Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2692 - venerdì 27 marzo 2015

Sommario
- Riordino Province: prosegue il lavoro delle Regioni
- Istat: dati ancora incerti per industria e commercio
- UE: mancano troppi depuratori in Italia, terza infrazione
- Concessioni demaniali marittime: posizione sul riordino della legislazione
- Protezione civile: posizione sulla riforma del settore
- Immigrazione: minori non accompagnati e servizi di accoglienza

+T -T
Riordino Province: prosegue il lavoro delle Regioni

Aggiornato il monitoraggio curato dalla Segreteria della Conferenza delle Regioni

(Regioni.it 2692 - 27/03/2015) Prosegue il lavoro per l’applicazione della Legge Delrio, la L.56/2014, nelle Regioni a statuto ordinario.
Hanno approvato la legge regionale la Liguria, la Toscana e l’Umbria .
Si riporta di seguito l’aggiornamento (vedi anche il precedente su “Regioni.it” n.2683) del monitoraggio relativo al lavoro delle Regioni  sulla normativa per il riordino delle Province (curato dal settore “affari istituzionali” della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome).

LEGGE 56/2014 : MONITORAGGIO SULL’APPLICAZIONE DELLE LEGGE NELLE REGIONI

Aggiornamento al 27 marzo 2015

A cura della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Settore affari istituzionali

REGIONE

INVIO MAPPATURA ALL’OSSERVATORIO NAZIONALE

APPROVAZIONE IN GIUNTA DEL DDL DI RIORDINO

STATO AVANZAMENTO DEL PROCESSO DI RIORDINO

ABRUZZO

12 dicembre 2014

29 dicembre 2014

La Giunta regionale ha adottato il 29 dicembre 2014 il ddlr di riordino delle funzioni amministrative delle Province in attuazione della L.56/2014.

Successivamente sia l’Osservatorio regionale che il Gruppo di Lavoro Tecnico hanno continuato a svolgere la propria attività, mediante un confronto continuo con i referenti politici e tecnici della Regione, delle Province e dell’ANCI, sulle funzioni non fondamentali che dovranno essere riallocate. Inoltre, sono state affrontate, in sede di Osservatorio con la partecipazione dei rappresentanti delle OO.SS., le problematiche inerenti il personale provinciale che sarà dichiarato in soprannumero.

Accanto a questa attività, si stanno predisponendo opportune integrazioni al ddl.r. approvato dalla G.R. mediante l’elaborazione, a livello tecnico, di emendamenti che consentiranno di rendere più operativi e più dettagliati i successivi passaggi attuativi della riforma. Il definitivo passaggio in Consiglio regionale è previsto, presuntivamente, entro la fine del mese di aprile 2015.

Ulteriore attività posta in essere dalla Regione Abruzzo attiene al monitoraggio dei posti vacanti, coperti da risorse finanziarie e che potrebbero essere destinati alla ricollocazione del personale provinciale, presenti nei Comuni abruzzesi.

BASILICATA

9 dicembre 2014

10 ottobre 2014

La Legge di stabilità regionale 2015 (L.R. n. 5 del 27.01.2015) ha previsto un apposito Fondo regionale “a sostegno del processo di riordino delle funzioni” in attuazione della Legge Delrio e per sostenere la riforma del Sistema Formativo integrato. La stessa Legge regionale ha anche disciplinato la prosecuzione delle attività di formazione professionale delle Province, nelle more della nuova organizzazione del settore.

E’ in corso di definizione la mappatura delle capacità assunzionali di tutti i Comuni della Basilicata e degli Enti sub-regionali. Il Dipartimento regionale per la formazione e le attività produttive ha avviato la elaborazione di uno specifico disegno di legge per il riordino delle competenze in materia di formazione professionale;

Appena concluse le attività propedeutiche necessarie, il disegno di legge della Giunta Regionale, attualmente all’esame della I° Commissione consiliare, sarà integrato ed aggiornato.

