Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2825 - giovedì 5 novembre 2015

Sommario
- Legge di stabilità: Regioni "sospendono" parere
- Piano vaccini: ministero economia chiede rinvio in Stato-Regioni
- Legge di stabilità: Emiliano, Rossi, Marini e Oliverio
- Legge di stabilità: Toti, Zaia e Maroni
- Legge di stabilità: Serracchiani, Pigliaru e Ceriscioli
- Agricoltura: audizione Regioni alla Camera sul caporalato

+T -T
Legge di stabilità: Emiliano, Rossi, Marini e Oliverio

(Regioni.it 2825 - 05/11/2015) La Conferenza delle Regioni ha deciso all'unanimità di sospendere il parere sulla Legge di stabilità, anche perché sono stati avviati una serie di tavoli di lavoro con il Governo, così come deciso nel corso dell’incontro a Palazzo Chigi del 4 novembre.
Comunque se non arriverà il decreto cosiddetto salva-Regioni, ha spiegato presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, “siamo pronti a restituire le chiavi”. Per Emiliano “il decreto è un atto dovuto che va fatto subito, ci sono gli assestamenti di bilancio da fare”.
Emiliano ha quindi commentato così l’incontro Governo-Regioni sulla legge di stabilità: “c’è stata una richiesta di armistizio che il governo ha accolto, abbiamo evitato di dare via libera allo scontro e stiamo cercando soluzioni tecniche. Cercheremo di fare in modo che i tagli, che devono essere fatti, non vadano a finire sui fratellini più magri ossia le Regioni sud".
Emiliano aggiunge: “le Regioni del Nord, che producono più reddito, immagineranno di recuperare cio' che si perde con qualche tecnica per redistribuire il minor gettito in modo da non avere particolari tagli - ha spiegato Emiliano - Noi al Sud spieghiamo che e' vero che ci sono situazioni difficili, ma derivano anche dal fatto che i meccanismi di riparto del fondo sanitario nazionale sono iniqui con il Mezzogiorno”.
“Da buoni fratelli troveremo come al solito un'intesa - dichiara Emiliano - Questo e' un miracolo, le Regioni si autogovernano senza un meccanismo che le obblighi alle intese e lo fanno secondo lo spirito della Costituzione”.
“Renzi ha messo 1 miliardo in più - ha ricordato Rossi -. Diciamo che è poco. Si tratta, però, di tenere i tavoli aperti e di vedere, ad esempio, come risolviamo lo sciopero indetto dai medici per il 16 dicembre. I medici chiedono un riconoscimento del loro ruolo, che i precari siano sistemati perche' il precariato si è troppo allargato. Chiedono anche che si avvii la discussione per il rinnovo del contratto. È da sette anni che in tutto il comparto pubblico è fermo e io aggiungo che la sanità ha tenuto e lo si deve al sacrificio dei tanti operatori a cui e' giusto riconoscere una serie di cose che loro chiedono. I medici chiedono anche che si vada avanti sulla strada di un servizio pubblico, universalistico, equo e solidale”. Anche il presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, spiega che “si è trattato di un incontro positivo perché è andato nella direzione da noi auspicata”.
Per Marini infatti “si è entrati nel merito delle questioni poste dalle Regioni soprattutto rispetto a quella delle risorse del fondo sanitario". "Con il Governo – aggiunge Marini - abbiamo condiviso che è possibile recuperare importanti fondi da una decisa azione di efficientamento della spesa. Altrettanto importante è che vi siano risorse distinte dal fondo sanitario per il rinnovo del contratto del comparto sanità”.
Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria, sempre in merito all'incontro Governo-Regioni, ha sostenuto che “è stato un incontro positivo perché abbiamo riscontrato la disponibilità del governo ad affrontare alcune questioni sul tappeto. La creazione di un tavolo tecnico, predisposto per affrontate temi come la sanità, è una dimostrazione dello sforzo compiuto in questa direzione”. “Credo – aggiunge Oliverio - che ci siano i margini per indurre il Governo a rivedere alcuni parametri in materia di servizio sanitario. Le regioni non chiedono infatti stravolgimenti, riguardo alle cifre, ma solo relativi aggiustamenti in un settore fondamentale per un paese civile, un settore che interessa la vita di milioni di persone”.
Infine Marini ha anche "apprezzato la disponibilità del Governo ad assumere iniziative tese ad accelerare la spesa delle risorse europee, soprattutto quelle finalizzate agli investimenti". Marini ha infine auspicato che parta subito il lavoro del Tavolo tecnico deciso nel corso dell'incontro a Palazzo Chigi che dovrà verificare la quantità di risorse che potranno essere recuperate dalle azioni di efficientamento della spesa”.

