Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2788 - martedì 15 settembre 2015

Sommario
- Istat: dati positivi per il mercato del lavoro
- Migranti: Chiamparino e Maroni a "Radio anch'io"
- Renzi: dal 2016 niente più Imu ed Irap agricola
- Lorenzin: sotto i 112 miliardi il fondo sanitario non può andare
- Province: Madia firma decreto su mobilità personale
- Zingaretti su riforme istituzionali
- Anas: 7 nuovi Capi Compartimento

+T -T
Istat: dati positivi per il mercato del lavoro

Rilevazioni relative al II trimestre 2015

(Regioni.it 2788 - 15/09/2015) Il mercato del lavoro ha registrato nel secondo trimestre 2015 un miglioramento significativo. Il dato positivo riguarda tutti gli indicatori rilevati dall'Istat nel fare il punto proprio sull'andamento del mercato del lavoro nel secondo trimestre del 2015.
L'input di lavoro utilizzato complessivamente dal sistema economico (espresso dalle ore lavorate di Contabilità Nazionale), registra aumenti dello 0,2% su base congiunturale e dello 0,8% in termini tendenziali. Grazie poi ad una crescita dell'output leggermente più sostenuta, anche la produttività oraria del lavoro ha segnato un modesto recupero su base congiunturale (+0,1%). L'Istat segnala anche "la significativa discesa delle ore di Cig".
Nel secondo trimestre del 2015 si è andato consolidando il moderato recupero dell'attività economica, con una crescita congiunturale del Pil dello 0,3%.
L'occupazione stimata dall'indagine sulle forze di lavoro al netto degli effetti stagionali è pari a 22 milioni 446 mila persone, lo 0,5% in piu' del trimestre precedente (+103 mila), corrispondente a un tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni pari al 56,2%, in aumento di 0,3 punti percentuali.
La crescita congiunturale degli occupati nel trimestre ha interessato entrambi i generi e, tra le diverse tipologie, soltanto i lavoratori dipendenti (+0,8%, pari a 137 mila lavoratori in più equamente ripartiti tra l'occupazione a carattere permanente e temporaneo), ...

+T -T
Migranti: Chiamparino e Maroni a "Radio anch'io"

(Regioni.it 2788 - 15/09/2015) “Se vorremo, se vorranno un giorno parlare di Stati Uniti d'Europa la gestione dell'integrazione dei flussi migratori sarà uno dei pilastri”. A sostenerlo è il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino (ch è anche Presidente della Confeenza delle Regioni), intervenendo a Radio Anch'io sull'emergenza immigrazione.
Chiamparino ha sottolineato il ritardo dell'Italia sugli hotspot e la necessità di accelerare le procedure di identificazione. Quindi ha osservato: “se è possibile politicamente organizzare dei corridoi umanitari che partano dai Paesi di esodo delle persone che cercano protezione o migliori condizioni di vita, questa è la via maestra. Ma il punto è che dev'essere politicamente praticabile". In assenza di ciò bisogna "organizzare l'accoglienza", un'accoglienza che più “parla europeo tanto meglio è”.
E sugli hotspot per i profughi è ...

+T -T
Renzi: dal 2016 niente più Imu ed Irap agricola

Mattarella: capolarato piaga che deve essere eradicata

(Regioni.it 2788 - 15/09/2015) Nel 2016 non si pagheranno nè l’Imu né l’Irap agricola, lo prevederà la prossima legge di stabilità. Ad annunciarlo è il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, intervenendo all'assemblea di Coldiretti all'Expo di Milano. “Il prossimo anno – spiega Renzi - l'Imu agricola sarà cancellata: dal primo gennaio 2016 non si pagherà più. E anche sull'Irap agricola avete ragione: dal prossimo anno non si pagherà più. Abbiamo trovato le coperture ieri, sarà in legge di stabilità”. Il ministro delle Politiche Agricole Forestali, Maurizio Martina, ha sottolineato che “in questi 18 mesi siamo diventati leader nel mondo nel contrasto al falso cibo e ce lo riconoscono tutti, inoltre voglio ricordare il nostro impegno contro il capolarato che come dice il presidente della Repubblica è una piaga da estirpare”. Nel messaggio che il ...

