Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2680 - mercoledì 11 marzo 2015

Sommario
- Banda larga: Zingaretti, Lazio all'avanguardia
- Oliverio su disoccupazione e buon utilizzo fondi europei
- Il trasporto pubblico locale in Italia: il punto a Napoli, il 30 e 31 marzo
- Pigliaru: la Sardegna è fuori dal patto di stabilità, prima in Italia
- Crocetta: su bilancio regionale non c’è alcuno scontro con il Governo
- Ddl concorrenza cambia il mondo della farmacia

+T -T
Pigliaru: la Sardegna è fuori dal patto di stabilità, prima in Italia

Utilizzare le riserve erariali per abbattere il proprio debito pubblico

(Regioni.it 2680 - 11/03/2015) La Sardegna ha ritirato i ricorsi contro Governo sul patto di stabilità interno.
La Giunta ha infatti deciso di ritirare i sei ricorsi - tre del 2012, due del 2013 e uno del 2014 - ancora pendenti con il Governo di fronte alla Corte Costituzionale in materia di riserve erariali, accantonamenti e patto di stabilità.
Ma il ritiro dei ricorsi non riguarda invece la Vertenza Entrate, dove sono già stati ottenuti importanti risultati (pieno riconoscimento del diritto della Sardegna alla compartecipazione in base all'articolo 8 dello Statuto e anticipazione di 300 milioni degli arretrati) ma che al momento resta ancora aperto.  
La regione pertanto spiega che “la Sardegna è fuori dal patto di stabilità, prima in Italia, col grande vantaggio di poter spendere tutto ciò che incassa, potrà così pagare tutti i debiti accumulati negli anni precedenti (residui passivi) e ha ottenuto - unica regione - di poter utilizzare le riserve erariali per abbattere il proprio debito pubblico e non quello nazionale”.
Quindi si sottolinea che i vantaggi sono documentati, e “come previsto dall'accordo firmato a luglio con il governo centrale e come già hanno fatto le altre Regioni a statuto speciale (Alto Adige, Trentino, Friuli)”, la Sardegna “ha ritirato i ricorsi ancora pendenti con il Governo di fronte alla Corte Costituzionale”.
Il presidente Francesco Pigliaru ha spiegato come “il Governo sinora ha mantenuto gli impegni presi con noi a luglio e noi oggi manteniamo i nostri, chiudendo il contenzioso che riguarda le materie oggetto di quell’accordo", dice. "Tutto il nostro impegno, ora, va sulla Vertenza Entrate. Sono due i fronti su cui stiamo lavorando: un costante confronto con lo Stato per la definizione delle norme di attuazione che portino al pieno riconoscimento e alla quantificazione delle nostre entrate e la predisposizione di un disegno di legge sull'Agenzia regionale delle Entrate. La Vertenza Entrate è una partita aperta – ribadisce Pigliaru – ma gli importanti risultati che abbiamo ottenuto sino a questo momento ci fanno essere ottimisti”.
Le tasse aggiuntive pagate dai sardi per abbattere il debito pubblico rimarranno in Sardegna e saranno usate solo ed esclusivamente per ridurre il debito pubblico dei sardi: si tratta di 200 milioni all'anno per 4 anni. “Con il comma 5 dell'articolo 38 del ddl Stabilità, il Governo lo scorso dicembre ha riconosciuto alla Sardegna il diritto a trattenere nell'Isola il ricavato delle cosiddette tasse di scopo”.

 

[Sardegna] FINANZA PUBBLICA, IL GOVERNO MANTIENE I PATTI E LA GIUNTA RITIRA I



( Giuseppe Schifini / 11.03.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top