Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2988 - venerdì 22 luglio 2016

Sommario
- Garanzia Giovani: quasi un milione di registrati al portale
- Piano Nazionale Cronicità trasmesso alla Conferenza Stato-Regioni
- Zingaretti: Amazon investe nel Lazio, risultato dell'impegno per lo sviluppo
- Istat: aggiornati gli indicatori territoriali per le politiche di sviluppo
- Pubblica amministrazione: il punto sulla riforma Madia
- Bando Funder 35: 180 candidature di imprese culturali da 14 regioni

+T -T
Garanzia Giovani: quasi un milione di registrati al portale

(Regioni.it 2988 - 22/07/2016) Al 21 luglio il numero dei giovani complessivamente registrati a Garanzia Giovani è pari a 1.108.313 unità, oltre 6 mila in più rispetto alla scorsa settimana.
Il maggior numero di registrazioni lo si è rilevato in Sicilia (oltre 172.00), in Campania (oltre 138.000) , in Puglia (oltre 91.000) e in Lombardia (poco meno di 90.000).
Il totale dei registrati, al netto delle cancellazioni, è pari a 946.372. Su un totale di 733.584 Neet presi in carico da parte dei Servizi per l’Impiego, a 363.434 è stata proposta almeno una misura.


Nel report pubblicato sul sito www.garanziagiovani.gov.it è anche riportato lo stato di avanzamento dei progetti: Crescere in Digitale, Crescere imprenditori, Fondo  SELFIEmployment, FlixBus 4 Young, Young Digital, BizSpark e Eng4work. (cfr. Report e tabelle).
Nella sezione 'giovani imprenditori', il report contiene l'aggiornamento del dato relativo ai giovani che stanno presentando le domande di finanziamento a selfiemployment, il fondo promosso dal ministero del lavoro e gestito da invitalia, che eroga finanziamenti agevolati a tasso zero da 5mila a 50mila euro, senza necessita' di garanzie reali e con un piano di ammortamento di sette anni. al 20 luglio i giovani che hanno iniziato l'iter on-line per l'ammissione al finanziamento sono 724; 100 le domande già in fase di valutazione. Procede anche l'attuazione di "crescere imprenditori", l'iniziativa nazionale promossa dal ministero e attuata da Unioncamere per supportare l'autoimpiego e l'autoimprenditorialità attraverso attività di formazione ed accompagnamento all'avvio di impresa. al 20 luglio sono 1.015 i giovani che hanno superato il test on-line di valutazione delle capacità imprenditoriali richieste per partecipare alla formazione finalizzata alla redazione del business plan; 248 sono stati avviati ai percorsi, 162 li hanno già conclusi con profitto.
Il report contiene anche un focus sul successo di 'crescere in digitale', progetto promosso dal ministero del lavoro insieme con Google ed Unioncamere, che offre agli iscritti al programma garanzia giovani l'opportunità di approfondire le proprie conoscenze digitali attraverso 50 ore di training online: a 45 settimane dal lancio sono 69.227 i giovani iscritti attraverso la piattaforma www.crescereindigitale.it ; di questi 39.653 hanno completato il primo modulo e 5.967 hanno completato tutto il corso. le imprese che hanno aderito al progetto sono 2.441, disponibili ad accogliere 3.255 tirocinanti. da sottolineare che le imprese che decideranno di assumere il giovane al termine del tirocinio potranno beneficiare di incentivi fino a 12.000 euro.
Il Programma Garanzia Giovani richiede una strategia unitaria e condivisa tra Stato e Regioni ai fini di un'efficace attuazione a livello territoriale. Accanto quindi al Piano nazionale che individua le azioni comuni su tutto il territorio nazionale, ciascuna Regione ha l'impegno di adottare un proprio piano attuativo per definire quali sono le misure del Programma che vengono attivate sul territorio, in coerenza con la strategia nazionale. Le Regioni devono attuare concretamente le azioni di politica attiva verso i giovani destinatari del Programma, rendendo disponibili le misure. Hanno una funzione di coordinamento dell'organizzazione della "rete" dei Servizi pubblici per l'impiego e privati accreditati, che avranno il compito di svolgere una funzione di accoglienza, orientamento e individuazione delle necessità e potenzialità dei giovani per individuare il percorso più in linea con le attitudini e le esperienze professionali. Sono organismi "intermedi" che si posizionano tra il Ministero del Lavoro che ha definito il Piano nazionale e la rete dei Servizi per l'Impiego dislocati sul territorio, che accolgono i giovani. Spetta alle Regioni quindi – si legge sul sito di “Garanzia Giovani”- indirizzare i giovani ai diversi Servizi per l'Impiego presso cui dovranno fare il primo colloquio di orientamento. Il giovane ha la possibilità di fruire dei servizi del programma in qualunque punto del territorio nazionale, anche in una Regione diversa da quella di domicilio o residenza. Infine, alle Regioni spetta il compito di svolgere l'attività di monitoraggio degli interventi, per meglio osservare il processo di attuazione delle misure, i servizi erogati, il numero e il profilo dei beneficiari, l'avanzamento della spesa, e altre caratteristiche sulla condizione di occupabilità dei giovani beneficiari. Le risorse finanziarie destinate alle singole misure sono indicate nelle convenzioni che ogni Regione e Provincia Autonoma ha  stipulato con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Gli importi definiti in quella sede possono essere suscettibili di modifica dovuta a successiva redistribuzione delle risorse in fase di definizione del PAR.

Per approfondire:

la distribuzione delle risorse al 17 giugno 2015
I portali regionali (alcune Regioni hanno scelto di usufruire del portale nazionale per accogliere le adesioni alla Garanzia Giovani)

Abruzzo

Liguria

Sicilia

Basilicata

Lombardia

Toscana

Calabria

Marche

Umbria

Campania

Molise

Valle D'Aosta

Emilia Romagna

Piemonte

Veneto

Friuli Venezia Giulia

Puglia

Provincia Autonoma Trento

Lazio

Sardegna

 

Documentazione:
Raccomandazione europea del 22 aprile 2013 Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani - ENG Misure attuative Programma Garanzia Giovani - ENG Accordo "Linee guida regionali sulla piattaforma tecnologica di supporto alla Garanzia Giovani" Addendum del 25 settembre 2014 all'Accordo "Linee guida regionali sulla piattaforma tecnologica di supporto alla Garanzia Giovani" Vademecum sulla gestione degli stati nel Programma Garanzia Giovani Progetto "Il monitoraggio e la valutazione del Piano della Garanzia per i Giovani in Italia" - Piano esecutivo 2014 - 2018 - ISFOL Conferenza stampa Garanzia Giovani - Slides  PON "Iniziativa Occupazione Giovani" – Riscontro osservazioni del coordinamento e adozione dell'Addendum al Vademecum sulla gestione degli Stati in Garanzia Giovani e della circolare attuativa del progetto "Crescere in Digitale"Addendum al Vademecum  sulla gestione degli Stati nel programma Garanzia Giovani Crescere in Digitale - Circolare attuativaAvviso Pubblico Fondo SELFIEmployment Decreto Direttoriale del 29 dicembre 2015 n.426/II/2015  ​Decreto Direttoriale del 18 gennaio 201​6 n.7/II/2016​​ Direttive di Attuazione del Fondo SELFIEmployment













( sm / 22.07.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top