Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2770 - giovedì 23 luglio 2015

Sommario
- Centri per l'impiego: Rossi, si lavora per un accordo Governo-Regioni
- Efficienza energetica: si al decreto, ma con l'accoglimento di emendamenti
- Istat: dati su export, industria e spesa famiglie
- Province: l'attuazione della legge 56/2014 regione per regione
- Criteri mobilità personale enti di area vasta: osservazioni su decreto
- Ministero Sviluppo Economico: libere professioni e bozza di protocollo

+T -T
Centri per l'impiego: Rossi, si lavora per un accordo Governo-Regioni

(Regioni.it 2770 - 23/07/2015) Si è tenuto il 23 luglio a palazzo Chigi un tavolo tra il governo e le regioni sul tema dei centri per l'impiego. All'incontro erano presenti il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti,il sottosegretario agli affari regionali, Gianclaudio Bressa, il presidente del Piemonte e della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino, il presidente della Toscana, Enrico Rossi(che coordina la materia lavoro per la Conferenza delle Regioni) e gli assessori della Lombardia (regione che ha il coordinamento della finanziari e il coordinamento vicario della materia lavoro per la Conferenza delle Regioni) Massimo Garavaglia e Valentina Aprea.
Al termine dell’incontro è il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, a sintetizzarne l’esito: “c'è ancora da discutere, però siamo animati da una volontà chiara di trovare un accordo perché non si puo' star fermi per i prossimi 2-3 anni in attesa della riforma e di capire come finirà una partita così importante per i lavoratori come questa delle politiche attive”.
“L'Italia deve riformare i centri per l'impiego- ha aggiunto Rossi- e collegarli alla formazione dei lavoratori. E questa formazione a sua volta dev'essere collegata alla domanda di lavoro che fanno le imprese”.
Rossi mostra un moderato ottimismo: “vogliamo chiudere quello che stiamo facendo prima della pausa estiva e poi le Regioni, d'intesa con il governo, si metteranno subito al lavoro. Se c'è questa 'ripresina' dobbiamo consolidarla perché abbia un risvolto occupazionale positivo, non si può star fermi per i prossimi 2-3 anni in attesa della riforma e di capire come finirà una partita così importante per i lavoratori come questa delle politiche attive. "Il presidente della Toscana si è detto poi "favorevole a un'agenzia di carattere nazionale, che detti regole e obiettivi, che faccia monitoraggio e controllo; e quest'agenzia, che definisce insieme alle Regioni, i livelli di prestazione da fornire ai lavoratori, deve avere una declinazione forte, riconoscendo il ruolo delle Regioni in materia di formazione e lavoro. Dopo quest'incontro c'è la speranza che si superino gli scogli che ancora restano sugli aspetti economici e di carattere normativo relativi al destino del personale. Si definiranno questi temi e penso che si farà un accordo”.


( sm / 23.07.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top