Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2748 - lunedì 22 giugno 2015

Sommario
- Immigrazione: vertice Renzi-Regioni il 25 giugno
- Immigrazione: Ministri esteri UE, via libera operazione navale
- Umbria: Marini forma la nuova Giunta
- Turismo: regioni promuovono l'Appennino
- Idrocarburi: posizione su Decreto sicurezza operazioni in mare
- Emiliano, Oliverio e Pittella contro trivellazioni petrolifere in mare

+T -T
Emiliano, Oliverio e Pittella contro trivellazioni petrolifere in mare

Preannunciati ricorsi

(Regioni.it 2748 - 22/06/2015) Contro le trivellazioni petrolifere nell’Adriatico il presidente della Puglia Michele Emiliano. Critici sulle possibilità di analoghi interventi nel mar Jonio si sono detti anche Mario Oliverio, presidente della regione Calabria, e Marcello Pittella, presidente della regione Basilicata. 
La proposta è di impugnare, dinanzi al Tar, il decreto del ministero dello Sviluppo economico del 25 marzo 2015 che dà attuazione allo 'Sblocca Italia', promuovendo anche il conflitto di attribuzione dinanzi alla Corte Costituzionale. “In questo momento – afferma Emiliano - serve soprattutto ragionamento e un approccio scientifico alla decisione politica. Bisogna dimostrare a cosa servono queste trivellazioni. Perché se lo scopo è semplicemente accontentare qualche lobby, peraltro ancora sconosciuta e indeterminata, nella speranza che non lo trovi neanche il petrolio, a me sembra un modo non preciso di ragionare”. Comunque la volontà è quella di impugnare dinanzi alla Corte Costituzionale il decreto del Governo sulle trivellazioni in mare Adriatico, Emiliano ha sostenuto che “se l'avvocatura regionale giudicasse necessario procedere all'impugnativa anche prima del mio insediamento, col presidente Vendola abbiamo già determinato che questa cosa avverrà”. “Capisco bene che i governi sono sottoposti a tante pressioni – aggiunge Emiliano - però penso che i parlamentari pugliesi, i parlamentari italiani in generale, debbano considerare che questa strada della ricerca del petrolio nel mar Mediterraneo è molto rischiosa. Perché si tratta di un mare centrale dal punto di vista strategico e culturale, e soprattutto che è un mare chiuso. Quindi è molto rischioso giocare con il petrolio nel Mediterraneo”. Emiliano ha sottolineato che noi “respingiamo l'idea che si possa trivellare il nostro mare e che si possa trovare il petrolio e utilizzarlo il modo da mettere a rischio la pesca, il turismo, la qualità delle acque. Noi pensiamo di andare verso un modello energetico diverso, non fondato sui combustibili fossili. Anche perché la Puglia dal punto di vista energetico è autosufficiente, e quindi non abbiamo bisogno di cercare altre fonti pericolose di combustibili fossili”.
“Apprezzo la ferma presa di posizione del collega e amico Governatore della Puglia Michele Emiliano – ha dichiarato il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio - contrario alle trivellazioni  e ricordo che, già nei mesi scorsi il sottoscritto, tra i primi atti assunti, presentò ricorso presso l'Alta Corte impugnando la legge emanata dal Governo con cui si esautoravano le Regioni dai pareri vincolanti su problematiche così rilevanti”. “Nei prossimi giorni – spiega Oliverio - la Regione Calabria ricorrerà al Tar del Lazio contro il decreto emanato il 12 giugno scorso dal ministero dell'Ambiente”. “Non permetteremo – aggiunge Oliverio – a nessuno di considerare le nostre come 'terre di conquista e di assalto', dove enti e gestori privati pensano di poter realizzare business e speculazioni economiche a danno dell'ecosistema marino e di quanto esso offre alle nostre regioni in termini di crescita socio-economica e turistica. A tal proposito, a poche ore di distanza dalla sua presentazione, mi sovviene l'enciclica di Papa Francesco sull'ambiente che rappresenta una grande lezione in difesa della terra e dell'ambiente in cui viviamo e che non può assolutamente rimanere lettera morta”. “Sin da ora - ribadisce il presidente della Regione Calabria - posso anticipare che, insieme al presidente Emiliano promuoveremo, nelle prossime settimane, un'azione comune per contrastare con determinazione e forza il decreto sulla ricerca degli idrocarburi in mare”.
Infine anche la Basilicata è contraria. "Noi le trivelle nel mar Jonio non le vogliamo. - ha dichiarato il presidente della regione Basilicata, Marcello Pittella - Abbiamo già dato ed ora otteniamo grazie al 30 per cento dell'Ires un gettito in dieci anni pari a 2 miliardi di euro. Il governo ci ringrazia per quello che diamo e ci restituisce dignità.



( Giuseppe Schifini / 22.06.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top