggiornamento al mese precedente. L’attuale versione è solo il primo passo di un processo che si svilupperà nel 2015 attraverso una serie di tappe successive.
Soldipubblici.gov.it si basa su un motore di ricerca semantico che è in grado di associare ente a voce di pagamento, sulla base delle codifica gestionale di SIOPE, e fornire l’importo speso per il mese corrente, l’andamento della spesa annuale e a una serie di utili indicatori.
“Digitando, ad esempio, “pennarelli” - si legge sul sito del Governo ...

+T -T
Istat: le partecipate pubbliche in Italia

(Regioni.it 2631 - 22/12/2014) Le partecipate pubbliche sono 11.024 con 977.792 addetti. Lo rileva l’Istat che registra i dati nel 2012 della partecipazione pubblica in Italia in un apposito studio. Si tratta in particolare di una stima delle unità partecipate dalla Pubblica Amministrazione.
Il 25,6% delle partecipate è al 100% gestito da soggetti pubblici, il 29,1% è partecipato per una quota compresa tra il 50% e il 99,9%. Il 27,1% per una quota inferiore al 20%.
Il 68,7% delle unità (7.574) è partecipato da un solo soggetto pubblico. Gli addetti di queste unità sono 738.713, pari al 75,5% del totale.
Le imprese attive sono 7.685 e impiegano 951.249 addetti, ovvero il 97,3% degli addetti di tutte le partecipate.
Il 41,1% delle imprese è organizzato nella forma giuridica di società a responsabilità limitata ma il loro peso in termini di addetti è solo dell’8%.
In merito alle tipologie di unità ...

+T -T
Macroregione adriatico ionica: sì Conferenza Regioni a programma Adrion

(Regioni.it 2631 - 22/12/2014) E’ passato in Conferenza delle Regioni il programma "Adrion" della Macroregione adriatico ionica. Lo annuncia Gian Mario Spacca, presidente della regione Marche. Sarà infatti questa regione a presiedere il Programma europeo Adrion (Adriatic Ionian Program 2014-2020) per l'Italia.
Lo ha deciso nel corso della riunione del 18 dicembre la Conferenza delle Regioni, che ha assegnato alle Marche il compito di coordinare la gestione e l’attuazione di Adrion a livello nazionale.
“Un compito di grande responsabilità che ci onora – ha sottolineato  Spacca -. Grazie alla decisione assunta oggi dalla Conferenza delle Regioni, viene riconosciuto alle Marche il ruolo svolto in questi anni per la nascita della Macroregione adriatico ionica. Le finalita' di Adrion sono particolarmente alte e, quindi, il lavoro che ci aspetta delicato e complesso. Si tratta infatti di sostenere lo sviluppo e l'attuazione della strategia macroregionale ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top