Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2831 - venerdì 13 novembre 2015

Sommario
- Pubblica amministrazione: rapporto sulle intimidazioni
- Sale il PIL, ma rallenta. Aumenta il debito pubblico
- Consiglio dei Ministri: fondi per Terra dei fuochi, Bagnoli e Giubileo
- Demenza: censimento nazionale sui servizi
- Chiamparino: auspicabile un decentramento guidato
- Zingaretti su sblocco turn over in sanità e nuovi contratti

+T -T
Zingaretti su sblocco turn over in sanità e nuovi contratti

(Regioni.it 2831 - 13/11/2015) “E' una giornata storica”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine della firma del decreto sullo sblocco del turn over. “Con il decreto – spiega Zingaretti - inizia finalmente la stabilizzazione dei precari della sanità del Lazio”.
“Abbiamo programmato con ventuno sigle sindacali l'avvio delle assunzioni nel triennio di almeno 1200 nuove unità, che saranno figlie di due svolte storiche - ha aggiunto - uno è il blocco del turn over, già passato dal 10 al 30 per cento, ma che passerà ogni anno al 40 e poi al 50% negli anni successivi.
Questo vuol dire che riprenderanno politiche di personale legate alle esigenze della rete ospedaliera e della sanità. Seconda grande svolta – aggiunge Zingaretti - è che finalmente dopo 10 anni iniziamo con la stabilizzazione del personale precario. Questo è importantissimo, perché il blocco delle assunzioni ha creato tante consulenze e tanto precariato. Invece oggi possiamo iniziare la stabilizzazione. Questo vorrà dire più tutele e garanzie per il lavoratori: ricordiamo che in molti anni le conferme dei contratti si davano a novembre per l'anno successivo. E poi noi ci auguriamo che questi numeri, oggi assolutamente compatibili con la riduzione della spesa sanitaria, se i conti andranno meglio e non tagliano il Fondo, potranno ulteriormente crescere”.
Inoltre affronta il tema del contratto nazionale sanità: “il contratto nazionale sanitario è bloccato da molti anni e il nuovo contratto permetterà con nuove regole di aderire a una sanità che è cambiata".
“Noi non dobbiamo destrutturare o chiudere la sanità – spiega Zingaretti - ma dobbiamo modificarla e individuare alcuni grandi ospedali e punti di eccellenza e costruirvi intorno una sanità territoriale e di prossimità che offra servizi diversi. Già questo chiarisce come noi abbiamo bisogno di forme contrattuali che indichino l'innovazione. Per questo è importante non dico superare le rigidità - ha detto Zingaretti - ma costruire una politica contrattuale legata alla sanità di oggi è non a quella di 10 anni fa. All'ultimo incontro del presidente Renzi con le Regioni – evidenzia Zingaretti - è stato affermato un principio molto importante: i fondi per il contratto non fanno parte del Fondo sanitario ma saranno esterni e ciò permetterà una flessibilità nelle risorse che è di buon auspicio”.

  
 


( red / 13.11.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top