Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2719 - venerdì 8 maggio 2015

Sommario
- Politiche sociali: ripartiti tre fondi
- Immigrazione: interventi di Rollandin, Garavaglia, Serracchiani e Chiamparino
- P.A.: ok a tabelle di equiparazione fra i livelli di inquadramento
- Istat: dati su prospettive economiche
- Expo 2015: 9 maggio, la meravigliosa storia dell'acqua
- Trasporto pubblico locale in Italia: una proposta al governo
- Regioni: coordinamento protezione civile alla provincia autonoma di Trento

+T -T
Istat: dati su prospettive economiche

Segnali positivi dalla produzione industriale

(Regioni.it 2719 - 08/05/2015) L'Istat indica che il 2015 è l'anno della ripresa per l'Italia: con un +0,7% del Pil, e un +0,5% dei consumi, si prevede anche un lieve calo della disoccupazione. Arrivano anche i dati sulla produzione industriale, con un andamento positivo a marzo, che aumenta dello 0,4% rispetto a febbraio e dell'1,5% rispetto all'anno precedente.
L'Istat sottolinea come si tratti dell'aumento tendenziale maggiore da aprile 2014. Nel primo trimestre la produzione sale dello 0,3% sul periodo precedente (aumento maggiore da fine 2013) ma scende dello 0,1% rispetto allo stesso trimestre 2014. Per il sesto mese consecutivo la produzione di auto segna una crescita a due cifre: a marzo +36,9% sul 2014.
Per quanto riguarda il Pil, nel 2015 il prodotto interno lordo italiano aumenterà dello 0,7%. L'Istat stima anche poi una crescita dell'1,2% nel 2016 e dell'1,3% nel 2017.
Nelle prospettive dell’economia italiana, l’Istat spiega che l'aumento del Pil nel 2015 “chiuderà la fase recessiva del triennio precedente”, prevedendo un'accelerazione dell'economia italiana nel secondo semestre.
Nel 2015 si registrerà "una moderata riduzione" del tasso di disoccupazione che scenderà al 12,5% (dal 12,7% del 2014), per passare poi al 12% nel 2016. L'occupazione aumenterà invece in termini di unità di lavoro dello 0,6% nel 2015 e dello 0,9% nel 2016.
Per quanto riguarda i settori della produzione industriale, nello specifico a marzo i comparti che registrano la maggiore crescita tendenziale sono quelli della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+22,2%), della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+15,9%) e della fabbricazione di mezzi di trasporto (+13,2%). Le diminuzioni maggiori si registrano nei settori dell'attività estrattiva (-9,4%), dell'industria del legno, della carta e stampa (-5,9%) e della fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-5,1%).

 

Produzione industriale

Le prospettive per l’economia italiana

Occupati e disoccupati (mensili)

Prezzi al consumo (provvisori)

Prezzi alla produzione dell’industria

Nota mensile n. 4/2015




( Giuseppe Schifini / 08.05.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top