Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2711 - lunedì 27 aprile 2015

Sommario
- Conferenza delle Regioni il 29 aprile
- "La buona scuola": le proposte emendative delle Regioni
- Chiamparino: contro la violenza negli stadi le società devono fare di più
- Trasporto pubblico locale: regole per bandi e gare, contributo per l'Autorità
- Legambiente: dare risposte e giustizia alle vittime dell'amianto
- Imprese alimentari: accordo su modalità controlli dei laboratori

+T -T
Legambiente: dare risposte e giustizia alle vittime dell'amianto

Basilicata: Regione porterà il tema a livello nazionale

(Regioni.it 2711 - 27/04/2015) Uno studio di Legambiente sostiene che, per i troppi ritardi, l’amianto è ancora causa di molte morti nel nostro Paese.
“A 23 anni dalla sua messa al bando, - spiega Legambiente - l'amianto causa 4 mila morti ogni anno in Italia. Enormi sono i ritardi per il censimento, la mappatura e gli interventi delle bonifiche con 32 milioni le tonnellate ancora presenti sul territorio”.
Legambiente quindi chiede con “urgenza un impegno concreto nazionale e locale per fermare questa drammatica emergenza”, ed in particolare “gli incentivi per la sostituzione dell'eternit con i tetti fotovoltaici”, oltre che l'inserimento degli “ecoreati nel codice penale”.
Secondo Legambiente mancano ancora i piani regionali anti-amianto in “Abruzzo, Calabria, Lazio, Molise, Puglia e Sardegna”. In base al censimento “solo in 10 Regioni (Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria e Valle d'Aosta) indica oltre 230 mila strutture: gli edifici pubblici e privati contenenti amianto sarebbero più di 188.000 cui vanno aggiunti i 6.913 siti industriali e altre strutture contenenti”.
La mappatura dell'amianto sul territorio è stata conclusa da Campania, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria e Valle d'Aosta. E’ in fase di ultimazione “nelle province autonome di Bolzano e Trento”. La Banca dati amianto, coordinata dal ministero dell'Ambiente, “riporta almeno 38.000 siti su tutto il territorio nazionale, con oltre 300 siti a maggior rischio”.
Il Programma nazionale di bonifica del ministero dell'Ambiente conta 75 mila ettari di territorio in cui è accertata la presenza di materiale in cemento amianto.
Il responsabile scientifico di Legambiente, Giorgio Zampetti, lancia quindi un appello al Governo, “affinché si impegni concretamente nel dare risposte e giustizia alle vittime dell'amianto”, attraverso da un lato allo stanziamento di “circa 20 milioni di euro per gli incentivi per la sostituzione dell'eternit con fotovoltaico che porterebbe alla bonifica di oltre 10 milioni di metri quadri di coperture”, dall'altro serve “la rapida approvazione del ddl sugli ecoreati”.
Di recente nella regione Veneto un emendamento della giunta regionale alla legge di stabilità, approvato dal consiglio, assegna un contributo straordinario di 1,5 milioni di euro da destinare agli enti locali per interventi di bonifica e smaltimento dell’amianto presente negli edifici pubblici.
Mentre la regione Lombardia ha stanziato oltre 8 milioni di euro come contributi a fondo perduto per interventi di rimozione amianto dalle case di proprietà Aler in varie province.
E sempre in quest’ultimo mese la regione Basilicata ha celebrato le vittime dell’amianto. “Non siamo fermi – ha sostenuto nell’occasione l’assessore all’Ambiente e Territorio, Aldo Berlinguer - Il piano regionale sui rifiuti, che comprenderà anche lo smaltimento di amianto, è giunto ad aggiudicazione definitiva e questo ci consentirà di programmare gli interventi da svolgersi sul campo. Abbiamo elaborato anche una proposta di legge regionale sullo smaltimento di piccoli e grandi quantitativi di amianto, oltre ad affrontare la questione dell'amianto naturale”. 
“Interventi di altro genere – ha aggiunto Berlinguer - sono anche quelli previsti nella programmazione europea della Regione Basilicata. Sono infatti 10 i milioni di euro allocati sui fondi Fesr per le bonifiche. Ciò  consentirà di disporre dei fondi necessari al ripristino dei luoghi”.
"E’ impressionante il numero delle vittime dell'amianto. Siamo vicini – ha dichiarato Berlinguer - a chi soffre ma non basta. La Regione porterà il tema a livello nazionale aderendo alla richiesta dell'Associazione esposti amianto di adozione di un atto di indirizzo ministeriale sullo stabilimento Anic/Enichem di Pisticci”.

[Legambiente] Liberi dall'amianto 2015. Il dossier di Legambiente - 27.04.2015

[Campania] ASSESSORE REGIONALE ISTRUZIONE SU INTERVENTI EDILIZIA SCOLASTICA

[Veneto] BILANCIO 2015. AMBIENTE: 1,5 MILIONI AI COMUNI PER LA BONIFICA E LO SMALTIMENTO DELL’AMIANTO

Regione:bilancio, 1,5 mln a Comuni per bonifica amianto

[Lombardia] ALER,SALA:8 MLN PER RIMOZIONE AMIANTO NELLE CASE

[Basilicata] Incontro in Regione sulle vittime dell'amianto




( Giuseppe Schifini / 27.04.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top