Regioni.it

n. 2701 - lunedì 13 aprile 2015

Sommario

+T -T
Lorenzin: incremento Fondo sanitario va mantenuto

Direttori generali Asl scelti da Albo nazionale

(Regioni.it 2701 - 13/04/2015) L’incremento previsto sul Fondo Sanitario “deve essere mantenuto”. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, è intervenuta su diversi argomenti di politica sanitaria, dalle nomine dei Direttori generali delle Asl al contenimento della spesa sanitaria.
Lorenzin sostiene quindi che i servizi non saranno tagliati, gli investimenti in sanità saranno confermati e così il previsto incremento del Fondo Sanitario Nazionale per i prossimi anni. Ma la preoccupazione per i possibili tagli al sistema sanitario derivanti dal Def 2015, l'ha espressa Massimo Garavaglia, coordinatore della commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni. “Dieci miliardi di tagli – afferma Garavaglia - sono una cifra enorme che inevitabilmente andrà a colpire ancora gli Enti locali e, probabilmente, anche il Fondo sanitario nazionale, soprattutto considerando che il Governo non taglia nulla a casa sua e nei ministeri”.
Per Lorenzin va innanzitutto svolta un'azione di razionalizzazione su “beni e i servizi e forniture e un intervento sulla produttività” per contenere la spesa sanitaria.
“Serve – spiega Lorenzin - un'azione di risparmio e reinvestimento e bisogna mantenere un progetto razionale che duri nel tempo. Ricordo che nel Patto della Salute avevamo previsto 2 miliardi per applicare Lea e Nomenclatore Tariffario, che invece ci costano 418 milioni. La strada è stata tracciata, va seguita in modo razionale e preciso”.  
In merito poi alla razionalizzazione della spesa sanitaria da parte delle Regioni, Lorenzin ha precisato che “hanno fatto un grosso lavoro lo scorso anno per portare un incremento in 3 anni di 5 miliardi di euro al Fondo sanitario nazionale e per evitare che ci fossero tagli lineari. Con la Legge di stabilità i 4 miliardi e passa che le regioni dovevano recuperare, le regioni hanno dichiarato di non essere in grado di recuperarli se non toccando il Fondo sanitario. Hanno quindi fatto un'intesa chiedendo che fosse decurtata questa parte, che è un mancato aumento rispetto a quello predisposto”.
Lorenzin annuncia anche la riforma delle nomine dei direttori generali delle Asl, che “saranno scelti in un Albo nazionale. Non più dalla politica, ma in base al loro curriculum. Lo prevede la mia riforma sui direttori generali e sanitari e sui primari, che sta passando in questi giorni all'interno del Ddl Madia. E' previsto che i manager saranno scelti con criteri meritocratici, perché i bravi manager fanno la differenza”.
Lorenzin interviene anche sul tema sollevato dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che ha fatto cenno ad un accorpamento delle Asl per ridurne il numero e quindi creare nuovi risparmi. “Le Regioni – afferma Lorenzin - possono decidere di accorpare e razionalizzare il numero delle Asl Molte lo stanno già facendo e questo attiene alla loro autonomia. Cito due esempi: la Toscana e la Calabria. Ma molto dipende dalla conformazione del territorio, ci possono essere problemi organizzativi. E' importante però che le Asl non ragionino una contro l'altra, ma che ci sia un'armonizzazione a livello ragionale e nazionale”.
Infine una battuta sui costi standard da parte del ministro della Salute: “i costi della siringa sono una leggenda metropolitana, che sfateremo il 22 aprile con i 'Falsi miti della sanità'. I costi standard sono già applicati in Italia e la questione delle centrali uniche di acquisto è già una legge dello Stato prevista nel Patto della Salute. Ma non solo a livello regionale: è un specie di network che ci fa confrontare i prezzi pagati per le forniture e può farci armonizzare i controlli”.



( Giuseppe Schifini / 13.04.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.094s