Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2861 - giovedì 14 gennaio 2016

Sommario
- Sanità: si riavvia il confronto Lorenzin - Regioni
- Sangue infetto: Corte di Strasburgo condanna l'Italia
- Sanità: le migliori performance secondo il CREA di Tor Vergata
- Sanità: Rapporto su spesa per acquisto dispositivi medici
- Twitter: segui la lista dei Presidenti su "Regioni.it"
- Lazio approva bilancio di previsione

+T -T
Sanità: si riavvia il confronto Lorenzin - Regioni

Affrontati diversi temi in un incontro che si è tenuto il 13 gennaio

(Regioni.it 2861 - 14/01/2016) Si è tenuto il 13 gennaio un tavolo Salute-Regioni, con la ministra Lorenzin. Per le Regioni erano presenti alcuni Presidenti (Campania, Puglia, Marche, Molise, Calabria) e diversi assessori alla sanità.
Il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio ha ottenuto dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, l'attivazione di un tavolo specifico per la rimodulazione del piano di rientro dal debito sanitario in Calabria. E' il dato principale – secndo una nota diffisa dalla regione Calabria - dell'incontro tenutosi al Ministero “Trova corso, quindi - prosegue la nota - la richiesta avanzata nei giorni scorsi da Oliverio che ha formalmente posto al ministro la necessità di rimodulare il piano di rientro, sottoscritto tra il Governo e la Regione nel lontano 2009. Oliverio ha anche rappresentato al ministro, in sede di riunione plenaria, come a distanza di sette anni dal piano di rientro gli indicatori di valutazione presentino ancora condizioni drammatiche. A partire dalla fruibilità dei LEA, la Calabria ha ancora il triste primato di essere tra le regioni del Paese non in linea con gli standard previsti. Le ultime valutazioni attribuiscono alla regione 137/160 punti. L'emigrazione sanitaria passiva ha raggiunto livelli insopportabili, prima di tutto per le famiglie coinvolte e successivamente per la stessa finanza regionale. Gli ultimi dati (2014) vedono in 278 milioni di euro la mobilità passiva della Calabria, nel mentre i calabresi continuano a pagare addizionali tributari tra le più alte d'Italia. L'avvicendarsi di diverse esperienze commissariali ha mantenuto costante l'andamento regressivo dell'offerta sanitaria calabrese. Oliverio ha sottolineato al Ministro, anche il dato che, in questi setti anni di piano di rientro sono profondamente cambiati i vincoli e gli strumenti programmatici nel sistema sanitario nazionale. Ciò impone la necessità di una verifica rigorosa e puntuale sui risultati prodotti”.
Il ministro Lorenzin ha quindi accolto la richiesta di Oliverio e, prosegue la nota, si è impegnata, già nei prossimi giorni, a costruire un tavolo di verifica bilaterale. Il ministro ha poi annunciato che, oramai, si impone una riflessione per definire un percorso per il superamento, in tempi certi, della stagione dei piani di rientro. Non solo equilibro finanziario, per come è avvenuto in questi anni, ma la priorità va data alla domanda di salute che vede oramai nel panorama italiano una divaricazione sempre più netta tra le regioni in piano di rientro e le Regioni in regime ordinario.
Secondo il presidente delle Marche Luca Ceriscioli, si è trattato di un incontro ''molto positivo''. Si è parlato anche della questione delle assunzioni in deroga concesse dal Governo per far rispettare i turni di lavoro di 11 ore del personale del comparto e dei dirigenti.
Stando a quanto si è appreso, Ceriscioli ha chiesto, come proposto nella Conferenza Stato-Regioni, di affrontare il nodo del riparto del Fondo sanitario già nel primi mesi dell'anno, in modo da consentire alle Regioni di programmare le attività proprio in vista delle assunzioni in deroga. Assunzioni che sono subordinate alla presentazione del piano di riordino del sistema sanitario regionale entro il 29 febbraio, una data che resta confermata.


 


( sm / 14.01.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top