Regioni.it

n. 2832 - lunedì 16 novembre 2015

Sommario

+T -T
Attentati a Parigi: l'attenzione delle Regioni italiane

Dichiarazione congiunta del Presidente Chiamparino e del Vicepresidente Toti

(Regioni.it 2832 - 16/11/2015) Il giorno dopo la serie di attentati che hanno sconvolto la Capitale francese ed il mondo intero, il Presidente della Conferenza delle Regioni. Sergio Chiamparino e del Vicepresidente Giovanni Toti hanno diffuso la seguente dichiarazione congiunta.
“Di fronte a quanto avvenuto questa notte (13 novembre, ndr) non possiamo che provare sgomento e orrore, e vogliamo esprimere solidarietà alle famiglie delle vittime, al popolo e al governo francese. Diamo la nostra piena disponibilità a collaborare con il governo italiano e con tutti i paesi dell'Unione Europea per il rafforzamento delle misure di sicurezza che già si stanno mettendo in atto. Nei prossimi giorni convocheremo una conferenza straordinaria per seguire attentamente l'evoluzione dei fatti”.

sabato 14 novembre 2015
Attentati a Parigi: dichiarazione congiunta di Chiamparino e ...

+T -T
Attentati a Parigi: la vicinanza e la solidarietà delle Regioni (1)

(Regioni.it 2832 - 16/11/2015) Il sentimento di solidarietà la popolo francese ha percorso tutte le Regioni d’Italia, dal Nord al Sud.
Guardando alla parte settentrionale del nostro paese sono da registrare le dichiarazioni e le prese di posizione dei presidenti Rollandin, Chiamparino, Toti, Maroni, Zaia, Rossi, Kompatscher, Serracchiani e Bonaccini.
Esprimendo solidarietà alla Francia “ferita dal terrore”, il presidente della Regione Valle d'Aosta, Augusto Rollandin, ha condannato gli “ignobili attacchi” avvenuti a Parigi, attraverso un Tweet inviato questa mattina. La Maison du Val d'Aoste, sede di rappresentanza valdostana nella capitale francese, oggi è stata chiusa in segno di lutto.
Per il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, “oltre alla vicinanza e a mostrare che non abbiamo paura, il tema con cui dobbiamo misurarci è cercare di capire la cause. Ci vuole una seria riflessione sulle politiche dell'Occidente e ...

+T -T
Attentati a Parigi: la vicinanza e la solidarietà delle Regioni (2)

(Regioni.it 2832 - 16/11/2015) Gli atti terroristici di inaudita violenza che hanno sconvolto Parigi la notte del 13 novembre hanno inciso le coscienze civili di tutte le istituzioni e, hanno segnato profondamente le comunità territoriali di tutta Europa. Anche nelle regioni italiane si sono succedute, sin dalle prime ore dopo la tragedia, le dichiarazioni e le prese di posizione dal Sud al Nord, passando per il centro. In quest’ultimo ambito territoriale della penisola sono da registrare le affermazioni di Rossi, Zingaretti, Marini, D’Alfonso e Ceriscioli .
“Il terrore ha colpito brutalmente Parigi, con attentati strazianti, coordinati da un'unica regia. È la più grave strage dal dopoguerra e siamo tutti ostaggi sotto tiro”, ha scritto sul suo profilo Facebook il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. “L'Isis porta la guerra in casa nostra e gli Stati Uniti e l'Europa non possono restare passivi. Ora o mai più - ha aggiunto ...

+T -T
Attentati a Parigi: la vicinanza e la solidarietà delle Regioni (3)

(Regioni.it 2832 - 16/11/2015) Tristezza, sgomento, rabbia, ma anche tanta voglia di reagire hanno caratterizzata l’inizio della nuova settimana dopo il venerdì di sangue che ha scosso la Francia. Sentimenti condivisi anche da molti italiani, al Nord come al Sud. Nel mezzogiorno d’Italia si sono levate, fra le altre, le voci dei Presidenti delle Regioni.
“Tutti i nostri pensieri a Parigi. Nei cuori di tutti noi le tante, troppe, vittime. Un attacco che colpisce l'Europa intera, ci colpisce: uniti ora più che mai contro la violenza cieca e vigliacca, impietosa. Non può che essere ferma la condanna di un mondo che ha scelto di esprimersi, perché ci crede, per il rispetto dell'altro, del suo pensiero e della sua libertà”. Questo il commento ai drammatici fatti parigini del Presidente del Molise, Paolo di Laura Frattura. “È profondo il dolore che tutti viviamo in queste ore, come profondo è lo sconcerto per un atto ...

+T -T
Istat: report 2013 su società partecipate

(Regioni.it 2832 - 16/11/2015) Le società pubbliche partecipate sono oltre diecimila. Lo evidenzia l’ultimo Report dell’Istat del 2013.
Esattamente le unità con una forma di partecipazione pubblica in Italia sono 10.964, ed hanno 953.100 addetti. Ma le imprese attive sono 7.767, con 927.559 addetti.
Nel Report si precisa che, al netto delle attività finanziarie e assicurative, le imprese a controllo pubblico generano complessivamente oltre 57 miliardi di valore aggiunto. E circa due terzi delle controllate pubbliche hanno registrato un utile di esercizio nel 2013 (poco meno di 1 miliardo di euro). E si registrano perdite per più di un miliardo e utili per più di due, con un saldo di 900 milioni. I maggiori volumi di utile sono generati dalla fornitura di energia elettrica e gas (702 mln) e servizi idrici e gestione dei rifiuti (348 mln), mentre il settore con i maggiori volumi di perdite è quello dei trasporti (-180 mln).
Il 57,6% ...

+T -T
Farmaci: abuso in Europa e in Italia

(Regioni.it 2832 - 16/11/2015) Il consumo di antibiotici è sempre alto e non solo nel nostro Paese, ma in tutta Europa.
Secondo gli ultimi dati dell'European Center for Diseaeses Control and Prevention (Ecdc) l'Italia è infatti ai primi posti per consumi di farmaci. Il fenomeno riguarda soprattutto l’acquisto di farmaci fuori dagli ospedali. Ma in questo modo aumenta la presenza di batteri resistenti agli antibiotici, con quasi tutte le specie che proliferano, effetto quindi dell'abuso di questi farmaci.
Il dato medio Ue per il 2014 è 21,6 dosi al giorno ogni mille abitanti, e varia dalle 10,6 dell'Olanda alle 34,6 della Grecia. L'Italia, con 27,8 dosi, è al quinto posto, dietro a Francia, Romania e Belgio.
“Come negli anni precedenti - scrivono gli esperti dell'Ecdc -, le penicilline sono l'antibiotico più utilizzato in tutti i paesi, anche se la proporzione fra i vari gruppi di antibiotici varia molto. Ad esempio le cefalosporine sono lo ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.078s