Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2694 - martedì 31 marzo 2015

Sommario
- Ospedali psichiatrici giudiziari: si lavora per voltare pagina
- Trasporto pubblico locale: Caldoro, "basta tagli"
- Sale disoccupazione a febbraio, mentre cala in Europa
- Terzo settore: emendamento al Decreto su delega al Governo per riforma
- Sanità: firmato regolamento su standard assistenza ospedaliera
- Apprendistato: posizione su Decreto per contratti e mansioni

+T -T
Trasporto pubblico locale: Caldoro, "basta tagli"

Conclusi a Napoli gli stati generali sul TPL

(Regioni.it 2694 - 31/03/2015) “Basta tagli". Stefano Caldoro, presidente della Regione Campania, lancia l'appello al Governo affinché sui trasferimenti statali alle Regioni peri trasporti non ci siano lori tagli.
Dagli Stati Generali del trasporto pubblico locale in Italia, che si sono tenuti a Napoli il 30 e il 31 marzo e che hanno visto per due giorni riuniti amministratori locali provenienti da diverse Regioni, Caldoro ricorda che “le Regioni italiane sono state chiare, si sono espresse con una voce unica. Non possiamo più continuare ad avere riduzioni con la manovra economica di quest'anno del Governo Renzi ci hanno tagliato oltre il 60% degli investimenti”.
“Praticamente non c'è quasi più nulla per investire oltre - sottolinea - Le Regioni non c'entrano, sono vittime dei tagli ai trasferimenti da parte dello Stato.
Al termine della due giorni è stato chiesto al Governo un piano Marshall per il settore. “E' quello che abbiamo fatto in Campania - sostiene Caldoro -, con un piano di 750 milioni per coprire i debiti della precedente amministrazione", ma “i tagli del Governo, che qui in Campania sono stati anche del 20% contro il 10 nel resto d'Italia”.
“Nonostante tutto siamo riusciti a costruire un piano, con una struttura commissariale anche del ministero delle Infrastrutture, e per fortuna siamo riusciti nel pareggio di bilancio delle nostre società di trasporto; poi ci sono gli investimenti che sono partiti recuperando treni sulla Circumvesuviana dove siamo credo a 70 treni, il tutto avendo ereditato come per la sanità un disastro dalla precedente amministrazione", ripete Caldoro. Che poi aggiunge: "devo ringraziare i sindacati per questo lavoro di messa a posto dei conti e di investimenti che sono partiti, circa 280 milioni”.
“Da una parte si da e dall'altra si taglia”, cosi Sergio Vetrella, assessore ai trasporti della Regione Campania. Da coordinatore della commissione infrastrutture della Conferenza delle Regioni “ho visto solo tagli, circa 500 milioni l'anno, che le Regioni hanno dovuto riassorbire. E poi ci sono i tagli sugli investimenti: l'anno scorso mi ero impegnato per far mettere nella legge di stabilità i primi 300 milioni, ma poi sono stati annullati. Quest'anno 600 milioni? Già 300 sono saltati, e nel contempo dobbiamo dare ai cittadini, che lo meritano – dice Vetrella - trasporti che siano degni di questo nome. Ci vuole un'azione del Governo - prosegue -, col ministro Lupi avevamo fatto un disegno di legge, un testo unico sui trasporti”. Ora però con le dimissioni del ministro occorrerà aspettare altro tempo. In questa due giorni qui a Napoli presenteremo al ministro che verrà un manifesto delle Regioni sui trasporti; perche' - conclude Vetrella - con l'esperienza, e i tecnici che abbiamo, rappresentiamo il massimo vertice di competenza che ci sta in Italia”.
L'assessore alle Infrastrutture e mobilita' del Friuli Venezia Giulia Mariagrazia Santoro, intervenuta alla prima giornata del Convegno, ha sottolineato che “l'assenza di un quadro normativo di riferimento per poter svolgere con certezza e rapidità le gare sia del trasporto su gomma sia su ferro che l'Europa ci chiede è il tema posto oggi da tutte le Regioni. Senza la possibilità di esperire con certezza queste gare non è possibile migliorare i servizi ai cittadini”. Santoro ha aperto il panel degli interventi del pomeriggio su "TPL: tra liberalizzazione europea e contesti nazionali", ricordando che il Friuli Venezia Giulia già dal 2000 è all'avanguardia nel settore, con il passaggio da 20 concessionari del trasporto pubblico locale su gomma e marittimo a 4 concessionari, che si ridurranno ad un unico soggetto che opererà sull'intero bacino unico regionale con la gara in corso di svolgimento”.


( sm / 31.03.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top