Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2774 - mercoledì 29 luglio 2015

Sommario
- Chiamparino convoca la Conferenza delle Regioni per il 30 luglio
- Conferenza Unificata il 30 luglio
- Corte dei Conti: relazione annuale sulle partecipate
- Tagli sanità: Emiliano, Zaia, Ceriscioli e Zingaretti
- Emiliano su riordino Province e immigrazione
- ISPRA: annuario dati ambientali 2014-2015

+T -T
Corte dei Conti: relazione annuale sulle partecipate

(Regioni.it 2774 - 29/07/2015) La Corte dei Conti presenta la relazione annuale sulle partecipate. Si evidenziano in particolare degli squilibri nei conti di bilancio in Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Calabria e Sicilia. In queste regioni le perdite superano di gran lunga gli utili.
I piani di razionalizzazione delle partecipate, previsti dalla legge di Stabilità, “sono stati presentati da oltre la metà degli enti”, mentre percentuali più basse si riscontrano nelle altre Regioni.
Sono state finora censite nella banca dati Siquel della Corte dei Conti 7.684 partecipate locali, di cui quasi 2mila (1.898) totalmente pubbliche (con uno o più enti partecipanti). Le partecipate attive sono 6.402 mentre le altre sono cessate o in liquidazione.
Nella relazione annuale al Parlamento la Corte dei Conti spiega che, alla scadenza di fine marzo, hanno presentato il piano di tagli "oltre la metà degli enti" di Lombardia, Umbria, Toscana, Marche, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna, Abruzzo e Veneto.
A presentare il loro piano di razionalizzazione in alcune aree anche gli altri enti chiamati in causa dalla legge di stabilità, come le Camere di commercio o le Università o le autorità portuali. Il 17,55% dei Comuni (1.414 su 8.057), comunque, non ha alcuna partecipazione, anche se i municipi che non ne hanno sono piccoli o piccolissimi, visto che rappresentano circa il 7% della popolazione.
Quasi 2mila, delle oltre 7mila censite sono gli organismi a totale partecipazione pubblica (1.898 con uno o più enti partecipanti), che salgono al 70% del totale se si aggiungono anche quelle con una prevalenza dei soggetti pubblici rispetto ai privati (in tutto 5.422, di cui 3.800 hanno forma societaria).
Di 4.395 partecipate è disponibile il bilancio 2013. La Corte dei Conti osserva che gli enti locali prediligono gli affidamenti in house, visto che “le gare con impresa terza” sono “soltanto 90, su un totale di 26.324 rapporti tra enti e organismi” e gli affidamenti a società miste "366".
Circa un terzo delle partecipate (il 35,7%) fornisce servizi pubblici locali (dall'acqua all'energia alla gestione dei rifiuti) mentre le altre sono "strumentali", e si occupano di attività che vanno dalla pesca alle assicurazioni, con un 20% di queste ultime che rispondono semplicemente alla voce 'altri servizi' (e rappresentano circa il 6% del valore della produzione totale).




 

 

 

 



( Giuseppe Schifini / 29.07.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top