Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2807 - lunedì 12 ottobre 2015

Sommario
- Salute: parte campagna vaccinazione antinfluenzale
- Serracchiani: ridisegno Regioni non è nell'agenda del Governo
- Zaia: chiederò a Renzi perché non applica i costi standard
- Accordo Regioni - Nuclei regolazione servizi pubblica utilità del CIPE
- Gazzetta Ufficiale: rassegna di settembre
- Garavaglia: sbloccati in Lombardia altri 121 milioni per Comuni e Province

+T -T
Salute: parte campagna vaccinazione antinfluenzale

Zingaretti: vaccinatevi contro l'influenza

(Regioni.it 2807 - 12/10/2015) E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale l'autorizzazione per i vaccini antinfluenzali. Il periodo della campagna è da metà di ottobre a fine dicembre.
Ma c’è un problema di comunicazione sul sistema vaccini. Lo rileva Stefania Salmaso, responsabile del centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss). Salmaso denuncia che “circa 5000 bambini ogni anno non vengono vaccinati contro malattie come poliomelite, difterite e tetano. Circa 10.000 non ricevono, all'età giusta, la profilassi contro morbillo e rosolia”.
“In Italia abbiamo una grande tradizione di vaccini e di diritto alla salute”, prosegue Salmaso, ma “secondo i dati raccolti dal ministero della Salute, le vaccinazioni sono "cresciute in un periodo da 2000-2007 quindi rimaste stabili fino al 2012, e diminuite in modo preoccupate dal 2012 a 2014. Un calo con un flessione più importante in alcune regioni”. Colpa anche di internet, specifica l'esperta, che ha “permesso un modello comunicazione orizzontale in cui ogni comunicatore ha lo stesso peso”, senza distinzioni rispetto alla sua autorevolezza. Alcuni genitori “ritengono di essere particolarmente attenti perché mettono in dubbio e valutano quello che la maggior parte delle persone dicono, quindi vogliono 'uscire dal gregge'. In questo non c'è nulla di male - ma devono fare attenzione a quali informazioni prendono e da chi”.
Intanto il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, lancia un appello in favore della prossima campagna vaccinale contro l'influenza stagionale, sgomberando il campo da 'falsi miti' e “pregiudizi infondati”.
“Qualcuno potrebbe dire che parlo in questo modo appunto perchè rappresento l'industria farmaceutica - afferma Scaccabarozzi - ma così ancora una volta si fa il male dei cittadini usando il pregiudizio. Infatti, dicendo ciò si dimentica che per ogni euro speso in vaccini se ne risparmiano 24 in terapie farmacologiche”.
Quindi il ''forte auspicio'' che “tutti i pregiudizi che ci sono finiscano, perchè avremo ben presto una grande emergenza se continuerà questa cultura antivaccini che si è sviluppata negli ultimi anni: ci allarmiamo quando abbiamo un caso di Ebola nel nostro Paese, e poi ci dimentichiamo che l'influenza stagionale provoca ogni anno circa 8mila morti”.
Altro ''pregiudizio'', sottolinea Scaccabarozzi, è quello della scarsa sicurezza: “i vaccini sono sicuri; è giusto che ci sia attenzione, ma va detto che i vaccini immessi in commercio sono super testati: c'è la garanzia dell'Istituto superiore di sanità, dell'Agenzia italiana del farmaco e del ministero della Salute, e se la loro somministrazione è autorizzata è proprio perchè sono stati ampiamente testati”.
La regione Lazio promuove la campagna di vaccinazione antinfluenzale dal 15 ottobre al 31 dicembre, ma per tutto l'anno, prenderà il via anche la campagna del vaccino anti-pneumococcico coniugato, che si fa una volta per tutta la vita. Il presidente Nicola Zingaretti ha spiegato che la Giunta ha stanziato per i due programmi un totale di 17 milioni di euro, di cui 11 per l'influenza e 6 per lo pneumococco. Le dosi di vaccino messe a disposizione sono 1,035 milioni, da offrire gratuitamente attraverso i medici di medicina generale (che sono 4700) e i pediatri di libera scelta (800, su base volontaria). L'offerta gratuita del vaccino antinfluenzale si rivolge in particolare alle categorie fragili e a rischio, come gli anziani.
“Vogliamo con forza lanciare un messaggio di serenita', ma anche un appello: 'chi non si vaccina mette a rischio la propria salute e quella degli altri'. Quindi facciamo appello affinche' ci sia una risposta importante in una regione che è all'avanguardia in Italia per la copertura vaccinale”, sottolinea il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Abbiamo visto cosa accade quando invece, per paura, si torna indietro - aggiunge Zingaretti - Aumentano le malattie, le file, gli affollamenti nei pronto soccorso e si rimane in balia, forse, anche dei propri errori. In più, quest'anno parte un'importante campagna – spiega Zingaretti - di un vaccino, quello pneumococcico, che si fa una volta nella vita e che permette, soprattutto alle persone anziane, di vivere la propria salute in uno stato di maggiore benessere. È un'altra delle scelte di innovazione del nostro sistema sanitario che deve curare bene, ma con la prevenzione deve anche evitare che le persone abbiano bisogno della cura”.

 
 

 



( gs / 12.10.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top