Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2864 - martedì 19 gennaio 2016

Sommario
- Bonaccini convoca Conferenza Regioni per il 20 gennaio
- Inps: crescono le assunzioni a tempo indeterminato
- Sanità e politiche sociali: le norme nella legge di stabilità 2016
- Governo-Regioni: interventi per alternanza scuola-lavoro
- Umbria approva manovra economica
- Marche: approvato bilancio di previsione 2016-2018
- Sanità: 20 anni di governance nella testimonianza degli ultimi 9 ministri

+T -T
Bonaccini convoca Conferenza Regioni per il 20 gennaio

(Regioni.it 2864 - 19/01/2016) Il Presidente Stefano Bonaccini ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per mercoledì 20 gennaio alle ore 10 (Roma, via Parigi, 11) per esaminare le questioni all’ordine del giorno della Conferenza Unificata e della Conferenza Stato-Regioni, previste rispettivamente per le ore 13.30 e le 14 (Roma, Via della Stamperia, 8).
La Conferenza delle Regioni affronterà però anche altri temi, fra i quali:
Affari finanziari
- intese da sancire in Conferenza Stato-Regioni ( previste dalla legge di stabilità 2016), per il concorso agli obiettivi di finanza pubblica e per il contributo attribuito ai fini della riduzione del debito nell'anno 2016;
- aggiornamento consuntivo manovre Irap e addizionale Irpef per annualità 2013 e stima del gettito quadriennio 2014-2017;
Cooperazione internazionale
- documento delle Regioni sull’Educazione alla cittadinanza mondiale;
Ambiente
- ratifica del Protocollo d’Intesa stipulato tra ...

+T -T
Inps: crescono le assunzioni a tempo indeterminato

Renzi: dimostrata l'assurdità delle polemiche sul Jobs Act

(Regioni.it 2864 - 19/01/2016) Nei primi undici mesi del 2015 è aumentato, rispetto al corrispondente periodo del 2014, il numero complessivo delle assunzioni nel settore privato (+444.409, pari al +9,7%) per effetto soprattutto della crescita dei contratti a tempo indeterminato (+442.906, pari al +37%); sono aumentate anche le assunzioni con contratti a termine (+45.817, pari al +1,5%) mentre sono diminuite le assunzioni in apprendistato (-44.314, pari al -20%).
Un dato che entusiasma il presidente del Consiglio, Matteo Renzi che su twitter annota “oltre mezzo milione di posti di lavoro a tempo indeterminato in più nel 2015. Inps dimostra assurdità polemiche sul Jobs Act”.
Le variazioni più significative dei flussi di nuovi rapporti di lavoro sono state registrate nelle regioni del Nord. Da sottolineare la “performance” nelle “assunzioni a tempo indeterminato” del Friuli-Venezia Giulia (+87% nel 2015).. Sullo stesso fronte significativi risultati anche in Umbria (+65,7%) e in Piemonte (+60,8%).
Per quanto riguarda il complesso delle assunzioni - che comprende, oltre a quelle “a tempo indeterminato , anche quelle a termine e a quelle in apprendistato – il risultato migliore si registra in Basilicata (+ 26,7 %) e in Friuli Venezia Giulia, in Trentino Alto Adige e in Veneto co incrementi (rispetto al 2014) superiori al 14%.
Significativamente aumentate sono pure le trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti ...

+T -T
Sanità e politiche sociali: le norme nella legge di stabilità 2016

Quadro sinottico elaborato dalla Segreteria della Conferenza delle Regioni

(Regioni.it 2864 - 19/01/2016) La Segreteria della Conferenza delle Regioni ha elaborato un quadro sinottico commentato della legge di stabilità 2016, riportando le diverse disposizioni relative al settore “Salute e politiche sociali” e lo stralcio della “tabella C” con i finanziamenti.
L’elaborato offre osservazioni esplicative dell’articolato con eventuali rimandi e annotazioni relativi a posizioni o proposte emendative presentate dalla Conferenza delle Regioni.
Il settore salute e politiche sociali della Segreteria della Conferenza delle regioni ha poi elaborato 3 singole schede di lettura “monotematiche” relative sempre alla Legge di stabilità.
Le singole schede sono di fatto un “focus” (legato alle normative previste dalla Legge di stabilità) su:
Piani di rientro per le Regioni in disavanzo sanitario.

Legge di stabilità 2016:le norme su sanità e politiche ...

