Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2982 - giovedì 14 luglio 2016

Sommario
- Istat: 4.598.000 persone nel 2015 in povertà assoluta
- Anticorruzione: Cantone, soddisfazione per vigilanza collaborativa
- Aran: contratti pubblici, firmato l'accordo per la riduzione dei comparti
- Basilicata: al via la nuova Giunta
- Sanità: Lorenzin illustra i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza
- Spesa pubblica locale: analisi di Confcommercio

+T -T
Aran: contratti pubblici, firmato l'accordo per la riduzione dei comparti

(Regioni.it 2982 - 14/07/2016) “Un accordo che cambia in profondità l'assetto del sistema contrattuale pubblico, con un effetto di notevole semplificazione dell'attività negoziale". Così il presidente dell'Aran, Sergio Gasparrini, dopo la sottoscrizione dell'intesa che riduce i comparti da 11 a 4. “Le aggregazioni - spiega - rispondono a un criterio di tendenziale omogeneizzazione dei settori, nei limiti del possibile”.
“E' un accordo importante che consente di riaprire la stagione negoziale, dopo molti anni di blocco della contrattazione, e che cambia in profondità l'assetto del sistema contrattuale pubblico", sottolinea l'Aran in una nota. E spiega come l'intesa, arrivata “dopo una delicata ed impegnativa trattativa iniziata a fine 2015, definisce la nuova cornice entro la quale avranno luogo i rinnovi contrattuali del triennio 2016-2018”.
Per l'Agenzia "l'effetto più immediato sarà quello di una notevole semplificazione dell'attività negoziale: in passato, per gli 11 comparti e le 8 aree dirigenziali era necessario concludere 38 accordi per ogni quadriennio; oggi, gli accordi da fare scenderanno ad 8 per triennio contrattuale".
L'Aran precisa come l'accordo abbia "inteso semplificare, ma non annullando completamente le differenze (di funzioni, di professionalità) che caratterizzano il sistema amministrativo italiano”.
Solo parzialmente soddisfatti i sindacati: “Senza una convocazione, senza l'avvio subito del confronto per i rinnovi, intensificheremo la mobilitazione per 'Contratto Subito'”. Così il segretario confederale della Cgil, Serena Sorrentino, dopo la firma dell'accordo sui comparti del pubblico impiego. “Abbiamo ratificato quanto sottoscritto il 5 aprile scorso. Un atto formale su un accordo raggiunto diversi mesi fa. Da allora, nonostante reiterate dichiarazioni della ministra Madia, così come dello stesso Premier Renzi, non c'è ancora traccia di convocazione per l'avvio della trattativa per i rinnovi dei contratti pubblici”, sottolinea la sindacalista. E aggiunge: “Non aspetteremo oltre”.
In generale il rinnovo dei contratti, ha ricordato il segretario della Uil, Carmelo Barbagallo, “interessa 12 milioni di lavoratori, tra cui ci sono quelli della pubblica amministrazione”, dove ''il governo è il datore di lavoro. Abbiamo la necessità di vedere cosa mette sul tavolo del ministero del Lavoro, per quanto riguarda la flessibilità in uscita, l'adeguamento delle pensioni, gli ammortizzatori sociali”.



( red / 14.07.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top