Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2827 - lunedì 9 novembre 2015

Sommario
- Ocse: bene economia Italia accompagnata da riforme
- Energia: parere su decreto per incentivi a fonti rinnovabili
- Programma "frutta nelle scuole": regionalizzare bandi gara per forniture
- Sanità: piano nazionale per la prevenzione della corruzione
- Protesi: aumentano gli impianti per anca e ginocchio
- Decreto "salva bilanci": la precedente proposta delle Regioni

+T -T
Ocse: bene economia Italia accompagnata da riforme

Boschi: le riforme sono un processo in corso

(Regioni.it 2827 - 09/11/2015) Bene le riforme, producono effetti positivi. Nel 2016 e 2017 l'economia italiana dovrebbe crescere a un ritmo annuo più sostenuto. E’ quanto indica l’Ocse nel suo Economic outlook, presentato ad un Forum a Parigi dove ha partecipato anche il nostro ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi.
In Italia sono state varate “riforme significative che hanno sostenuto la crescita”, scrive l'Ocse, evidenziando “i progressi del governo nell'attuazione del suo piano di riforme”. In particolare, segnala l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, il 'Jobs Act' sta “portando a una svolta nel mercato del lavoro, rendendo la crescita più inclusiva”. Tutto ciò è legato anche alla creazione di una Agenzia Nazionale del Lavoro che permetterebbe “di definire e coordinare le politiche attive del lavoro fra le diverse regioni, contribuendo a dare lavoro di buona ...

Documento della Confererenza delle Regioni del 5 novembre

+T -T
Energia: parere su decreto per incentivi a fonti rinnovabili

Le misure non riguardano gli impianti fotovoltaici

(Regioni.it 2827 - 09/11/2015) E’ positivo il parere sul decreto di incentivazione della produzione di energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili non fotovoltaiche. Il via libera è arrivato durante la Conferenza Unificata del 5 novembre anche in considerazione dei correttivi introdotti dal ministero dello sviluppo economico proprio durante il confronto con le Regioni.
Nel documento con cui è stato formulato il parere sono riportati anche specifici rilievi e osservazioni di singole Regioni (Puglia, Molise, Abruzzo, Molise, Veneto, Valle d’Aosta e provincia autonoma di Trento).
Si riporta di seguito il testo del documento, senza gli allegati proposti dalla Regione Puglia e dalla regione Molise (che sono però contenuti nella versione integrale pubblicata nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it)

Documento della Conferenza delle Regioni del 5 novembre

+T -T
Programma "frutta nelle scuole": regionalizzare bandi gara per forniture

(Regioni.it 2827 - 09/11/2015) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nella riunione del 5 novembre ha approvato un ordine del giorno che riguarda il Programma comunitario frutta e verdura nelle scuole con cui si chiede al ministro delle politiche agricole “ogni utile iniziativa atta a consentire la regionalizzazione del bando di gara per l’affidamento della fornitura e distribuzione dei prodotti ortofrutticoli agli alunni delle scuole primarie a partire dall’anno scolastico 2016/2017”. L’ordine dl giorno è stato consegnato al governo nel corso della Conferenza Stato-Regioni che si è tenuta lo stesso 5 novembre ed è stato pubblicato nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it.
Si riporta di seguito il testo integrale.

+T -T
Sanità: piano nazionale per la prevenzione della corruzione

Cantone: una piccola rivoluzione copernicana

(Regioni.it 2827 - 09/11/2015) “Il sistema sanitario è un valore e come tale deve essere preservato da tutti i possibili rischi che ne minino le fondamenta”. Cosi' Lucia Borsellino, responsabile per Agenas dei lavori del Tavolo tecnico congiunto tra Ministero della Salute, Anac e Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, nel corso della presentazione del Piano nazionale per la prevenzione della Corruzione in Sanità.
Quindi prevenire il rischio di comportamenti corruttivi in sanità significa rendere trasparenti i processi organizzativi e gestionali, le relazioni interne ed esterne”.
Raffaele Cantone, presidente dell'Anac (Autorità nazionale Anticorruzione), ha tenuto a sottolineare che “sulle stime della corruzione in sanità ogni tanto vengono sparati numeri. Ma io sono molto scettico sulla capacità di qualunque meccanismo che, ad oggi, sia in grado davvero di stimare qual è in generale il danno da corruzione, ...

+T -T
Protesi: aumentano gli impianti per anca e ginocchio

(Regioni.it 2827 - 09/11/2015) E’ aumentato negli ultimi 15 anni in Italia il numero di impianti protesici: 141% quelle di anca e 226% quelle del ginocchio. E’ particolare il dato relativo ai pazienti più giovani: in questi, infatti, l'aumento è stato del 145% per le protesi di anca e del 283% per le protesi di ginocchio.
L'Italia è così ai primi posti in Europa per numero di protesi impiantate in tutte le articolazioni e per il livello di affidabilità, secondo quanto emerso durante il 100° Congresso della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (Siot).
Per quanto riguarda la distribuzione geografica la chirurgia protesica dell'anca e del ginocchio
conta un numero maggiore d'interventi nelle regioni del Nord in cui si eseguono circa il 60% degli interventi sull'anca e il 63% di quelli sul ginocchio, mentre in quelle centrali (Toscana, Umbria, Marche e Lazio) si eseguono il 22% circa delle protesi d'anca e il 15% di ginocchio ed infine nel Mezzogiorno si contano il 19% di interventi sull'anca e il 25% circa sul ginocchio.
Secondo i dati della Siot, in Italia vengono impiantati ogni anno oltre 200.000 protesi, di cui: oltre 100.000 d'anca, poco più 85.000 di ginocchio e circa 15.000 tra protesi di spalla, gomito e caviglia.
Attualmente, la richiesta di protesi è aumentata specie nei soggetti ad elevata richiesta funzionale: il miglioramento della qualità dei materiali, delle tecniche chirurgiche, di quelle ...

Documento della Conferenza delle Regioni del 24 settembre

+T -T
Decreto "salva bilanci": la precedente proposta delle Regioni

(Regioni.it 2827 - 09/11/2015) Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 6 novembre il Cosiddetto “Decreto salva bilanci” o meglio il provvedimento che definisce le norme di contabilizzazione nei bilanci regionali delle anticipazioni sul DL 35/2013 (vedi "Regioni.it" n.2826).
Su questo tema la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome aveva avanzato una sua specifica proposta presentandola al Governo nel corso della Conferenza Stato-Regioni del 24 settembre.
Si riporta di seguito il testo integrale del 24 settembre (pubblicato anche sul sito www.regioni.it nella sezione “Conferenze”)
Punto 22) O.d.g. Conferenza Stato-Regioni
La sentenza della Corte Costituzionale n. 181/2015 ha bocciato le modalità di contabilizzazione dell’anticipazione di liquidità prevista dagli artt. 2 e 3 del DL n. 35/2013.
La sentenza ha affermato che le modalità di utilizzo delle risorse ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top