Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2676 - giovedì 5 marzo 2015

Sommario
- Rinviato l'incontro delle Regioni con Mattarella
- Medicina convenzionata: Montaldo, verso "riavvio del confronto"
- Renzi: macroregioni non all'ordine del giorno delle riforme costituzionali
- Chiamparino: la sanità piemontese torna credibile
- Rapporto sulla sorveglianza della mortalità materna in Italia
- Gli italiani hanno speso 2,7 mld di euro per assistenza infermieristica

+T -T
Medicina convenzionata: Montaldo, verso "riavvio del confronto"

De Filippo: prende corpo un nuovo sistema di organizzazione dell'assistenza sanitaria

(Regioni.it 2676 - 05/03/2015) Claudio Montaldo, presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità, si è confrontato ieri, 4 marzo, con le organizzazioni sindacali della medicina convenzionata.
Nel corso dell’incontro, a cui ha portato i suoi saluti anche il sottosegretario alla salute, Vito De Filippo, sono stati affrontati alcuni nodi politici per contribuire alla ripresa della trattativa per il rinnovo della convenzione nazionale dei medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta e degli specialisti ed è stato sottoscritto un documento che domani, 6 marzo, sarà portato all’attenzione del Comitato di settore Regioni-Sanità.
Il testo condiviso chiarisce meglio alcuni temi strategici fra cui il ruolo unico della medicina generale, le problematiche legate al finanziamento dei fattori produttivi, l’organizzazione delle aggregazioni funzionali territoriali (AFT), le Unità complesse per le cure primarie (UCCP), il rapporto di convenzionamento con il servizio sanitario nazionale.
“Con questa intesa – ha dichiarato Claudio Montaldo – sono stati chiariti gli aspetti di maggior rilievo e si creano le premesse per il riavvio del confronto tra le parti in sede Sisac (Struttura Interregionale Sanitari Convenzionati)  e la possibilità di portare finalmente a compimento gli accordi dei lavoratori convenzionati, dando così attuazione alla legge Balduzzi che ha creato le premesse per un profondo cambiamento del ruolo della medicina generale e delle altre professioni legate alla valorizzazione delle cure primarie. Le difficoltà finora incontrate a causa degli strettissimi margini contrattuali dovuti fondamentalmente al blocco economico, richiedono anche alla parte sindacale di misurarsi nella trattativa, superando antiche abitudini e scommettendo sulla possibilità di costruire gradualmente un ruolo nuovo dei professionisti in una sanità che cambia e privilegia la presa in carico dei pazienti nel territorio.
Le Regioni – ha concluso Montaldo - sono pienamente convinte che, anche in questo modo, con il contributo degli operatori, si possa dare attuazione al Patto per la salute”. Sull’argomento è intervenuto anche il sottosegretario di Stato alla Salute, Vito De Filippo, delegato dal ministro Beatrice Lorenzin alle relazioni sindacali.
"Il documento varato tra le Regioni, rappresentate dall'assessore alla Sanita' della Regione Liguria Claudio Montaldo e i sindacati dei medici di famiglia, dei pediatri di libera scelta e della specialistica ambulatoriale fa definitivamente prendere corpo al nuovo sistema di organizzazione dell'assistenza sanitaria voluto dal Patto della Salute, che prevede un forte riequilibrio in favore della presenza territoriale piuttosto limitando un eccessivo ricorso all'ospedalizzazione”.
"Per questa innovazione destinata a far sentire i suoi positivi riverberi sulla qualità dell'assistenza erogata ai cittadini - ha aggiunto - voglio ringraziare tutti i soggetti al tavolo che hanno mostrato di saper cogliere la sfida che le nuove esigenze di salute ci pongono. Del documento sottoscritto - spiega De Filippo - voglio evidenziare solo tre aspetti. Innanzitutto il consolidamento del modello delle Associazioni funzionali territoriali e delle Unità complesse di cure primarie in cui i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta si integreranno con medici della continuità assistenziale, specialisti convenzionati, infermieri e altri professionisti sanitari e sociali per dare vita a un sistema di assistenza piu' prossimo ai pazienti in grado di dare risposte alle esigenze di salute 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 senza impropri ricorsi al sistema dell'emergenza urgenza e agli ospedali”.



( Stefano Mirabelli / 05.03.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top