Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2739 - martedì 9 giugno 2015

Sommario
- Immigrazione: prosegue il dibattito nelle regioni
- Immigrazione: interviste di Chiamparino e Maroni
- Marini rilancia la regione Umbria
- Eurostat, Confcommercio e Confindustria vedono la ripresa
- Rete Rirva: dati su ritorno immigrati nei loro Paesi
- Gazzetta Ufficiale: la rassegna di maggio 2015

+T -T
Eurostat, Confcommercio e Confindustria vedono la ripresa

Squinzi: serve il doppio del Pil per recuperare il terreno perduto

(Regioni.it 2739 - 09/06/2015) L’Eurostat conferma che l’economia europea torna a crescere e in particolare quella Italiana. Anche Confindustria vede positivo e Confcommercio fornisce dati confortanti su un ritorno ai consumi degli italiani.
Il Pil è in crescita dello 0,4% nel primo trimestre 2015 nell'Eurozona. Per Italia e Germania, Eurostat conferma un +0,3% del Pil, per la Francia +0,6%, e per la Spagna +0,9%. Mentre c’è un secondo calo consecutivo per la Grecia (-0,2% dopo il -0,4% dell'ultimo trimestre del 2014).
Confcommercio indica un miglioramento dei consumi, con una crescita congiunturale ad aprile dello 0,5%, la più elevata degli ultimi due anni, dopo il -0,1% di marzo. L'incremento tendenziale è dello 0,8% (+0,4% a marzo).
Comunque la crisi economica è stata talmente forte che agli attuali tassi di crescita di Pil, consumi e reddito disponibile, solo tra 15 anni, nel 2027, si tornerà al pil pro capite del 2007. La spesa delle famiglie pre-crisi si rivedrà nel 2030.
Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, non esclude che “ci possa essere
un'accelerazione del prodotto interno lordo nei prossimi mesi grazie anche al contributo di Expo, al prossimo Giubileo e agli impegni legati alla gara per ospitare le Olimpiadi”.
Ma la nostra ripresa non è ancora soddisfacente, afferma Squinzi, “abbiamo bisogno di almeno il doppio per recuperare in un tempo ragionevole il terreno perduto: se rimarremo inchiodati ai ritmi di crescita attualmente previsti non torneremo ai livelli pre-crisi prima del 2022, 15 anni dopo”.
Il rilancio delle infrastrutture è un punto fondamentale per rafforzare la ripresa italiana. "Senza la banda larga – sostiene Squinzi - come pensiamo di poter reggere il passo dell'industria 4.0 che costituisce la nuova frontiera della competizione industriale? Ci sono 13 miliardi da spendere entro quest'anno di fondi europei e co-finanziamento, a cui si aggiunge la prima tranche della nuova programmazione. Bisogna assolutamente evitare la perdita di queste risorse, tanto più preziose in un quadro di finanza pubblica vincolato dagli obiettivi di pareggio del bilancio e di riduzione del peso del debito pubblico”.
Infine un altro dato anch'esso importante per la nostra economia proviene da Equitalia, che rileva un andamento positivo del recupero dell'evasione da riscossione. Nei primi cinque mesi del 2015 - informa Equitalia - sono stati riscossi oltre 3,4 miliardi di euro, con un incremento del 8,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. 


( Giuseppe Schifini / 09.06.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top