Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2713 - mercoledì 29 aprile 2015

Sommario
- Tagli sanità: Chiamparino, tempo non è variabile indipendente
- Montaldo: il 7 maggio il Comitato di Settore incontrerà i sindacati medici
- Legge stabilità e retribuzione personale Regioni-SSN: linee guida
- La "Carta di Milano" sul diritto al cibo
- Spettacolo dal vivo: schema di accordo di programma 2015/2017
- 4-6 maggio 2015: sciopero nazionale benzinai impianti autostradali

Conferenza delle Regioni del 23 aprile

+T -T
Spettacolo dal vivo: schema di accordo di programma 2015/2017

(Regioni.it 2713 - 29/04/2015) La Conferenza delle Regioni del 23 aprile ha approvato lo schema di accordo di programma, che ogni regione potrà o meno adottare, in materia di spettacolo dal vivo, di promozione e organizzazione di queste attività culturali.
Si tratta dell’attuazione del decreto ministeriale del primo luglio 2014: Nuovi criteri per l'erogazione e modalità per la liquidazione e l'anticipazione di contributi allo spettacolo dal vivo, a valere sul Fondo unico per lo spettacolo. Il provvedimento indicava che L'Amministrazione, a seguito di specifici accordi  di  programma con una o più regioni, le cui  finalità  e  i  cui  obiettivi  sono stabiliti  previa  intesa” in Conferenza Stato-Regioni, può prevedere “interventi  per  progetti  relativi  all'insediamento, alla promozione e allo sviluppo del sistema  delle  residenze  artistiche, quali  esperienze  di  rinnovamento  dei  processi  creativi,   della mobilità, del confronto artistico  nazionale  e  internazionale,  di incremento dell'accesso  e  di  qualificazione  della  domanda”. 
Nel corso della Conferenza Stato-Regioni del 18 dicembre 2014 è stata approvata l’Intesa, e ora per il primo triennio di applicazione si prevede la stipula di un unico accordo.
Nella prima parte del documento si legge:
ACCORDO DI PROGRAMMA TRIENNALE 2015/2017 IN ATTUAZIONE ART.45 DEL dm 1° LUGLIO 2014
PREMESSO che
lo Stato, le Regioni e le Province Autonome , nel rispetto degli articoli 9, 33 e 117, comma 3, della Costituzione, concorrono alla promozione e alla organizzazione delle attività culturali, con particolare riguardo allo spettacolo in tutte le sue componenti;
la Costituzione prevede la leale collaborazione tra lo Stato, le Regioni, le Province, i Comuni e le Città metropolitane al fine di coordinare l’esercizio delle rispettive competenze e svolgere in collaborazione attività di interesse comune;
lo Stato e le Regioni favoriscono la promozione e la diffusione nel territorio nazionale delle diverse forme delle spettacolo, ne sostengono la produzione e la circolazione in Italia e all’estero, valorizzano la tradizione nazionale e locale, garantiscono pari opportunità nell’accesso alla sua fruizione e promuovono la formazione del pubblico;
con l’entrata in vigore del decreto che definisce i nuovi criteri di attribuzione del FUS si stabilisce un innovativo sistema di sostegno finanziario dello Stato alle attività dello spettacolo dal vivo, introducendo anche azioni di sistema per la promozione nazionale e internazionale attraverso rapporti di partenariato ancora più organici tra la Direzione Generale spettacolo del MiBACT e le Regioni e che tale collaborazione prevede un modello di lavoro basato sulla concertazione e il cofinanziamento delle iniziative, assicurando nello stesso tempo una corretta individuazione delle esigenze e degli obiettivi legati ai singoli territori;
l’art. 45 “Residenze” del Decreto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo del 1° luglio 2014 n. 71 prevede la stipula di specifici accordi di programma con le Regioni su progetti relativi all’insediamento, la promozione e lo sviluppo del sistema delle Residenze artistiche.



( red / 29.04.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top