Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2770 - giovedì 23 luglio 2015

Sommario
- Centri per l'impiego: Rossi, si lavora per un accordo Governo-Regioni
- Efficienza energetica: si al decreto, ma con l'accoglimento di emendamenti
- Istat: dati su export, industria e spesa famiglie
- Province: l'attuazione della legge 56/2014 regione per regione
- Criteri mobilità personale enti di area vasta: osservazioni su decreto
- Ministero Sviluppo Economico: libere professioni e bozza di protocollo

+T -T
Istat: dati su export, industria e spesa famiglie

(Regioni.it 2770 - 23/07/2015) L’Istat pubblica alcuni dati economi riguardanti anche il commercio estero nel corso del mese di giugno. Rispetto al mese precedente, i flussi commerciali con i paesi extra-Ue mostrano dinamiche divergenti, con un calo delle esportazioni (-1,6%) e un aumento delle importazioni (+5,4%).
Nel secondo trimestre del 2015, la dinamica dell'export è lievemente positiva (+0,5%). Al netto dei prodotti energetici, in forte crescita (+33,7%), si rileva una flessione (-1,0%). I beni di consumo registrano una crescita rilevante (+3,6%).
L'ampia crescita congiunturale delle importazioni è diffusa a quasi tutti i raggruppamenti principali di beni, risultando particolarmente accentuata per l'energia (+18,6%) e i beni strumentali (+8,7%).
Nel mese di giugno 2015, i mercati di sbocco più dinamici sono Turchia (+27,1%), Stati Uniti (+23,4%), Giappone (+14,8%) e Svizzera (+9,1%); le vendite verso la Russia (-25,3%) sono invece in forte calo. Le importazioni da Asean (+33,7%), Eda (+32,6%), Stati Uniti (+25,2%) e Turchia (+20,4%) sono in marcata espansione, mentre si registra un forte calo dalla Russia (-11,2%).
L’Istat ha pubblicato anche alcuni dati sull’impatto dell’inflazione sulle famiglie, rilevando che i prezzi sono in calo nel secondo trimestre 2015 per le famiglie più "povere", mentre aumentano per quelle più "ricche". Così per le famiglie con minore spesa mensile i prezzi sono in calo dello 0,2% sul 2014, mentre per quelle con i livelli di spesa più elevati crescono dello 0,3%, a un ritmo tre volte superiore all'inflazione (pari allo 0,1%).
Altro dato è relativo invece al mese di maggio e interessa il fatturato dell'industria, che è tornato a salire con un rialzo dell'1,2% rispetto ad aprile e aumenti sia sul mercato interno (+1,1%) sia su quello estero (+1,3%). Lo rende noto l'Istat precisando che su base annua invece il fatturato cala dello 0,9%: il contributo più ampio a tale flessione viene dalla componente interna dell'energia.

 

 ISTAT:

Commercio estero extra Ue

Fatturato e ordinativi dell’industria

Commercio al dettaglio

Inflazione per classi di spesa delle famiglie

 

 

 



( gs / 23.07.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top