Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2689 - martedì 24 marzo 2015

Sommario
- Mercoledì 25 marzo Conferenza delle Regioni e delle Province autonome
- Il 25 marzo Conferenza Unificata
- Fondi UE: all'Italia restano da spendere 7,6 miliardi di euro
- Sciopero benzinai impianti autostradali
- Studio Cnr su giovani e utilizzo droghe
- Campania al voto con una nuova legge elettorale

+T -T
Studio Cnr su giovani e utilizzo droghe

(Regioni.it 2689 - 24/03/2015) Sempre più giovani utilizzano la cannabis (600mila) e sono in crescita i consumatori abituali. Le ragazze si distinguono nel consumo delle droghe rispetto ai coetanei.  Inoltre la maggior parte dei giovani che accedono a droghe non sanno bene che cosa siano - “mi drogo ma non so di cosa" - e aumenta l'uso di psicofarmaci senza prescrizione.   
I dati provengono da uno studio dell'Istituto di fisiologia clinica del Cnr, condotto nel 2014.
Sono circa 54mila studenti delle scuole medie superiori, il 2,3% dei 15-19enni, che nel 2014 hanno assunto sostanze psicotrope senza sapere cosa fossero. Spiega l'Ifc-Cnr: “il 56% circa di questi 54mila ha assunto senza sapere cosa fossero sostanze per non più di 2 volte, ma il 23% di essi ha ripetuto l'esperienza più di 10 volte. Il 53% di questi studenti ha utilizzato un miscuglio di erbe sconosciute, che si presentavano per il 47% in forma liquida e per il 43% sotto forma di pasticche o pillole. Questo consumo 'alla cieca' coinvolge il 3% dei maschi e poco meno del 2% delle ragazze, soprattutto tra coloro che hanno utilizzato anche altre sostanze illecite diverse".
Sono oltre 600mila gli adolescenti che hanno consumato cannabis, 60mila cocaina, 27mila eroina e circa 60mila allucinogeni e stimolanti.
Tra gli aspetti evidenziati l’abuso delle droghe soprattutto dalle ragazze più dei ragazzi. E' aumentato il consumo di cannabis, che resta la sostanza più diffusa, mentre la cocaina è la meno usata. L'eroina resta una delle sostanze meno utilizzate.
Lo studio ha coinvolto 30mila studenti di 405 istituti scolastici superiori italiani.
Pericolose anche le sostanze di sintesi, le 'smart drugs' commercializzate anche on line sotto forma di prodotti naturali. Sono utilizzate da circa 40mila studenti, 26mila dei quali ne hanno fatto uso nel 2014.
Allarme per uso psicofarmaci senza prescrizione. Sono quasi 400 mila gli studenti in Italia, in particolare le ragazze, che abusano di psicofarmaci. Sono coinvolti circa 700 mila studenti tra i 15 e i 19 anni. L'abuso di psicofarmaci illegale è un fenomeno nuovo tra gli adolescenti.
Si tratta prevalentemente di farmaci per dormire, utilizzati soprattutto dalla ragazze (8% contro 4% dei maschi). Minori prevalenze risultano per farmaci per l'attenzione/iperattività (quasi il 3%), per regolarizzare l'umore e per le diete (2,4% ciascuno), anch'essi usati più dalle ragazze.
Circa 90mila hanno provato allucinogeni (LSD, francobolli, funghi allucinogeni) nella vita e 60mila nell'ultimo anno, rispettivamente 3,9% e 2,5% di tutti gli studenti. I consumatori sono soprattutto maschi.



( Giuseppe Schifini / 24.03.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top