+T -T
Lorenzin: sotto i 112 miliardi il fondo sanitario non può andare

(Regioni.it 2788 - 15/09/2015) Per il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, la prossima manovra economica del Governo non comporterà nuovi tagli al Fondo Sanitario Nazionale, che non può andare sotto i 112 miliardi. Dire che la disponibilità economica per il fondo sanitario “male che vada sarà la stessa dello scorso anno, vuol dire che ci sono 2 miliardi in più e non ci sono tagli lineari al sistema salute", afferma Lorenzin.
“Io farò in modo di avere più risorse possibili - afferma Lorenzin - per andare verso il tendenziale del Def che avevamo approvato nel Patto della salute”.  Questo significa che “il comparto sanità non viene più aggredito, che non ha un decremento del finanziamento, ma che invece comincia a crescere nuovamente, penso che questo sia un obiettivo che tutti ci dobbiamo porre”.
Lorenzin commenta anche le ultime dichiarazioni del presidente del Consiglio, Matteo ...

+T -T
Province: Madia firma decreto su mobilità personale

(Regioni.it 2788 - 15/09/2015) Il ministro Marianna Madia ha firmato il decreto ministeriale sulla mobilità del personale delle Province. A riferirlo – secondo quanto riportato dall’agenzia Public Policy - sono fonti di governo.
Il provvedimento sarà quindi inviato alla Corte dei conti per poi essere pubblicato in Gazzetta ufficiale.
Il decreto chiarirà i criteri del trasferimento dei circa 18mila provinciali che attendono di essere ricollocati dopo la legge Delrio.
Anche se non è stata raggiunta un'intesa con le Regioni, il 4 settembre il Consiglio dei ministri ha deciso di andare avanti. Il provvedimento, fondamentale per gli spostamenti dei provinciali, fisserà le scadenze per avviare la mobilità e il censimento dei posti disponibili in organico.
La tabella di marcia prevede che entro il 31 ottobre 2015 le aree vaste (in questo modo si chiameranno le ex Province) dovranno fornire i dati sui dipendenti in soprannumero.
Per la stessa data anche ...

+T -T
Zingaretti su riforme istituzionali

Puntare a ridurre le Regioni, Titolo V fallito

(Regioni.it 2788 - 15/09/2015) “Bisogna prendere atto che la riforma dell'articolo V della Costituzione è fallita e che c'è un problema generale di ridisegno del rapporto tra Stato, autonomie locali e Regioni”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che riafferma il concetto di affrontare la questione istituzionale.  
Il sistema delle autonomie non tiene più e rischia di non servire alla crescita del Paese e, secondo Zingaretti, “sarebbe il caso di aprire una riflessione generale perchè tutti i giorni ci sono forme di conflitto che arrivano fino a contenziosi e che durano anni. Ogni volta che facciamo una legge di bilancio ci troviamo di fonte a conflitti e quindi è il tempo di mettere mano insieme a nuovi assetti istituzionali e su questo avere coraggio”. Zingaretti - dopo aver sottolineato che “la riforma delle province sta creando tanti problemi” - ha toccato il tema ...

+T -T
Anas: 7 nuovi Capi Compartimento

Rotazione delle massime figure dirigenziali territoriali in Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio.

(Regioni.it 2788 - 15/09/2015) E’ stata “rivoluzionata” l’organizzazione dell’Anas con l’avvio della rotazione dei dirigenti e l’insediamento di un project manager per la E45/E55
Il presidente della società Gianni Vittorio Armani, si legge in una nota, ha nominato sette capi dipartimento avviando quindi una prima fase di rotazione delle massime figure dirigenziali territoriali in Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio. E' stata inoltre istituita la nuova figura di 'Project Manager' per la riqualificazione e messa in sicurezza della E45/E55.  
L'avvicendamento dei capi compartimento, che coinvolge sei regioni del Nord e del Centro Italia, è previsto a partire dal primo ottobre 2015. I nuovi capi compartimento scelti da Armani sono:
1. Raffaele Celia, attualmente alla guida dell'Anas in Piemonte, nominato Capo Compartimento in Umbria;
2. Valter Bortolan, attualmente alla guida dell'Anas in Liguria ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top