Sanità, Rossi (Toscana): sciopero medici ha validissime ragioni Sanità: Rossi, referendum? Non vedo rischi particolari (TOS) SANITÀ. ROSSI: NON TEMO REFERENDUM, MICA LA PRIVATIZZIAMO L.STABILITÀ: ROSSI "RUMORE SCIABOLE SERVITO A POCO" SANITA': ROSSI, RENZI SI ISPIRI DAVVERO A BLAIR CON PIU' RISORSE = L.STABILITÀ. ROSSI: RUMORE SCIABOLE SERVITO A POCO, BENE CONFRONTO L.STABILITÀ. ROSSI: REGIONI HANNO GESTITO MALE TRATTATIVE CON RENZI REGIONI. EMILANO: SENZA DL RICONSEGNIAMO LE CHIAVI = Regioni: Emiliano, decreto o riconsegniamo le chiavi = REGIONI: EMILIANO, SE DECRETO SU BILANCI NON ARRIVA RICONSEGNAMO CHIAVI = L.STABILITA': EMILIANO, REGIONI SOSPENDONO PARERE IN ATTESA ESITO TAVOLI = Dl Salva Regioni, Emiliano: se non arriva riconsegnamo chiavi ++ L.Stabilità:Emiliano,senza decreto restituiamo chiavi ++ REGIONI: EMILIANO "SE NON ARRIVA DECRETO, CONSEGNIAMO CHIAVI" REGIONI. EMILIANO: DIFFICILE FAR CAMBIARE IDEA A CHIAMPARINO L. stabilità, Emiliano: non si tagli sui fratellini magri del Sud Regioni: Emiliano, difficile 'Chiampa' cambi idea ma lo spero = L.Stabilità: Emiliano, tagli non cadano su Regioni del sud L.STABILITA': EMILIANO, ALLA FINE REGIONI NORD E SUD TROVERANNO INTESA = REGIONI, EMILIANO: DIFFICILE ''CHIAMPA'' CAMBI IDEA, MA LO SPERO Regioni: Emiliano, speriamo Chiamparino cambi idea L.STABILITA': EMILIANO "ARIA FRITTA? ABBIAMO RICOMINCIATO A LAVORARE" REGIONI: RENZI 'SMINA' PROTESTA, CHIAMPARINO PIU' SOLO = L.STABILITA'', ANCHE EMILIANO A PALAZZO CHIGI PER INCONTRO GOVERNO-REGIONI L.stabilità:Emiliano a Renzi, battute non risolvono problema L.STABILITA': OLIVERIO, AL LAVORO PERCHE' FRONTE REGIONI RESTI UNITO = CALABRIA. OLIVERIO: POSITIVO INCONTRO CON GOVERNO SU SANITA' Governo-Regioni: Oliverio, incontro positivo Stabilita': Marini (Umbria), andati in direzione auspicata = L.Stabilità: Marini, andati in direzione da noi auspicata L.Stabilità: presidente Umbria,non siamo controparte Governo L.Stabilità, Marini: presidenti Regione non dicono bugie L.STABILITÀ: MARINI "PIÙ INVESTIMENTI PER LE REGIONI"  


( gs / 05.11.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top