Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2654 - martedì 3 febbraio 2015

Sommario
- Mattarella: "riformare la Costituzione per rafforzare il processo democratico"
- Chiamparino: "Grazie Presidente"
- Discorso Mattarella: confermare il patto costituzionale
- Sanità: prosegue il confronto fra Stato e Regioni sui nuovi LEA
- Istat: prezzi al consumo e nuovo paniere inflazione
- Circolare ministeriale su personale province e città metropolitane

+T -T
Chiamparino: "Grazie Presidente"

Discorso che dà vigore alle istituzioni

(Regioni.it 2654 - 03/02/2015) “Grazie Presidente“, è questo il primo commento del Presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, al discorso che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha tenuto a Montecitorio (vedi notizia precedente).  
Quello del Capo dello Stato è secondo Chiamparino 2un discorso che dà vigore alle istituzioni, un discorso di riavvicinamento alla gente che ci deve vedere impegnati nei territori, nelle regioni e nei comuni, senza mai dimenticare, come ha detto il presidente Mattarella, che il volto della Repubblica è quello che si presenta nella vita di tutti i giorni: l' ospedale, il municipio, la scuola, il tribunale, il museo”.
E dopo il comunicato ufficiale il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, uscendo dal Quirinale, si è soffermato ulteriormente con i cronisti.  “Il presidente Mattarella ha affrontato tutti i temi che costituiscono l'agenda del Paese in questa fase, con quel tono di sobrietà che è ormai un tratto distintivo e un elemento qualificante della sua figura”.  In merito all'invito al leader di Fi, Silvio Berlusconi, Chiamparino ha commentato: “credo che al di là del protocollo sia un segnale di imparzialità che Mattarella nel suo discorso ha proposto all'assemblea e che mi pare sia stato applaudito”. Chiamparino ha poi negato che in questo momento ci sia un risveglio dell'orgoglio Dc e una demoralizzazione di quello di Ds: "Non direi proprio - ha risposto - veniamo da nove anni di Napolitano, che era di tradizione comunista. Queste categorie quando usciamo dal palazzo non interessano a nessuno. Che presidente sarà? Le persone hanno un ruolo e lo esercitano. A occhio - ha aggiunto il presidente del Piemonte - sarà un presidente garante della Costituzione ma attento all'innovazione necessaria, sia quella istituzionale che della democrazia”. A chi gli chiedeva se si fosse soffermato meno di quanto atteso sul tema delle riforme, Chiamparino ha detto: "Napolitano veniva in un momento di grande difficoltà ed è stato 'richiamato in servizio' in forza del fatto che c'era un Parlamento che sembrava bloccato. Ora abbiamo invece un Parlamento che sta portando a compimento il processo delle riforme. Il fatto che sia venuto da Mattarella un indirizzo di sostegno esplicito a questo processo, mi pare sia un segnale netto e significativo di quanto nella sua agenda le riforme siano importanti" ha concluso.

 

 



( sm / 03.02.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top