Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2683 - lunedì 16 marzo 2015

Sommario
- Fondi UE: Relazione 2014 Corte dei conti europea
- Province: monitoraggio sul lavoro delle Regioni per il riordino
- Programmi operativi regionali 2007-13 in G.U. per riduzione quota nazionale
- Zingaretti: Giubileo straordinario, Pontefice ha iniziato opera rivoluzionaria
- Aumenta debito pubblico: dati di Banca d'Italia e Cgia di Mestre
- Consiglio dei ministri del 12 marzo ha esaminato alcune leggi delle Regioni

+T -T
Aumenta debito pubblico: dati di Banca d'Italia e Cgia di Mestre

Istat su consumi e deflazione

(Regioni.it 2683 - 16/03/2015) Nonostante la “spending review”, quindi nonostante i ripetuti tagli alla spesa pubblica, questa risulta sempre in aumento.
La Banca d’Italia rileva, infatti, che il debito pubblico all’inizio dell’anno è ancora in crescita e siamo sempre a livelli record.
Il debito pubblico del nostro Paese a gennaio è infatti aumentato di 31 miliardi, salendo a 2.165,9 miliardi. Manca così poco per raggiungere il tetto storico del debito di 2.167,7 miliardi registrato a luglio del 2014.
Nel Supplemento "Finanza pubblica, fabbisogno e debito", la Banca d’Italia evidenzia inoltre che sono aumentate le entrate tributarie e sono pari a 31,3 miliardi, in lieve aumento rispetto allo stesso mese del 2014, quando erano ammontate a 31 miliardi.
L'incremento è dovuto all'aumento di 36,3 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro, pari a fine gennaio a 82,6 miliardi (contro 46,3 a dicembre del 2014), solo in parte compensato dall'avanzo di cassa delle Amministrazioni pubbliche (4,6 miliardi) e dall'effetto complessivo dell'emissione di titoli.
Mentre l’Istat comunica che a febbraio la deflazione si riduce a -0,1% (era -0,6% a gennaio). L'Istat quindi nei dati definitivi migliora così la precedente stima di una flessione dello 0,2%. Rispetto al mese precedente l'indice dei prezzi aumenta dello 0,4%.
Il carrello della spesa torna a salire a febbraio e i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,6% su base mensile e dello 0,7% su base annua.
Negli ultimi 4 anni in Italia la spesa corrente, al netto degli interessi sul debito pubblico, è aumentata di 27,4mld di euro. L'anno scorso la spesa pubblica ha raggiunto i 692,4 miliardi di euro. Nello studio della Cgia di Mestre si rileva che nel contempo in rapporto al Pil le uscite correnti sono in aumento: se all'inizio di questo decennio l'incidenza era pari al 41,4%, l'anno scorso la stessa ha toccato il 42,8%.

 



 

 



( Giuseppe Schifini / 16.03.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top