Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2680 - mercoledì 11 marzo 2015

Sommario
- Banda larga: Zingaretti, Lazio all'avanguardia
- Oliverio su disoccupazione e buon utilizzo fondi europei
- Il trasporto pubblico locale in Italia: il punto a Napoli, il 30 e 31 marzo
- Pigliaru: la Sardegna è fuori dal patto di stabilità, prima in Italia
- Crocetta: su bilancio regionale non c’è alcuno scontro con il Governo
- Ddl concorrenza cambia il mondo della farmacia

+T -T
Crocetta: su bilancio regionale non c’è alcuno scontro con il Governo

Ddl personale: appello ai sindacati per riprendere il dialogo e il confronto

(Regioni.it 2680 - 11/03/2015) Il presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta, spiega che sul bilancio provvisorio regionale non c’è alcuno scontro con il Governo.
“Da Roma – afferma Crocetta - ci arriva la notizia che il bilancio provvisorio della Regione siciliana non sarà impugnato”.
“Come avevo detto – ribadisce Crocetta - non c'era alcuno scontro col governo Renzi, si trattava solo di un equivoco che è stato superato alla luce dei chiarimenti che abbiamo fornito a Roma”.
Il presidente Crocetta infatti aveva precisato che “lo Stato, quindi non il governo, tramite la Ragioneria generale ha inoltrato una richiesta di chiarimento su alcuni aspetti tecnici relativi al bilancio di previsione, a tale richiesta la Regione ha risposto, ritengo, in modo esauriente con una nota inviata sia a alla Ragioneria dello Stato che alla presidenza del Consiglio dei Ministri. Sono fiducioso sul fatto che le nostre motivazioni – aggiunge Crocetta - possano essere accolte e confido che nei prossimi giorni possa esserci un chiarimento sulla vicenda”.
Si chiude un fronte ma sembra aprirsene un altro con i sindacati in merito al provvedimento di riordino del personale. In Sicilia infatti hanno annunciato di respingere il testo del ddl di stabilità 2015 presentato e annunciano di passare “subito alla protesta e allo sciopero. C'è la rottura di tutti i sindacati confederali e autonomi con il governo regionale sul tema del pubblico impiego”.
“Colgo con sofferenza e amarezza - afferma Crocetta - il fatto che le organizzazioni sindacali abbiano deciso di rompere la trattativa sulla nuova finanziaria". Crocetta comunque sottolinea come il governo si sia mostrato “dall'inizio completamente disponibile ad accettare suggerimenti e proposte”.
“Inspiegabilmente – spiega Crocetta - dopo che erano stati aperti alcuni varchi importanti per possibili mediazioni, oggi è prevalsa l'idea di respingere in toto le misure che riguardano i lavoratori, ritenendo che tutto questo vada rinviato a un disegno precedente". Quindi Crocetta lancia un appello ai sindacati “per riprendere il dialogo e il confronto interrotti, per salvare la Sicilia e scrivere una nuova pagina della sua storia”.
“Abbiamo una partita estremamente importante di fronte a noi, - afferma Crocetta - quella di salvare la Sicilia, e questa partita si gioca tutti insieme, governo, parlamento e sindacati. Nessuno si può tirare indietro perché non è in gioco il destino di una categoria, ma della Sicilia”.

 


( Giuseppe Schifini / 11.03.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top