Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2836 - venerdì 20 novembre 2015

Sommario
- Riparto sanità 2015: Conferenza Regioni straordinaria per mercoledì 25
- Chiamparino: mettere insieme fondi europei su alcune filiere industriali
- Emilia Romagna: in cantiere reddito di solidarietà e manovra bilancio
- Lorenzin annuncia norma per uscire dal Piano di rientro in sanità
- Conferenza Unificata: a città metropolitane 100% cofinanziamenti
- Oliverio: bene approvazione UE dei programmi di sviluppo rurale

+T -T
Oliverio: bene approvazione UE dei programmi di sviluppo rurale

UE: sì a programmi rurali in Italia per finanziamenti pari a 3,1 miliardi. PSR di Basilicata, Campania e Calabria

(Regioni.it 2836 - 20/11/2015) L’Unione Europea dà il via libera ad alcuni programmi rurali in Italia per finanziamenti pari a 3,1 miliardi. I piani interessano le regioni Basilicata, Campania e Calabria. Si tratta del programma nazionale di sviluppo rurale (PSRN) e dei programmi di sviluppo rurale (PSR) di Basilicata, Campania e Calabria. Il totale complessivo di fondi Ue sbloccati per il periodo 2014-2020 ammonta a 3,142 miliardi di euro.
Il programma di sviluppo rurale (PSR) della Regione Campania avrà a disposizione invece 1,84 miliardi, di cui oltre 1,1 miliardi di euro di fondi Ue e 726 milioni di cofinanziamento nazionale. Di queste risorse, oltre 700 milioni sono destinati a preservare e ripristinare gli ecosistemi nei settori agricolo e forestale, mentre poco meno di 600 milioni andranno ad aumentare la competitività delle imprese agricole. Il PSR della Calabria ammonta a 1,1 miliardi di euro, di cui 667,7 milioni di fondi europei e 435,9 milioni di euro di cofinanziamento nazionale.
In Basilicata il PSR avrà un budget di circa 680,16 milioni di euro, di cui 411,49 milioni di euro in arrivo dal bilancio Ue e 268,67 milioni di euro di cofinanziamento nazionale.
Il PSRN dell'Italia conta complessivamente su un budget di circa 2,14 miliardi di euro, di cui 963 milioni di euro di fondi europei e 1,17 miliardi di euro di cofinanziamento nazionale.
Le priorità d'intervento del programma nazionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sono legate in particolare alla prevenzione e gestione dei rischi aziendali, alla salvaguardia della biodiversità animale ed all'efficienza nell'uso delle risorse idriche.
Secondo il piano saranno circa 90mila le aziende agricole italiane che beneficeranno di un aiuto per attivare gli strumenti di gestione dei rischi, mentre 395.000 ettari di terreno saranno interessati da infrastrutture relative a sistemi d'irrigazione più efficienti e gli interventi relativi alla conservazione della biodiversità animale riguarderanno circa 39 razze bovine.
Il presidente della regione Calabria, Mario Oliverio, è soddisfatto dell'approvazione da parte della Commissione Europea del Programma di sviluppo rurale della Calabria 2014-2020: “con l'approvazione del PSR, tutti gli strumenti dei fondi comunitari sono pronti per l'operatività. Adesso bisogna fare alcune riflessioni, insieme anche alle organizzazioni di categoria ed al mondo agricolo, e definire un cronoprogramma per calibrare le scelte in base agli obiettivi da realizzare".
Secondo il presidente Oliverio, “il PSR dovrà puntare su settori strategici per la nostra regione, come la produzione biologica, l'olivicoltura e l'agrumicoltura, per i quali siamo la seconda regione italiana, e la zootecnia. Questo Programma ha una grande responsabilità e dovrà essere strategico per lo sviluppo ed il futuro della nostra agricoltura, nonché per l'economia ed il benessere dell'intera regione”.
Anche la regione Basilicata si dice soddisfatta attraverso l'assessore all'agricoltura, Luca Braia, dell'approvazione del Programma per l'utilizzo di oltre 680 milioni di euro di spesa pubblica (411,49 milioni di euro dal bilancio Ue e 268,6 milioni di euro di cofinanziamento nazionale) per il periodo 2014-2020, “ringraziando l'intero dipartimento Agricoltura per lo straordinario lavoro svolto soprattutto negli ultimi mesi”.
“Con questa dotazione finanziaria - ha evidenziato Braia - dobbiamo essere capaci di declinare il futuro della nostra Regione sui temi dell'agricoltura, dell'ambiente e del turismo per una Basilicata sostenibile”.



( gs / 20.11.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top