Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2821 - venerdì 30 ottobre 2015

Sommario
- Legge di stabilità: Conferenza delle Regioni il 2 novembre alle 14.30
- Mattarella: nelle politiche pubbliche va considerata sostenibilità funzioni
- CREA: il mancato aumento del fondo sanitario è un taglio
- Scuola: al via Piano nazionale digitale
- Delrio, De Luca ed Emiliano sull'Alta velocità Napoli-Bari
- Assemblea Anci: gli interventi degli esponenti del Governo
- Seminario "Better regulation" nella UE: principi, obiettivi e strumenti

+T -T
Delrio, De Luca ed Emiliano sull'Alta velocità Napoli-Bari

(Regioni.it 2821 - 30/10/2015) Per l’alta velocità Napoli-Bari si aprono tre nuovi cantieri. Il ministro dei Trasporti Graziano Delrio ha quindi annunciato queste opere preliminari come testimonianza che sull'Alta velocità tra Napoli e Bari si stia facendo sul serio: “da ottobre del 2014 ad oggi – spiega Delrio - abbiamo aperto il 57% dei cantieri. Un anno fa eravamo all'1%. Ci sono cantieri per le opere preliminari che stiamo aprendo proprio in questi giorni. Le prime due tratte, Napoli-Cancello e Cancello - Frasso Telesino, hanno tempi di realizzazione medi di 5 anni, 4 anni da adesso perché parte dell'opera è già iniziata. Nel frattempo stiamo lavorando anche in Puglia, e quindi l'Alta velocità ha già a disposizione più di 4 miliardi di euro con cantieri aperti. Direi che finalmente parliamo delle cose concrete dopo le promesse. Oggi solo buone notizie”.
“Non credo – afferma Delrio - che avremo grandi problemi a rispettare i tempi e la popolazione sarà informata in tempo reale”.
L'aria nel Mezzogiorno “sta cambiando”, aggiunge Delrio, “nel Mezzogiorno bisogna mettere le imprese nelle condizioni di fare impresa e bisogna far vedere alla gente del Sud che le cose non si dicono ma si fanno. Rimettiamo in piedi la fiducia”.  
Anche il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, evidenzia che qualcosa sta cambiando per il Sud. “Le liturgie non mi sono mai piaciute, specie nei rapporti tra il governo e il Sud quando alla solidarietà non seguiva mai un euro. Ora mi sembra che le cose stiano cambiando e che quella stagione si è chiusa”. Per De Luca saluta l'apertura di tre nuovi cantieri per opere civili in Campania sulla linea dell'Alta Velocità Napoli-Bari, evidenziando anche il pericolo dei possibili intoppi burocratici che potrebbero ostacolare l'opera nel suo prosieguo. “Mi vengono i brividi addosso – afferma De Luca - ogni volta che un'opera giunge al Cipe. Magari l'approvano e poi passa un anno per avere un timbro della Corte dei Conti. L'appello che faccio al governo è ad avere una concentrazione straordinaria su quei nodi amministrativi che ci fanno perdere tempo prezioso. Ad ogni modo oggi siamo qui a registrare che siamo in movimento e che possiamo vincere la sfida per avvicinare la Puglia alla Campania”.
Il presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, sottolinea come ci sia stato sempre un legame meraviglioso con Napoli, “dove i nostri giovani studiavano nella prima facoltà di economia d'Europa e le classi dirigenti pugliesi si istruivano nell'arte del governo”.
“Da parte nostra - aggiunge Emiliano - l'anelito a ricongiungerci con Napoli è fortissimo. Perciò la Puglia ha voluto fortemente questa tratta persino in tempi in cui, mi riferisco alla precedente amministrazione, tutto questo desiderio in Campania non c'era perche l'Alta Velocità a Napoli arriva già e si pensava che questa tratta servisse solo alla Puglia. Ora invece si è compreso - e a sentire le parole di De Luca mi si è riempito il cuore - che il collegamento tra le due zone più attive del Mezzogiorno continentale è utile anche alla Campania e che quell'anelito di ricongiungimento è stato recepito”.

 
 
 
 


( gs / 30.10.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top