Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2860 - mercoledì 13 gennaio 2016

Sommario
- Audizione ministra Boschi su futuro Senato e "sistema Conferenze"
- Franceschini: 2015 anno d'oro per i musei italiani
- Libri: nel 2015 solo il 42% degli italiani ne ha letto almeno uno
- SVIMEZ: studio sulla qualità della Pubblica Amministrazione
- Lombardia approva legge di Bilancio
- Gazzetta Ufficiale: la rassegna di dicembre

+T -T
Franceschini: 2015 anno d'oro per i musei italiani

E' il miglior risultato di sempre, un record assoluto

(Regioni.it 2860 - 13/01/2016) “E' il miglior risultato di sempre, un record assoluto per i musei italiani”. Il 2015 è l’anno dei musei italiani. Lo annuncia il ministro della cultura Dario Franceschini, sottolineando le 43 milioni di visite e gli incassi per 155 milioni di euro.
Pertanto la crescita è stata tale da aver superato il già positivo 2014, con un +6% di visite, pari a 2 milioni e mezzo di visitatori in più, e +14% di incassi.
Incassi che “torneranno interamente ai musei attraverso un sistema premiale che favorisce le migliori gestioni e garantisce le piccole realtà. Per la storia del nostro Paese è il miglior risultato di sempre, un record assoluto per i musei italiani, - ha aggiunto Franceschini - e anche rispetto al 2014, anno in cui si erano registrati numeri erano molto positivi, la crescita dei visitatori e degli incassi è significativa: +6% i visitatori (pari a circa +2,5milioni); +14% gli incassi (pari a circa +20milioni); +4% gli ingressi gratuiti (pari a circa +900mila)”.
Risultato anche in controtendenza rispetto ai dati internazionali, spiega Franceschini: “in Italia, grazie anche alle nuove politiche di valorizzazione, prime fra tutte le domeniche gratuite, gli italiani sono tornati a vivere i propri musei. Un riavvicinamento al patrimonio culturale che educa, arricchisce e rende consapevoli i cittadini della magnifica storia dei propri territori”.
In 2 anni 5 milioni di visite in più e nelle domeniche gratuite sono state 5 milioni le visite. Il dato risulta dalla somma dei tre milioni e mezzo di ingressi nelle prime domeniche del 2015 e del milione e mezzo delle sei edizioni del 2014.
Ecco le prime regioni per ingressi ed introiti:
- il Lazio (19.750.157 ingressi e 62.838.837€ di introiti),
- la Campania (7.052.624 visitatori e 35.415022 € di introiti),
- la Toscana (6.738.862 visitatori e 29.890.419 € di introiti),
- il Piemonte (1.903.255 visitatori e 10.829.653 € di introiti),
- la Lombardia (1.552.121 visitatori e 5.656.677 € di introiti),
- il Friuli Venezia Giulia (1.194.545 visitatori e 1.151.233 € di introiti).
I tassi di crescita più elevati sono invece stati registrati in Piemonte (+10% i visitatori e +61% gli introiti), Basilicata (+13% i visitatori e +37% gli introiti),  Puglia (+5% i visitatori e +44% gli introiti), Toscana (+3% i visitatori e +19% gli introiti), Campania (+7% i visitatori e +13% gli introiti) e Emilia Romagna (+9% i visitatori e +11% gli introiti).
Tra i luoghi della cultura gratuiti primeggia il Pantheon che è stato visitato da un milione di persone in più rispetto allo scorso anno , a seguire  il Parco di Capodimonte e il Parco del Castello di Miramare di Trieste. I dieci luoghi della cultura più visitati nel 2015 sono stati: il Colosseo (6.551.046 visitatori, +6% rispetto al 2014, pari a +369.344 ingressi); gli Scavi di Pompei (2.934.010, +12% pari a +312.207 ingressi); gli Uffizi (1.971.596, +2%  pari a +35.678 ingressi); le Gallerie dell’Accademia di Firenze (1.415.397, +6% pari a +79.656 ingressi); Castel S.Angelo (1.047.326, +2,5% pari a +26.007 ingressi); il Circuito Museale Boboli e Argenti(863.535, +5% pari a +40685 ingressi); il Museo Egizio di Torino (757.961 +33% pari +190.273 ingressi); la Venaria Reale (555.307 visitatori e una crescita del +6,5% degli introiti), la Galleria Borghese (506.442, invariato rispetto al 2014); la Reggia di Caserta (497.158, +16% pari a +69.019 ingressi). A seguire, Villa D'Este (439.468), la Galleria Palatina di Firenze (423.482), il Cenacolo Vinciano (420.333), il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (364.297), il Museo Nazionale Romano 356.345), gli Scavi di Ercolano (352.365), le Cappelle Medicee (321.043), gli Scavi di Ostia Antica (320.696), il Polo Reale di Torino (307.357), Paestum (300.347), il Museo Archeologico di Venezia (298.380) e le Gallerie dell’Accademia di Venezia (289.323).

Comunicati regionali in formato PDF: |  Abruzzo  |  Basilicata  |  Calabria  |  Campania  |  Emilia Romagna  |  Friuli Venezia Giulia  |  Lazio  |  Liguria  |  Lombardia  |  Marche  |  Molise  |  Piemonte  |  Puglia  |  Sardegna  |  Toscana  |  Umbria  |  Veneto  |

 



( gs / 13.01.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top