Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2927 - giovedì 21 aprile 2016

Sommario
- Istat: nel 2015 rispetto al Pil deficit al 2,6% e debito al 132,7%
- Def 2016: Garavaglia, riconoscere il contributo positivo delle Regioni
- Il Documento di Economia e Finanza 2016 prosegue l'iter parlamentare
- Emiliano: trivelle, esaminare piattaforme non eroganti e smantellarle
- Attività culturali: parere sul Ddl delega
- Agricoltura: osservazioni per l'intesa sul decreto mutualizzazione

Documento della Conferenza delle Regioni del 14 aprile

+T -T
Attività culturali: parere sul Ddl delega

Il provvedimento disciplina anche i settori del cinema, dell’audiovisivo e dello spettacolo

(Regioni.it 2927 - 21/04/2016) Le Regioni hanno espresso un parere positivo sul disegno di legge che disciplina il settore del cinema, dell’audiovisivo e dello spettacolo e delega il governo per la riforma della normativa in materia di attività culturali, formulando però alcune proposte emendative contenute in un documento che è stato consegnato al Governo nel corso della Conferenza Unificata del 14 aprile.
Si riporta di seguito il testo integrale del documento (già pubblicato anche nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it).
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime parere favorevole con proposte emendative ai commi 4 e 5 dell'art. 4, ai commi 1 e 2 dell'art. 8 e con la richiesta di stralcio dell'articolo 34.
Proposte emendative
articolo 4 - funzioni e compiti delle Regioni - comma 4
- prima delle parole “le iniziative cinematografiche”, sostituire le parole “sostengono” con “possono sostenere e coordinare”;
- prima delle parole “formazione artistica”, sostituire le parole “sostengono” con le parole “possono sostenere, progettare e coordinare”;
- prima delle parole “attività dirette a”, sostituire la parola “promuovono” con le parole “possono promuovere e coordinare”.
Il comma 4 è cosi riformulato:
“Le Regioni e le provincie autonome di Trento e Bolzano, attraverso gli organismi regionali di cui al comma 3, favoriscono la promozione del territorio sostenendo lo sviluppo economico e culturale dell'industria audiovisiva; a tal fine detti organismi offrono assistenza amministrativa e logistica alle imprese audiovisive che decidono di operare sul territorio regionale; possono sostenere e coordinare le iniziative cinematografiche e audiovisive che hanno luogo sul territorio regionale; possono sostenere, progettare e coordinare la formazione artistica, tecnica e organizzativa di operatori residenti sul territorio, possono promuovere e coordinare attività dirette a rafforzare l'attrattività territoriale per lo sviluppo di iniziative ed attività nel campo del cinema e dell'audiovisivo.”
articolo 4 - funzioni e compiti delle Regioni - comma 5
Si propone di sopprimere, al secondo capoverso, il periodo ”e secondo indirizzi e parametri generali definiti in un apposito decreto del Ministro, adottato previa intesa della Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano”, in quanto non si ritiene opportuna la previsione dell’intervento statale.
articolo 8 – valorizzazione delle sale cinematografiche - comma 1
Si propone di sopprimere le parole “sale teatrali” e “librerie storiche”, in quanto la materia disciplinata dal Disegno di legge non riguarda le sale teatrali e le librerie storiche.
articolo 8 – valorizzazione delle sale cinematografiche - comma 2
Si propone di eliminare la previsione di leggi regionali che dispongano la non modificabilità di destinazione d’uso delle sale cinematografiche.
Tale previsione sembra non essere coerente con quanto previsto dal codice dei beni culturali e la previsione potrebbe comportare oneri finanziari.
articolo 34 - delega per il Codice dello spettacolo
Si propone lo stralcio dell’articolo.
Non si ritiene opportuna la trattazione della riforma con ricorso a decreto legislativo, ritenendo invece opportuno l’iter ordinario di approvazione della legge.


( red / 21.04.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top