Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2823 - martedì 3 novembre 2015

Sommario
- Chiamparino: chiediamo al Governo modifiche e un confronto costruttivo
- Rossi, Serracchiani e Bonaccini su legge di stabilità e incontro con Governo
- Zaia, Toti e Maroni su legge di stabilità e incontro con Renzi
- Legge di stabilità e incontro con Governo: Emiliano, Zingaretti e Ceriscioli
- Legge di stabilità: audizione in Parlamento della Corte dei Conti
- De Biasi e Garavaglia su Fondo Sanitario Nazionale

+T -T
Legge di stabilità e incontro con Governo: Emiliano, Zingaretti e Ceriscioli

(Regioni.it 2823 - 03/11/2015) Nella sanità “bisogna lottare, combattere, tenere bassi i costi, migliorare la qualità e risparmiare i soldi”. Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla necessità che Regioni ed enti locali non aumentino le tasse. “L'ho già detto io prima che non avrei aumentato le tasse”, aggiunge Emiliano. “È già tutto altissimo e non si possono alzare le tasse, non si può alzare il ticket”.
A chi gli chiedeva se Renzi avesse sfidato le Regioni con la Legge di stabilità, Emiliano ha risposto che “io non ho mai sfidato nessuno né mi sento sfidato da nessuno. Noi siamo sfidati dalle cose da fare. Al presidente del Consiglio – dichiara Emiliano - importa che noi utilizziamo bene il denaro pubblico per far funzionare in modo adeguato la sanità”.
L'incontro con il Governo, secondo il presidente del Lazio Nicola Zingaretti, “è una buona notizia perché potrà partire il confronto che dovrà essere sul futuro dell'Italia e sulle innovazioni necessarie per cambiare. L'epilogo - ha detto Zingaretti - non potrà che essere una grande riforma che, in tempi non biblici, ridisegni funzioni e numero delle Regioni. Occorrono meno sprechi da parte di tutti e forse meno funzioni alle quali devono corrispondere coperture adeguate. Si può fare anzi, si deve fare”.
Il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, in vista dell'incontro con il
premier Matteo Renzi sui tagli previsti dalla legge di stabilità sostiene di andare “all'incontro con spirito costruttivo: vogliamo sottoscrivere un accordo”. Un accordo possibile “anche a risorse invariate, che veda alla base il riconoscimento del valore di ciò che le Regioni stanno facendo" e affinché non vengano additate come "luogo di spreco, ma come parte del processo di risanamento del Paese”.
“L'aspetto per noi molto importante nell'incontro è poter fare un patto, un accordo perché tutti insieme, nei prossimi anni, possiamo fare al meglio i nostri compiti rispetto al Paese”.
“La legge di stabilità non è lontana dai bisogni delle Regioni, se riusciamo a fare un piccolo passettino può essere un grande risultato - continua il presidente delle Marche - La cosa importante, al di là del risultato economico, è che ci sia un salto di qualità nel come si affronta questo passaggio”.



( red / 03.11.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top