+T -T
Governo-Regioni: interventi per alternanza scuola-lavoro

Firmati protocolli di intesa

(Regioni.it 2864 - 19/01/2016) “Rafforzamento delle azioni volte a favorire la transizione scuola-lavoro”. E’ stata firmata un’intesa tra il Trentino e il ministero del Lavoro in merito a quello che viene chiamato il sistema duale: forme di alternanza scuola e lavoro, istruzione e formazione professionale. Ma anche altre regioni attivano i percorsi per il sistema duale e firmano protocolli di intesa in tal senso.
Per il Trentino si tratta di un progetto sperimentale, con finanziamenti di 3,2 milioni di euro per il 2015 e altrettanti per il 2016.
Il protocollo di intesa, firmato dal presidente Ugo Rossi e dal sottosegretario di Stato Luigi Bobba, prevede i seguenti obiettivi: sperimentare il modello duale per l'apprendistato al fine di ottenere il diploma professionale, sperimentare azioni formative per conseguire il certificato di specializzazione tecnica superiore, rafforzare l'alternanza scuola-lavoro nel terzo e nel quarto anno di formazione professionale, ...

+T -T
Umbria approva manovra economica

Marini: bilancio sano non ha compromesso welfare

(Regioni.it 2864 - 19/01/2016) “Conti in equilibrio. scende il debito storico senza aumenti di tasse”. Nella regione Umbria è stata approvata la manovra economica prima della fine del 2015.  
Il presidente Catiuscia Marini spiega che il 31 dicembre sarà anche “lo spartiacque tra la vecchia programmazione settennale 2007-2013 e la nuova 2014-2020”, ricordando che tutte le risorse sono state "pienamente utilizzate".
Si tratta di una manovra, aggiunge Marini, “caratterizzata soprattutto da invarianza fiscale, razionalizzazione degli interventi regionali di settore con contestuale destinazione delle risorse al cofinanziamento dei nuovi programmi comunitari, tutela della coesione e qualità sociale, sanità in equilibrio”.
Il "bilancio sano" della Regione Umbria "non ha compromesso la tenuta del sistema del welfare", con una regione in crescita, “con tutti gli indicatori che guardano al 2015 come un anno con i ...

+T -T
Marche: approvato bilancio di previsione 2016-2018

Ceriscioli: coerenza con quanto abbiamo promesso

(Regioni.it 2864 - 19/01/2016) “È un bilancio tecnico, ma con un’anima per dare fiducia alla comunità regionale”. A metà dicembre dello scorso anno la regione Marche ha approvato il bilancio di previsione 2016-2018, che "fotografa la coerenza con quanto abbiamo promesso ai marchigiani – ha sottolineato il presidente Luca Ceriscioli – Un bilancio tecnico che mette in sicurezza alcune partite. Poi a febbraio, con le risorse della Legge finanziaria, rafforzeremo il complesso dalle politiche regionali con le disponibilità accordate”.
Nella manovra si evidenzia l’azzeramento dell’aliquota Irap per le nuove imprese e il cofinanziamento dell’ospedale di Fermo.
L’azzeramento dell’aliquota Irap è previsto per le nuove imprese che si costituiscono nelle Marche nel 2016, e sarà valido per due anni di imposta.
Per quanto riguarda invece la realizzazione dell’Ospedale di Fermo sono stati ...

Pubblicata "Monitor" rivista dell'Agenas

+T -T
Sanità: 20 anni di governance nella testimonianza degli ultimi 9 ministri

(Regioni.it 2864 - 19/01/2016) 20 anni di governance attraverso i “ricordi e le annotazioni di 9 Ministri xdella salute. E’ questo l’obiettivo che si è dato l’ultimo numero di “Monitor” la rivista dell’Agenas, l’agenzia per i servizi sanitari regionali che ospita i contributi di Mariapia Garavaglia, Rosy Bindi, Umberto Veronesi, Girolamo Sirchia, Francesco Storace, Livia Turco, Ferruccio Fazio, Renato Balduzzi.
Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, nell’editoriale afferma che il principio cardine (la “bussola”) al quale si è ispirata sin dal suo insediamento è quello di "garantire la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale a fronte dell'invecchiamento della popolazione e dell'inevitabile diminuzione della spesa pubblica, combattere sprechi e corruzione, garantire ai pazienti i nuovi farmaci salvavita, che in un sistema solidaristico e universale come il nostro devono essere ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top