Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2856 - giovedì 7 gennaio 2016

Sommario
- Istat: disoccupazione in calo
- Il testo del Protocollo antismog ministero Ambiente-Regioni-Comuni
- Protocollo antismog: Bonaccini, ognuno non farà più da sé
- Performance P.A.: parere su decreto per misurazione
- Bonaccini: il 2016 sarà “un anno di sfide”
- Sostanze e miscele: parere su decreto per classificazione ed etichette

Documento della Conferenza delle Regioni del 17 dicembre

+T -T
Performance P.A.: parere su decreto per misurazione

(Regioni.it 2856 - 07/01/2016) Durante la Conferenza Unificata del 17 dicembre Regioni ed Enti locali hanno espresso un parere positivo sul regolamento di disciplina in materia di misurazione e valutazione delle performance delle pubbliche amministrazioni grazie all'accoglimento di alcuni emendamenti (relativi in particolare agli articoli 1, 7 e 8) e alla riformulazione dell'articolo 3.
Durante il confronto con il governo la Conferenza delle Regioni, l'Anci e l'Upi hanno comunque consegnato all’esecutivo un documento contenente le proposte emendative condivise.
Si riporta di seguito il testo di tale documento, pubblicato anche nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it
Punto 2) Odg Conferenza Unificata
Lo schema di regolamento disciplina il trasferimento al Dipartimento della Funzione Pubblica, delle funzioni in materia di misurazione e valutazione della performance delle pubbliche amministrazioni, ai sensi dell’articolo 19 comma 10 del DL 90/ 2014.
Si evidenzia preliminarmente come lo schema di regolamento, nel definire la nuova governance della materia, ponga al centro del nuovo modello e dell'attività del Dipartimento, criteri non solo condivisi ma promossi e sostenuti dalle Regioni e dagli Enti Locali sin dalla discussione sull’attuazione del Decreto Legislativo 150 del 2009, quali la semplificazione, la razionalizzazione, il raccordo tra il sistema delle performance e quello dei controlli interni, la differenziazione del ciclo della performance in base alle dimensioni degli enti.
Tuttavia, la declinazione di tali criteri all'interno del nuovo modello di governance di un ambito così strategico come la misurazione della performance, non può prescindere da quanto già fatto dalle Regioni, dai Comuni e dai Territori di area vasta che, come noto, in attuazione della Riforma del 2009 sono intervenuti con legge regionale o regolamento, a disciplinare l’attuazione di questa materia anche ricercando, in alcuni casi, soluzioni innovative che meglio si adattavano al contesto organizzativo dell’ente.
Peraltro, l’intervento normativo che il Governo ha intenzione di promuovere con questo schema di regolamento si inserisce in un contesto che vede all’articolo 17 comma 1 lettera r) della Legge 124 del 2014 una specifica delega al Governo per l’emanazione di un decreto legislativo proprio negli stessi oggetti.
Il varo di un regolamento di delegificazione in questa materia sembra, quindi, essere un anticipo di alcuni contenuti dell’emanando decreto legislativo. Si tratta, tuttavia, di un anticipo piuttosto parziale che rischia, per questi motivi, di frastagliare oltremodo la materia non tenendo insieme il contesto della performance organizzativa con quella individuale. Ciò, peraltro, come richiamato in precedenza, in un contesto di piena vigenza di legge regionali emanate ai sensi e per gli effetti dell’articolo 16, secondo comma, del Decreto Legislativo 150 del 2009.
Pertanto, si ritiene assolutamente necessario al fine di condividere il testo, limitare la portata dello schema di regolamento alla sola disciplina di “trasferimento” delle funzioni al Dipartimento della Funzione Pubblica, lasciando alla più adeguata sede della normativa primaria l’esatta disciplina della materia.
Inoltre, si segnala fin d’ora, la necessità del pieno coinvolgimento delle Autonomie nell’elaborazione del decreto attuativo dell’art. 17, lettere r) della Legge 124 del 2015, anche al fine di garantire l’adeguata rappresentanza del sistema delle autonomie, negli organi consultivi in materia di performance e valutazione delle Pubbliche amministrazioni, in ragione delle specifiche sfere di autonomia riservate dalla Legge.
A tal fine, si propongono le seguenti ipotesi emendative:
- Articolo 1
Dopo il comma 2 aggiungere un comma 3 dal seguente tenore:
3. Nelle more dell’adozione del Decreto legislativo attuativo dell’articolo 17, comma 1, lett. r) della legge 7 agosto 2015, n. 124, le disposizioni del presente regolamento non trovano applicazione nei confronti delle Regioni e degli Enti Locali, in applicazione degli articoli 13, comma 2, 16 e 74 del Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150.
- All'articolo 3 , comma 4:
- abrogare l'ultimo periodo da “ Inoltre..omissis...fino alla parola settori” e inserire il seguente periodo: “Mediante intesa tra la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, l'Anci, l'UPI e il Dipartimento della Funzione Pubblica, sono definiti i protocolli di collaborazione per la realizzazione delle attività di cui ai commi 1, 2 e 3 del presente articolo”.
- Articolo 7
Dopo il comma 2 aggiungere il seguente periodo: “ Ai sensi dell’articolo 74 comma 5 del D.lgs 150 del 2009 le disposizioni del presente decreto sono applicabili nelle Regioni a statuto speciale e nelle Province autonome compatibilmente con le attribuzioni previste dai rispettivi statuti e dalle relative norme di attuazione”.
- Articolo 8
Dopo il comma 1 aggiungere un comma 2 dal seguente tenore:
2. Sono in ogni caso fatti salvi gli effetti delle leggi regionali e dei regolamenti adottati dagli Enti locali in attuazione dei principi recati dalle norme di cui al precedente comma.
Roma, 17 dicembre 2015
 


( red / 07.01.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top