Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2813 - martedì 20 ottobre 2015

Sommario
- Legge di Stabilità: il 22 ottobre Conferenza delle Regioni
- Toti: confermati 2 miliardi di tagli alla sanità
- Sanità: Serracchiani e Zingaretti replicano a Lorenzin
- Rinviato piano vaccini alla Conferenza Stato-Regioni del 5 novembre
- De Luca: bonificheremo la regione e svuoteremo campi rom
- Direttive UE su acque e alluvioni: seminario Cinsedo il 23 ottobre

+T -T
De Luca: bonificheremo la regione e svuoteremo campi rom

(Regioni.it 2813 - 20/10/2015) La Campania è “terra buona” dalla filiera agroalimentare “trasparente”. Merito di un piano di monitoraggio integrato su scala regionale. A sottolinearlo è il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, con un auspicio: "che nasca una nuova Campania”. Si parte dai 450 milioni di euro stanziati dal Governo da spendere per interventi fra le discariche di Taverna del Re e Castelvolturno. Ma anche Bagnoli. Per De Luca ha assicurato che nel giro di tre anni chi verrà in quei territori non troverà più discariche, ma una terra totalmente bonificata.
“Il potere- dice De Luca- oggi è della Regione". In due anni al massimo il presidente promette risultati. Basta con i roghi tossici e con gli inutili pietismi verso i rom. In Campania si svolta e si fa rotta verso la bonifica e la salubrità. “Sono fra quelli – dice Vincenzo De Luca a Expo nel corso della conferenza 'La nuova Campania-La terra buona' - per in quali i campi vanno svuotati”.
"Ritengo che i campi rom vadano svuotati: con grande rispetto per tutti, con grande umanità, favorendo le politiche di integrazione e di accoglienza, ma dicendo anche - ha aggiunto - che se qualcuno pensa di continuare a partire dai campi rom alle quattro di mattina perché riceve mille euro e va ad accendere i roghi tossici se ne deve andare dalla Campania, e se ne andrà”.
“La sfida oggi - ha aggiunto il presidente della Campania - è nelle mani della Regione. Le risorse sono state stanziate e il mio impegno è di concludere le operazioni di bonifica entro due anni e mezzo, tre. E' una sfida terribile. Dobbiamo rimuovere 5,6 milioni di tonnellate di ecoballe. Dobbiamo rimuovere un'emergenza che data da 16 anni, ma noi ce la faremo. Non ho nessun dubbio”.
Non solo: la Campania intende lavorare “per rendere impossibile l'abusivismo”: parola del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che a Expo ha detto di non voler fare una sanatoria ma ha lanciato la proposta di interventi nelle periferie e di un piano antiabusivismo con la possibilità per i Comuni di avere una 'mappa' fatta con i droni del territorio per controllarlo.
“In relazione alla presenza in Campania di 80 mila alloggi abusivi - ha detto ad Expo - qualcuno ha equivocato quando ho detto dobbiamo mettere ordine. Il mio obiettivo non è fare una sanatoria. Il mio obiettivo è duplice: fare in modo che 80 mila alloggi non continuino a sversare i liquami nei fiumi e nei terreni, mentre noi ci salviamo la coscienza dicendo in tv che siamo contro l'abusivismo e poi ce ne torniamo a casa, nei nostri salotti, e quelli continuano ad inquinare i terreni agricoli”.
“Non saranno sanabili - ha assicurato - né le costruzioni abusive fatte in zone di vincolo assoluto; né quelle in zone dove c'è pericolo per la pubblica incolumità; né quelle realizzate dalle imprese legate alla camorra”. E quindi "parleremo solo di possibilità di piani di recupero, di interventi - ha aggiunto - nelle periferie dove non c'è nessun ambiente che viene deturpato e dove l'operazione serve non ad incentivare l'abusivismo ma a togliere alla Camorra il controllo del territorio”.
In contemporanea partirà un piano antiabusivismo. "Avremo la possibilità di utilizzare i controlli satellitari e con i droni per dare a ogni amministrazione comunale una mappa aggiornata del suo territorio perché nessuno abbia più alibi ed abbia a fare abusivismo. Ogni settimana - ha concluso – avranno l'obbligo di controllare il territorio. Altrimenti si butta giù subito e non dopo che hanno fatto 80 mila case e diventa un problema militare, non di amministrazione”.
“La Campania è oggi la prima Regione d'Italia per controlli e monitoraggio ambientale": lo ha affermato Vincenzo De Luca a Expo presentando i risultatati della mappatura ambientale della regione. I 4.400 campioni di suolo controllati hanno permesso di determinare che solo il 3,8% della superficie campana “presenta delle criticità” come ha spiegato il commissario dell'Istituto zooprofilattico del Mezzogiorno Antonio Limona, certo “non un dato di grande allarme”. I 659 campioni di acque, i 2.942 campioni di vegetali (solo 4 non conformi), i 1.654 campioni animali (con due casi di diossina nel latte di capra) hanno permesso al governatore della Campania di “rivendicare con coraggio” i controlli a tappeto, che saranno ripetuti ogni anno, e di dire che "il 97% del territorio è assolutamente pulito, gradevole, vergine, ambientalmente protetto. Non so quante regioni d'Italia possano vantare questi risultati". Una operazione "verità", che ha anche "l'obiettivo - ha aggiunto De Luca - economico di rilanciare in grande la produzione agricola e agroalimentare campana”.
L'obiettivo dichiarato è quello di “rilanciare delle produzioni agroalimentari, come quella della mozzarella di bufala e quella della pasta di Gragnano, che sono al vertice mondiale. La Campania è la Regione italiana che offre oggi la maggiore qualità e varietà di produzione agricola e agroalimentare. Abbiamo la campagna più buona d'Italia" ha concluso.
 




( red / 20.10.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top