Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2650 - mercoledì 28 gennaio 2015

Sommario
- Lorenzin annuncia i nuovi Lea
- Lanzetta: condizioni che rendono impossibile ingresso in giunta Calabria
- Diminuiscono ricoveri ospedalieri nei primi sei mesi 2014
- Lavoratori socialmente utili: firmate le convenzioni con 6 Regioni
- Mobilità sanitaria: D'Alfonso, verso accordo Abruzzo, Marche e Molise
- Parere sul Programma statistico 2014-16, aggiornamento 2016

Documento della Conferenza della Regioni, dell'Anci e dell'Upi del 22 gennaio

+T -T
Parere sul Programma statistico 2014-16, aggiornamento 2016

(Regioni.it 2650 - 28/01/2015) Le Regioni, l’Anci e l’Upi hanno espresso una parere favorevole sull’Aggiornamento 2016 al Programma Statistico Nazionale Triennio 2014-2016 e ai lavori in esso previsti. Il “via libera” delle Regioni e degli enti locali è stato dato nel corso della Conferenza Unificata del 22 gennaio. Nell’esprimere il loro giudizio positivo la Conferenza delle Regioni , l’Anci e l’Upi hanno consegnato al governo un documento di osservazioni (pubblicato anche sul sito www.regioni.it nella sezione “Conferenze”).
Si riporta di seguito il testo integrale di tale documento.
Punto 1) O.d.g. Conferenza Unificata
Le Regioni e Province Autonome, ANCI e UPI, esaminato l’Aggiornamento 2016 al Programma Statistico Nazionale 2014-2016, formulano le seguenti osservazioni.
L’Aggiornamento 2016 compie ulteriori progressi nell’opera di razionalizzazione del PSN mediante l’unificazione di indagini, progetti e sistemi informativi e la valorizzazione delle fonti già disponibili. Nel ringraziare i circoli di qualità per l’attività svolta, si esprime apprezzamento, in particolare, per l’inserimento di nuovi lavori basati sull’integrazione di dati di fonte amministrativa e sul ricorso a tecniche di record linkage, evidenziando il contributo fornito dagli enti territoriali mediante progetti prototipali con valenza di interesse generale, di cui si auspica una prossima estensione a livello nazionale.
In vista del prossimo ciclo di programmazione, tuttavia, si ritiene necessario avviare in ambito SISTAN una approfondita riflessione sugli ulteriori margini di miglioramento dei processi di produzione della statistica pubblica, in termini di migliore articolazione dei temi trattati nei circoli di qualità, riduzione delle sovrapposizioni ancora esistenti e rafforzamento delle sinergie tra lavori a diversa titolarità.
Al fine di favorire un’ottimizzazione dei processi di produzione della statistica ufficiale, risulta inoltre opportuno perseguire un più efficace coordinamento tra gli enti SISTAN, anche mediante la stipula di accordi che - soprattutto nelle materie a competenza regionale o concorrente - fissino le responsabilità reciproche dei soggetti coinvolti nella realizzazione delle indagini e favoriscano la condivisione delle informazioni detenute dai vari centri di competenza, delle metodologie di trattamento e validazione dei dati, nonché degli strumenti per la loro analisi e diffusione.
Sempre nell’ottica di un aumento della qualità e dell’efficienza della programmazione dell’attività statistica, si evidenzia inoltre l’esigenza di subordinare l’inserimento dei lavori nel PSN e la relativa attuazione a una verifica del rispetto sostanziale della normativa sul SISTAN, con particolare riferimento alle disposizioni sul ruolo degli uffici di statistica delle amministrazioni e sull’organizzazione dei flussi informativi.
Si auspica, infine, una valorizzazione del contributo degli enti territoriali alla statistica ufficiale, sia quando diretto al soddisfacimento dei bisogni informativi a livello nazionale sia quando diretto al soddisfacimento di quelli locali. In vista del prossimo ciclo di programmazione, si ritiene quindi opportuno avviare fin da ora un approfondimento sulle possibili modalità di attuazione delle previsioni contenute nel d.lgs. 322/89, così come modificato dal d.l. 101/2013, in merito al raccordo tra il programma statistico nazionale e i programmi statistici predisposti a livello regionale (art. 13, c. II).
A fronte di quanto sopra esposto, le Regioni e Province Autonome, ANCI e UPI esprimono parere favorevole sull’Aggiornamento 2016 al Programma Statistico Nazionale Triennio 2014-2016 e ai lavori in esso previsti.


( red / 28.01.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top