CALABRIA

Marzo 2015

12 gennaio 2015

Dopo l’insediamento della nuova giunta regionale a seguito delle elezioni di novembre 2014 è stato costituito l’osservatorio regionale, sono state trasmesse le mappature da parte delle Province ed è in corso di predisposizione il ddl regionale di riallocazione delle funzioni, che sarà approvato dalla Giunta regionale entro la fine del mese di marzo.

CAMPANIA

23 dicembre 2014

30 dicembre 2014

La Giunta regionale ha approvato il DDL di riordino delle funzioni provinciali non fondamentali il 30 dicembre 2014. Il provvedimento è stato depositato in Consiglio il 14 gennaio 2015 ed assegnato alla I Commissione, per l'esame, il 15 gennaio. Non è precisabile la data per l'adozione del provvedimento. Ciò premesso, sulla tempistica del provvedimento, occorre evidenziare che la Regione ha determinato di impugnare l'art. 1, commi 421, 422 e 427, della Legge 190/2014 con DGR 13 febbraio 2015 e il conseguente ricorso alla Corte costituzionale iscritto al reg. ric. n. 32/2015. Con la medesima deliberazione di giunta si è disposto anche di sollevare il conflitto di attribuzioni avverso la circolare n. 1 del 2015.

EMILIA ROMAGNA

10 dicembre 2014

 

Il 30/31 marzo 2015 è prevista l’approvazione del disegno di legge in Giunta regionale.

LAZIO

12 dicembre 2014

30 dicembre 2014

La proposta di legge regionale, approvata lo scorso 30 dicembre, è al momento oggetto di valutazione del CAL a seguito di numerosi incontri tecnici e politici per la verifica del disegno di legge regionale. Si è in attesa del definitivo parere di competenza del CAL per il prosieguo dell’iter in Consiglio regionale.

LIGURIA

19 dicembre 2014

30 dicembre 2014

La Giunta regionale della Liguria ha approvato in data 30 dicembre 2014 il DDL n. 167. Il testo del DDL n. 167, prima della presentazione all’approvazione della Giunta, è stato sottoposto all’Osservatorio regionale, è attualmente all’esame delle Commissioni consiliari competenti.

In data 17 febbraio la Giunta regionale ha approvato una prima serie di emendamenti che insieme al testo base del DDL sono stati sottoposti al Consiglio delle Autonomie locali che ha espresso il proprio parere favorevole. In data 13 marzo u.s. la Giunta regionale ha approvato una seconda serie di emendamenti, già anticipati al CAL nel loro contenuto sostanziale essenziale, con cui sono stati inseriti diversi titoli contenenti le norme necessarie per un primo adeguamento della normativa regionale delle singole materie oggetto di trasferimento alla Regione.

I testi degli emendamenti sono stati sottoposti all’Osservatorio regionale. Il DDL 167 prevede che la Regione riacquisisca le competenze in materia di difesa del suolo, formazione, turismo, caccia e pesca nonché cultura, tempo libero sport e spettacolo. La decorrenza del trasferimento delle funzioni è stabilita alla data del 1° luglio 2015. Alla stessa data è previsto il trasferimento del personale delle Province e della Città Metropolitana con contratto di lavoro a tempo indeterminato e con contratto a tempo determinato, in corso e fino alla scadenza prevista, che svolge le attività relative all’esercizio delle funzioni trasferite.

Il trasferimento del personale, delle risorse finanziarie, strumentali, organizzative e dei beni avverrà a seguito di Accordi stipulati con i singoli Enti.

E’ previsto che i procedimenti e le opere e gli interventi in corso alla data del trasferimento rimangano di competenza delle Province che li concludono avvalendosi a titolo gratuito del personale trasferito alla Regione.

LEGGE APPROVATA DAL CONSIGLIO REGIONALE IL 26 MARZO 2015.

