Regioni.it

n. 2743 - lunedì 15 giugno 2015

Sommario

+T -T
Bankitalia: ad aprile nuovo record debito pubblico

Istat: a maggio fuori da deflazione

(Regioni.it 2743 - 15/06/2015) Il debito pubblico sale ad aprile a 2.194,5 miliardi. E’ stato così superato il precedente record storico di 2.184 toccato a marzo. Lo comunica la Banca d'Italia, sottolineando come il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato ad aprile di 10 miliardi.
A pesare è soprattutto il debito delle amministrazioni centrali dello Stato, che è aumentato di 9,9 miliardi, mentre quello delle Amministrazioni locali di 0,1 miliardi. Il debito degli Enti di previdenza è rimasto sostanzialmente invariato.
Inoltre l'Istat segnala che a maggio torna l'inflazione e l'indice dei prezzi al consumo aumenta dello 0,1% rispetto allo stesso mese del 2014. Quindi sono state riviste al ribasso le stime preliminari che segnavano un +0,2%. Il segno più arriva dopo quattro mesi consecutivi di valori negativi.
Sempre la Banca d’Italia ha reso noto che ad aprile le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 29,5 miliardi, in aumento del 2,9 per cento (0,8 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2014.
Nel primo quadrimestre del 2015 le entrate tributarie sono state complessivamente pari a 115,2 miliardi, lievemente superiori rispetto a quelle relative allo stesso periodo dell'anno precedente (114,4 miliardi).
L'incremento del debito, spiega la Banca d'Italia nel supplemento Finanza pubblica, è stato superiore al fabbisogno del mese (6,4 miliardi) per l'aumento di 4,2 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro (a fine aprile pari a 83,1 miliardi; 77,4 ad aprile del 2014).
Ritornando all’Istat, il nostro ufficio di statistica fornisce i dati relativi ai consumi, al cosiddetto carrello della spesa, che vede rincari dell’0,8% a maggio, supera tranquillamente il tasso di inflazione. Infatti i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona hanno rincari otto volte superiori al tasso di inflazione a maggio. Rispetto ad aprile l'aumento è dello 0,1%.
C’è una ripresa dell'inflazione, che è dovuta al ridimensionamento della flessione dei prezzi dei beni energetici non regolamentati (-7,2%, da -8,7% di aprile) e all'accelerazione della crescita tendenziale dei prezzi dei servizi, dovuta in particolare a quelli di trasporto (+0,8%, da -0,6% di aprile).
Al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l'inflazione di fondo fa registrare una risalita (+0,6%, da +0,3% di aprile) e al netto dei soli beni energetici, si porta a +0,8%(era +0,6% il mese precedente). L'inflazione acquisita per il 2015 è pari a +0,1%(era nulla ad aprile).

Istat: Prezzi al consumo

Supplementi al Bollettino Statistico - Finanza pubblica, fabbisogno e debito - 15.05.2015



( Giuseppe Schifini / 15.06.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.078s