Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2838 - martedì 24 novembre 2015

Sommario
- Conferenza Regioni mercoledì 25 novembre su riparto sanità
- Ddl Concorrenza: audizione rappresentanti Conferenza delle Regioni
- Rapporto Eures: 152 donne uccise in Italia nel 2014
- Ceriscioli: presto un'agenda comune per Marche, Umbria e Toscana
- Frattura: apprezzato il lavoro svolto sui Lea
- Crocetta: bene compartecipazione spesa regionale ai fondi UE

+T -T
Conferenza Regioni mercoledì 25 novembre su riparto sanità

(Regioni.it 2838 - 24/11/2015) Il Presidente Sergio Chiamparino ha convocato una seduta straordinaria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per mercoledì 25 novembre alle ore 16 (Roma, via Parigi 11).
All’ordine del giorno la proposta delle Regioni per la ripartizione delle disponibilità finanziarie per il Servizio Sanitario Nazionale per l’anno 2015.
L’ordine del giorno integrale della Conferenza delle Regioni è stato pubblicato sul sito www.regioni.it (sezione “Conferenze”).


+T -T
Ddl Concorrenza: audizione rappresentanti Conferenza delle Regioni

Parolini: sulle assicurazioni chiediamo al Senato di non modificare il testo approvato dalla Camera

(Regioni.it 2838 - 24/11/2015) “Chiediamo che non sia modificato al Senato il testo del Ddl Concorrenza proveniente dalla Camera sul tema delle assicurazioni”, a sostenerlo è stato l’assessore Mauro Parolini, della Regione Lombardia in audizione sul ddl Concorrenza (in commissione Industria al Senato) in rappresentanza della Conferenza delle Regioni.
“Il nuovo articolo 35 del ddl Concorrenza prevede sostanzialmente di prevedere l’obbligo del terzo carburante nei nuovi distributori “demandando a un dm del Mise l''individuazione delle casistiche di deroga. Non comprendiamo perché su una questione che abbia competenza regionale si preveda un dm ministeriale da emanarsi ''sentita la Conferenza Stato-Regioni'. Chiediamo – ha concluso Parolini - quindi che sia scritto che questo decreto sia fatto “d''intesa” con le Regioni”.

+T -T
Rapporto Eures: 152 donne uccise in Italia nel 2014

Il 25 Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Interventi di Lanzarin, Gallera e Saccardi

(Regioni.it 2838 - 24/11/2015) Sono 152 le donne uccise in Italia nel 2014. Lo evidenzia il terzo Rapporto Eures sul Femminicidio nel nostro Paese. E il 25 novembre ricorre la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.
Nel 2014 abbiamo un -43% di casi al Sud. Nel 94% dei casi la morte di una donna avviene per "mano di un uomo" e nel 77% di un familiare. Tra i moventi prevalenti la gelosia e il possesso. Il rischio è più alto tra le donne straniere. Il più alto numero di femminicidi è stato compiuto dal coniuge o dal convivente (in tutto 48, pari al 59,3% dei casi).
A livello regionale nel 2014 il più alto numero di vittime femminili è stato registrato in Lombardia, con 30 morti (+58% rispetto ai 19 del 2013). Aumento anche in Toscana (dai 13 del 2013 a 16), Veneto, (da 4 a 7), Basilicata (da zero a 3), Liguria (da 4 a 5) e Sicilia (da 18 a 19). Lazio e Sicilia sono al secondo posto per numero di vittime censite nel 2014 (19 in entrambe le ...

+T -T
Ceriscioli: presto un'agenda comune per Marche, Umbria e Toscana

(Regioni.it 2838 - 24/11/2015) “Presto avremo un'agenda da compilare insieme” - con i Presidenti di Toscana e Umbria – “da proporre ai rispettivi Consigli regionali". Dopo l'incontro con Enrico Rossi e Catiuscia Marini, il presidente delle Marche Luca Ceriscioli ha ribadito l'impegno delle tre Regioni 'dell'Italia di mezzo' a sviluppare insieme un sistema “meno frammentato di relazioni fra est e ovest del paese e fra territori che hanno molte affinità”.
“Vogliamo uscire da un dibattito pesante su Regioni e decentramento - ha detto il Presidente della marche intervenendo ad una iniziativa della Cgil delle Marche -: dobbiamo recuperare credibilità, immagine e spazio. Il 'centro' può semplificare, ma lo sviluppo reale si fa su scala diversa”. Superare la frammentazione è “la stella polare della legislatura" ha detto Ceriscioli. “In passato è stato un lusso che ha indebolito la comunità: ora ...

+T -T
Frattura: apprezzato il lavoro svolto sui Lea

(Regioni.it 2838 - 24/11/2015) “Apprezzamento importante per il lavoro svolto con la proposta di riorganizzazione sanitaria, ospedaliera e territoriale”. Il presidente della regione Molise, Paolo di Laura Frattura, si dice soddisfatto del lavoro sui Livelli essenziali di assistenza (Lea) riscontrato dal tavolo tecnico interministeriale per la valutazione degli adempimenti previsti dal piano di rientro dal disavanzo sanitario del Molise.
“Messa in evidenza – afferma Frattura - la correttezza del percorso intrapreso dalla Regione per quanto riguarda i livelli essenziali di assistenza: i risultati raggiunti avvicinano il Molise alle realtà più virtuose in sanità”.
Sono stati anche definiti i prossimi passaggi: l'approvazione dei piani operativi straordinari sarà propedeutica alla stipula dell'accordo per il piano di rientro tra Stato e Regione, la definizione dell'accordo dovrà essere presentata entro il prossimo 15 dicembre ...

+T -T
Crocetta: bene compartecipazione spesa regionale ai fondi UE

(Regioni.it 2838 - 24/11/2015) La regione Sicilia migliora la capacità di spesa dei fondi europei. Negli ultimi due anni, infatti, gli investimenti sono passati dal 25 al 75 per cento dei fondi previsti nell'agenda 2007-20013.
I dati provengono dal nuovo numero della rivista ASud'Europa, edita dal Centro Studi Pio La Torre sulla programmazione europea e le strategie del Por Fesr 2014-2020, che analizza la spesa siciliana sui fondi europei. Pertanto la Sicilia non è più ultima nella capacità di spesa dei fondi europei, anche se resta il rischio di dover restituire alcune centinaia di milioni non utilizzati entro il 31 dicembre prossimo.
"Nei cinque anni precedenti al 2012, - afferma il presidente Rosario Crocetta – la Regione aveva una spesa certificata del 12,5% e una spesa impegnata di circa il 25%. Un dato spaventoso che ci avrebbe sicuramente portato a non certificare l'attuale spesa e a restituire i soldi all'Europa facendoli andare nelle casse ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top