Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2822 - lunedì 2 novembre 2015

Sommario
- Chiamparino su legge di stabilità: serve un miliardo in più
- Legge di stabilità: le prime valutazioni delle Regioni
- Renzi: “adesso con le Regioni ci divertiamo, ma sul serio”
- Toti e Ceriscioli esprimono preoccupazione sulla legge di stabilità
- Marini: legge di stabilità, “preoccupazione per tagli alla sanità”
- Tecnici Parlamento su legge di stabilità: Governo valuti tagli a Regioni

+T -T
Tecnici Parlamento su legge di stabilità: Governo valuti tagli a Regioni

Nel triennio 2017-2019 tagli Regioni per oltre 17 miliardi

(Regioni.it 2822 - 02/11/2015) Sono 17 i miliardi di tagli alle Regioni nel corso degli ultimi anni. Lo evidenziano i tecnici di Camera e Senato che, valutando i contenuti della legge di stabilità, sostengono come “sarebbe utile una valutazione del Governo in merito alla effettiva praticabilità” dei tagli alle Regioni, a cui vengono chiesti “nel triennio 2017-2019 complessivamente nuovi risparmi per oltre 17 miliardi”.
I tecnici parlamentari sottolineano quindi i margini "ristretti" visto che non vanno inclusi le risorse della sanità, tenendo conto anche del finanziamento dei livelli essenziali di assistenza.  
Pertanto sono molti i dubbi dei tecnici di Camera e Senato nel dossier sulla legge di Stabilità: dalla sostenibilità dell'irrigidimento del turnover, così come esistono rischi di tensioni sulle risorse per la Sanità, alla effettiva praticabilità dei tagli alle Regioni cui vengono chiesti nel triennio 2017-2019 complessivamente nuovi risparmi per oltre 17 miliardi.
Rispetto all'articolo 34 della Legge di Stabilità (Concorso alla finanza pubblica delle Regioni e Province autonome), scrivono i tecnici di Camera e Senato, “relativamente al contributo richiesto alle regioni per il raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica, sarebbe utile una valutazione del Governo in merito alla effettiva praticabilità della misura, atteso che nel triennio 2017-2019, per effetto cumulato dei commi 1 e 2 viene chiesto complessivamente alle regioni di conseguire nuovi risparmi per oltre 17 miliardi”.
Le Regioni, ricordano i tecnici, sono tenute all'erogazione del contributo “nel rispetto del finanziamento dei livelli essenziali di assistenza e dunque il margine di intervento sulla diverse voci di bilancio su cui intervenire appare ristretto”.
I tecnici del servizio Bilancio ricordano che già con il decreto Irpef dello scorso anno, "i cui effetti non sembrano venuti meno", si è chiesto "un contributo" alle Regioni, cui si sommeranno "gli ulteriori risparmi di spesa che dovrebbero discendere dall'applicazione per le regioni della regola del pareggio di bilancio" miliardi di euro".
I tecnici sottolineano che "relativamente all''utilizzo delle disponibilità in conto residui iscritte in bilancio per l''anno 2015, relative al ''Fondo per assicurare la liquidità per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili'', per 1.300 milioni di euro, andrebbe innanzitutto chiarito che tale utilizzo non determini l''alterazione di effetti d''impatto già scontati nei tendenziali di spesa. Inoltre, stante l''utilizzo di somme in conto residui, andrebbe certificato che si tratta della componente accesa a residui di stanziamento e non a residui cosiddetti ''propri'', poiché, in tal caso, si tratterebbe di impiego di risorse già impegnate ad altre finalità".
"In particolare considerata la finalità di pagamento dei debiti commerciali esistenti al 2013, andrebbe chiarito se tali debiti siano stati completamente estinti e quindi le somme residue siano liberamente utilizzabili per altra finalità".


( gs / 02.11.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top