Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2792 - lunedì 21 settembre 2015

Sommario
- Governo approva nota di aggiornamento al DEF 2015
- Conferenza delle Regioni il 24 settembre
- Garavaglia: Fondo sanitario all'osso, non ci sono margini per altri tagli
- Calabria: confronto Governo-Regione su utilizzo fondi UE
- Cambiamenti in vista per i vertici di Piemonte e Puglia
- Governo impugna legge regionale del Piemonte su aree protette

+T -T
Calabria: confronto Governo-Regione su utilizzo fondi UE

Puglia: Emiliano, "non ci consentono di eliminare il cofinanziamento dei fondi europei dal patto di stabilità"

(Regioni.it 2792 - 21/09/2015) Si è tenuto il 21 settembre un incontro, a Palazzo Chigi tra il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti e il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio. Al centro della riunione il punto sull'utilizzazione dei Fondi Comunitari 2007-2013 ma anche una prima riflessione sull'elaborazione del Patto per la Calabria, nel quadro della definizione del cosiddetto Masterplan per il Sud. Presenti anche il capo del dipartimento per le Politiche di Coesione Vincenzo Donato, il direttore generale dell'Agenzia per la Coesione Territoriale Maria Ludovica Agro' e il dirigente generale del dipartimento Programmazione della Regione Calabria Paolo Praticò. “Per quanto riguarda il primo punto, il confronto ha registrato la condivisione delle modalità operative attraverso le quali centrare l'obiettivo di un impiego completo dei Fondi entro il 31 dicembre 2015- spiega una nota di Palazzo Chigi- il buon avanzamento dei progetti ha sicuramente beneficiato dell'azione congiunta della task force Agenzia-Regione-Commissione Europea e del contestuale rafforzamento amministrativo e gestionale messo a punto negli ultimi mesi dalla Regione Calabria".
Nel corso della riunione, segnalano sempre da Palazzo Chigi, si e' poi verificato lo stato di approvazione del Por 2014-2020, riscontrando un significativo avanzamento dell'iter della sua approvazione in sede europea.
Quanto al confronto Governo-Regione sul Patto per la Calabria chiamato a definire gli obiettivi di sviluppo del territorio, è stato fissato un percorso di elaborazione condivisa che si concluderà "in tempi brevi”.
Il tema dei fondi europei è stato affrontato, ma in termini piuttosto critici, anche presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, nel corso di una conferenza stampa sulla cooperazione.
“Sono perplesso sulle politiche italiane rispetto al Mezzogiorno – ha detto Emiliano - Perché i fondi europei vengono totalmente saccheggiati. Il Jobs act ha prelevato 3,5 miliardi dai fondi del Mezzogiorno. Ma il Jobs act nella sua trasformazione dei contratti, perché più o meno si tratta di questo, ha effetti soprattutto sulle economie più forti. Con la conseguenza di trasferire al Nord l'utilizzo di questi fondi strutturali che erano da impegnare per il Mezzogiorno. Tengo comunque bassa la palla - ha aggiunto - per decisone politica perché potrei continuare. Ma l'impegno è quello di lavorare e non di fare polemica. Non vogliamo dare l'impressione di fare piagnistei. In questa sede - ha spiegato Emiliano - noi stiamo organizzando il combattimento. Ed è ovvio che lo facciamo con le armi di cui disponiamo. Spieghiamo alla nostra comunità i limiti delle armi di cui disponiamo". "Noi – ha rilevato il Presidente pugliese - siamo contributori netti e diamo più soldi di quanti ne prendiamo. Se la mettiamo in questi termini, l'Ue ha solo un vantaggio. Perché aiuta a utilizzare bene questo danaro ma dal punto di vista della sostanza noi non beneficiamo di nulla”. Per Emiliano, al Mezzogiorno viene fatto “un giochetto che dovrebbe far rivoltare l'Italia intera, cioè non ci consentono di eliminare il cofinanziamento dei fondi europei dal patto di stabilità”. “Noi i fondi europei, con quelle regole – ha concluso - non li possiamo spendere”.


( sm / 21.09.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top