Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2687 - venerdì 20 marzo 2015

Sommario
- Convocata il 25 marzo la Conferenza delle Regioni
- Conferenza Stato-Regioni per mercoledì 25 marzo
- Rapporto sulla legislazione tra Stato, Regioni e Unione Europea
- Quagliariello rifiuta ministero Affari regionali
- Svolgimento contemporaneo elezioni regionali ed amministrative 2015
- Boldrini:"autonomia speciale non è in discussione"

+T -T
Quagliariello rifiuta ministero Affari regionali

Zaia, Caldoro e Rossi su dimissioni ministro Lupi

(Regioni.it 2687 - 20/03/2015) “Ministro agli Affari Regionali al posto della Lanzetta? No. Se volete la risposta è no". Così Gaetano Quagliarello, coordinatore del Nuovo Centrodestra, che aggiunge: “Noi siamo in un Governo per cercare di scrivere le regole comuni del terzo tempo della Repubblica e poi attivare un meccanismo di nuovo bipolare, e non che ci sia un partito unico della nazione. Sto lavorando perché questo possa essere”.
Quagliariello quindi avverte che il partito “non accetterà penalizzazioni rispetto a quanto abbiamo perduto”. Il riferimento è alle dimissioni del ministro Lupi, che Quagliariello commenta in questo modo: “dignità, umanità, onestà, buon governo, bene comune. Grande Maurizio Lupi, lezione a sciacalli e sepolcri imbiancati”.  
Il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, coinvolto nell'inchiesta sulle tangenti per le 'grandi opere', dopo averle preannunciate il 19 marzo in Tv nella trasmissione “Porta a porta” di Bruno Vespa, ha confermato le dimissioni nel corso dell’informativa in aula alla Camera. Lupi, spiegando però che Renzi non ha mai chiesto le sue dimissioni. “mi ha sempre detto che era una mia scelta personale di opportunità politica”. Lo stesso presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha parlato di “scelta saggia, per sè, per Ncd, per il governo”.
Sempre in merito alle dimissioni del ministro Lupi, è intervenuto anche il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, che afferma: “se io fossi stato al suo posto avrei preso la decisione di dimettermi, penso abbia fatto bene. E' quello che ogni amministratore deve fare di fronte ad una polemica di questo tipo. Ora avra' modo di spiegare le diverse posizioni e di parlare di questa vicenda che noi oggi conosciamo solo dai giornali. Ben vengano le dimissioni, ero stato uno dei primi a chiederle”.
Per il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, si tratta di una scelta personale e politica, che “resta nell'ambito delle scelte personali e politiche che non riguardano ambiti giudiziari”. Caldoro spiega di “non sapere cosa è successo nel Governo, non entro nel merito. Capisco che in alcuni casi la situazione diventi difficile, Lupi ha parlato di un aspetto molto legato alla sua scelta personale visto il coinvolgimento della propria famiglia. In questo caso la situazione diventa particolarmente difficile proprio perché ci sono coinvolgimenti emotivi”.
“Se ha scelto di dare le dimissioni, bene così”, ha dichiarato Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, parlando delle dimissioni del ministro Maurizio Lupi. Comunque Rossi sostiene che “ci sia un problema alla base, una serie di grandi opere affidate a trattativa privata”, per cui “mi pare questo il punto che sarebbe bene discutere, oltre agli abiti di fattura sartoriale”.
Secondo Rossi è bene “che anche nel dibattito di oggi si discuta di questi aspetti. Ho penato l'inferno per trovare finanziamenti per la Toscana: nel vedere che decine di miliardi si danno a trattativa privata senza una regolare gara, senza una competizione sui costi, mi domando dove sta il mercato in questo Paese. Senza voler offendere nessuno, è evidente che c'è il rischio che ci sia un falso mercato con dei parassiti di Stato. Qui è bene far valere i principi della competizione sulla base dei progetti”.



( Giuseppe Schifini / 20.03.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top