Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2835 - giovedì 19 novembre 2015

Sommario
- Piano vaccini: audizione rappresentanti Conferenza Regioni
- Istat: cresce soddisfazione economica delle famiglie
- Fondo ambiente italiano: beni culturali, i 23 'Luoghi del cuore'
- Umbria, Marche e Toscana: vertice a Perugia il 21 novembre
- Dalle Province all'area vasta: seminario a Roma il 30 novembre
- Sanità: il nuovo Regolamento della Sisac

+T -T
Dalle Province all'area vasta: seminario a Roma il 30 novembre

Evento organizzato dalla fondazione "ItaliaDecide"

(Regioni.it 2835 - 19/11/2015) “Ricostruire un equilibrio per il governo locale: comune, nuova area vasta, città metropolitana”: è questo il tema di un seminario promosso e organizzato dalla Fondazione ItaliaDecide. lunedì 30 novembre 2015, ore 14.30, alla Camera dei deputati ( Auletta dei Gruppi Parlamentari).
Nel corso dell’incontro ci si confronterà su diverse questioni. Prima di tutto nelel intenzione degli organizzatori c’è l’esigenza di fornire un quadro sull’ente di area vasta nell’esperienza degli Stati europei.
Un ente di area vasta è percepito ovunque come necessario, ma il tema trascina con sé un’altra questione cruciale, ovvero come dovrebbe essere costruito in Italia tale ente. Ad esempio – si chiedono gli organizzatori “necessariamente dentro i confini regionali?”
L’occasione consentirà poi di affrontare non solo il “destino delle Province”, ma il governo complessivo dell’area vasta. Un’analisi che partirà proprio dalle scelte operata dalla legge 56/14 nella direzione del riordino degli enti di area vasta (province e città metropolitane) come enti di secondo grado.
Un altro spunto di discussione riguarderà la collocazione degli enti di area vasta nel quadro delle riforme costituzionali e ordinamentali. “Il trasferimento effettivo delle funzioni dalle Province ad altri enti – si legge nella presentazione del seminario - dovrebbe individuare preliminarmente l’ente destinato ad esercitare attualmente le funzioni che erano attribuite alle Province: consorzi di Comuni e soprattutto Regioni, con registrazione di tutte le disparità verificatesi di fatto. Ad es., la Toscana si è “ripresa” le funzioni provinciali mentre la Campania è rimasta in attesa del riordino complessivo. È evidente che per rispondere alla domanda occorre una mappa il più possibile completa, con l’apporto indispensabile delle associazioni degli enti locali.
Infine è centrale il tema del quadro finanziario che deve dare conto degli scostamenti fra disponibilità delle risorse previste per gli anni a venire, relative alle funzioni già esercitate dalle Province, e l’individuazione degli enti che tali funzioni attualmente esercitano”.
 
Per approfondimenti vedi la nota esplicativa di “Italiadecide”

PROGRAMMA

PRESIEDE E COORDINA Luciano Violante
RELAZIONE Cesare Pinelli (Professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico,
Università degli Studi di Roma "La Sapienza")
INTERVENTI PROGRAMMATI
Vincenzo Cerulli Irelli (Professore ordinario di Diritto amministrativo,
Università degli Studi di Roma "La Sapienza");
 Sergio Chiamparino (Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome);
Piero Fassino (Presidente ANCI);
Marco Filippeschi (Vice presidente UPI e Presidente della Provincia di Pisa);
Francesco Karrer (Professore ordinario di Urbanistica, Università degli Studi di Roma "La Sapienza");
Stelio Mangiameli (Professore ordinario di Diritto costituzionale, Università degli Studi di Teramo);
Luciano Pizzetti (Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri);  
 Carlo Riva Vercellotti (Vice Presidente Upi e Presidente della Provincia di Vercelli);
Sandro Staiano (Professore ordinario di Diritto costituzionale,
Università degli Studi di Napoli "Federico II");  
Paolo Urbani (Professore ordinario di Diritto amministrativo, Università di Chieti-Pescara);  
 Achille Variati (Presidente UPI)
 DISCUSSIONE
 CONCLUSIONI
Gianclaudio Bressa (Sottosegretario agli Affari Regionali, Presidenza del Consiglio dei Ministri).
 


( red / 19.11.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top