Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2840 - giovedì 26 novembre 2015

Sommario
- Sanità: Chiamparino invia a Lorenzin proposta riparto 2015
- Chiamparino: accordo su riparto fondo sanitario 2015
- FSN 2015: Venturi, Coletto, Zaia, Ceriscioli, D'Alfonso e Arru
- FSN 2015: Frattura, De Luca, Marini e Zingaretti
- Lotta alla povertà: Rossi, una sfida raccolta dalle Regioni
- Mef: riacquisto bond Regioni fino a 5,6 miliardi
- Conferenza Regioni: rinviata al 17 dicembre elezione del presidente

+T -T
FSN 2015: Venturi, Coletto, Zaia, Ceriscioli, D'Alfonso e Arru

(Regioni.it 2840 - 26/11/2015) La Conferenza straordinaria delle Regioni del 25 novembre ha dato il via libera al riparto del Fondo sanitario 2015 da 110 miliardi.
“Sono molto soddisfatto per l'approvazione del riparto del Fondo sanitario 2015. Ci metteremo presto all'opera per una revisione dei criteri, come chiesto da alcune regioni, così da introdurli dalla prossima approvazione del Fondo 2016 che contiamo avvenga tra fine inverno e l'inizio della prossima primavera”. Così l'assessore alla salute della Regione Emilia Romagna, che coordina la Commissione salute della Conferenza delle Regioni Sergio Venturi. I vecchi criteri finora adottati sono il numero della popolazione, la sua anzianità e i livelli di assistenza erogati dalle tre regioni cosiddette benchmark. Le Regioni del sud vorrebbero introdurre altri criteri, di tipo "sociologico" ed epidemiologico mentre le Regioni guidate dalla Lega chiedono da tempo l'introduzione dei costi standard per tutti.
Nella fase inziale dei lavori una certa perplessità è stata espressa dal Veneto. La proposta portata al tavolo dalla Commissione salute della Conferenza delle regioni non convinceva infatti l'assessore alla Sanità, Luca Coletto – perché non teneva “conto delle Regioni virtuose, di quelle che non hanno attivato l'addizionale Irpef ne' delle ristrutturazioni e delle revisioni del Sistema sanitario che noi abbiamo già attivato. Noi abbiamo già dato vita alla centrale acquisti e non capisco perché dobbiamo pagare più degli altri”.
Alla riunione hanno partecipato, oltre al presidente Sergio Chiamparino, il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, quello della Liguria, Giovanni Toti, il presidente delle Marche, Luca Ceriscioli, il presidente del Molise, Paolo Di Laura Frattura, il presidente dell'Abruzzo, Luciano D'Alfonso e diversi assessori in rappresentanza delle altre Regioni.
Per il Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, nel 2016 “verranno individuati criteri più rappresentativi, sapendo che si sono rigidità da parte delle risorse”. Così il governatore dell'Abruzzo, a margine dei lavori della Conferenza delle Regioni, ancora in corso, sul riparto del Fondo sanitario 2015. “Il taglio quest'anno varrà per tutti - ha aggiunto - ma con un impegno preciso di solidarietà tra le Regioni”.
E' stato meglio accordarsi su “una scelta equilibrata che rischiare di vederci calare il riparto così come lo ha deciso il ministero della Salute”. A sostenerlo, a margine dei lavori della Conferenza delle Regioni sul riparto del Fondo sanitario 2015 è stato il Presidente delle Marche, Luca Ceriscioli. “La nostra regione con l'attuale proposta di riparto perderebbe 15 milioni ma il rischio era di perderne fino a 30", ha aggiunto il presidente.
La Regione Sardegna ha accettare sin dall’inizio il lavoro messo a punto dalla Commissione Salute presieduta dall'assessore Sergio Venturi e provare a trovare nuovi criteri di riparto del fondo sanitario nazionale dal prossimo anno, non basandosi solo sui vecchi criteri". Così l'assessore della Regione Sardegna Luigi Benedetto Arru, a margine dei lavori della Conferenza. “Io ho proposto, per esempio, che gli aspetti epidemiologici tipici di un territorio rientrino tra i nuovi criteri”, ha concluso l'assessore.


( sm / 26.11.15 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top