LOMBARDIA

28 novembre 2014

30 dicembre 2014

Il progetto di legge n. 223 è all'esame delle commissioni consiliari competenti. Fino ad oggi è stato trattato dalla II° e dalla VIII° commissione, ma non licenziato. Non è stato conseguentemente inserito nella programmazione dei lavori consiliari per i mesi da Marzo a Maggio, deliberata dalla conferenza dei Presidenti dei gruppi consiliari tenutasi il 9 marzo scorso. Nel caso le commissioni competenti licenziassero il pdl, il calendario dei lavori potrebbe essere aggiornato per l'approvazione da parte dell'aula.

MARCHE

18 dicembre 2014

2 febbraio 2015

Il DDL approvato dalla Giunta il 2 febbraio, dopo i passaggi in sede di osservatorio regionale e sedi di concertazione regionale, è attualmente all’esame della Commissione consiliare competente.

Indicativamente, si prevede l’approvazione della pdl nella seduta del Consiglio regionale del 31 marzo 2015.

MOLISE

24 dicembre 2014

31 dicembre 2014

Il 31 dicembre 2014 la Giunta ha approvato una delibera (DGR n. 759/2014) che dispone l’attivazione, nell’ambito dell’Osservatorio regionale per la Finanza territoriale, del Tavolo regionale permanente per il riordino delle funzioni provinciali, al fine di monitorare i processi di allocazione delle funzioni e la conseguente mobilità del personale, promuovendo incontri politici e tecnici tra Regione Molise, ANCI e UPI, per governare tutta la fase del riordino delle funzioni. Il Tavolo Permanente per il riordino delle funzioni provinciali si è riunito nei giorni 26 gennaio, 2 febbraio ed 11 febbraio 2015.

Le riunioni si sono concentrate sugli adempimenti conseguenti alla Legge di Stabilità 2015 (Legge 190/2014), in particolare sulla mobilità del personale provinciale. Inoltre, si stanno predisponendo le necessarie integrazioni al disegno di legge già approvato dalla Giunta in relazione al riordino delle funzioni provinciali e la loro ricollocazione. Per rispondere in maniera più adeguata agli obiettivi della stessa Legge Delrio, la Regione sta procedendo anche ad una verifica della normativa regionale in tema di associazionismo intercomunale. Con deliberazione di Giunta Regionale n.80 del 17 febbraio 2015 è stata adottata la proposta di definizione degli ambiti ottimali per la gestione delle funzioni e dei servizi, attraverso la revisione della DGR 590/2014. Nella sua elaborazione si è tenuto conto delle perimetrazioni delle quattro aree interne individuate nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI).

PIEMONTE

22 dicembre 2014

29 dicembre 2014

Il ddlr approvato dalla Giunta è attualmente all’esame del Consiglio regionale.

Sono continuati nel frattempo i lavori tecnici e politici per la verifica delle funzioni da riallocare, anche ai fini di una implementazione del testo, nonché per la mappatura delle risorse umane, finanziarie e strumentali legate alle funzioni da riallocare.

Nella seduta di Giunta del 16 marzo è stato approvato il ddlr con cui è stata riconosciuta la specificità della Provincia del Verbano-Cusio-Ossola ai fini dell’applicazione delle disposizioni della Legge 56 sulle Province montane e per il riconoscimento di forme particolari di autonomia in attuazione dello Statuto della Regione Piemonte.


PUGLIA

18 dicembre 2014

30 dicembre 2014

Il DDL è all’esame della competente Commissione consiliare (7^) che ha fatto le audizioni dei rappresentanti sindacali, regionali, del Presidente dell’UPI regionale e dei Presidenti delle nuove Province pugliesi.

TOSCANA

19 dicembre 2014

19 gennaio 2015

LR 3 marzo 2015 n. 22

UMBRIA

5 dicembre 2014

9 febbraio 2015

LEGGE APPROVATA DAL CONSIGLIO REGIONALE IL 26 MARZO 2015.

VENETO

31 dicembre 2014

29 dicembre 2014

Il DDL approvato dalla Giunta è in questa fase oggetto di revisione attraverso la formulazione di specifici emendamenti relativi alla ricollocazione delle funzioni. Sarà oggetto di esame entro la fine del mese di marzo da parte della Giunta regionale.

Fonte: Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Settore affari istituzionali



( red / 27.03.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top