Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2639 - martedì 13 gennaio 2015

Sommario
- Riforma Costituzione: prosegue il dibattito alla Camera
- Lavori pubblici: 693 le "opere incompiute" finora censite
- Simoncini: riforme, preoccupazione per politiche attive del lavoro
- Frane e inondazioni: Rapporto Irpi-Cnr 2014
- PAC 2014-2020: intesa su politica agricola comune UE
- Decreto "sblocca Italia": trivellazioni, anche le Marche fanno ricorso

+T -T
Riforma Costituzione: prosegue il dibattito alla Camera

Al Senato si discute la nuova legge elettorale

(Regioni.it 2639 - 13/01/2015) Si procede sulla strada delle riforme. E’ questa l’intenzione del governo e in questa direzione vanno i segnali che giungono dai lavori parlamentari. E’ lo stesso presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che terminando la Conferenza stampa sul fine mandato del semestre di presidenza UE dell’Italia, a Strasburgo, conferma ”dobbiamo scappare per finire le riforme costituzionali. In Italia ci sono stati dei voti che credo siano andati bene”. Sta proseguendo infatti alla Camera la discussione generale sul disegno di legge di riforma della Costituzione. Al vaglio circa 1300 emendamenti. Nella giornata del 12 gennaio si sono tenuti molti interventi di deputati (soprattutto di opposizione ) per cui sono stati votati - e respinti - solamente 3 emendamenti. L''assemblea ha quindi affrontato il 13 gennaio il primo voto segreto che ha riguardato parti separate dell’emendamento Sel (a firma Celeste Costantino). La prima parte che riguarda il suffragio universale diretto e l''equilibrio di genere in materia elettorale è stata votata con voto palese. La seconda, riguardante il rispetto della rappresentanza delle minoranze linguistiche nella legge elettorale, con voto a scrutinio segreto.
La Camera ha respinto la prima parte dell’emendamento che chiedeva l''elezione diretta anche del futuro Senato. La modifica è stata votata con scrutinio palese: 139 i favorevoli, 370 i contrari e 2 gli astenuti. Confermando così che il futuro Senato dell’autonomia sarà un organismo ad elezione indiretta. Anche la seconda parte dell''emendamento Sel al ddl Riforme, che chiedeva di inserire in Costituzione il rispetto della parità di genere nelle leggi elettorali è stata bocciata con scrutinio palese: 54 i favorevoli, 372 i contrari e 83 gli astenuti.
La terza parte dell''emendamento, votata a scrutinio segreto, prevedeva, come si è detto,  il rispetto della rappresentanza delle minoranze linguistiche nella legge elettorale, con voto a scrutinio segreto. In quest'ultima votazione i voti favorevoli sono stati 152, i contrari 359, due gli astenuti.
Insomma durante il primo voto segreto in aula alla Camera il patto, per il momento, tra la maggioranza e Forza Italia regge,.
Si va intanto rafforzando l’ipotesi che i 5 senatori di nomina presidenziale possano essere ripristinati, all''articolo 2 del ddl Riforme (che modifica l''articolo 57 della Costituzione sulla composizione e le funzioni del futuro Senato), con un emendamento.
Prosegue invece nell'Aula del Senato la discussione sulla riformadella legge elettorale. Il 13 gennaio, alle 20, scade il termine per la presentazione degli emendamenti per l'esame da parte dell'Assemblea di Palazzo Madama.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


( Stefano Mirabelli / 13.01.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top