Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2990 - martedì 26 luglio 2016

Sommario
- Istat: salute e “Aspetti della vita quotidiana”
- Politiche pubbliche: diminuiscono i fondi per i nuclei di valutazione
- Banda ultralarga: piani di sviluppo anche in Valle d'Aosta e Trento
- Sanità regionale: rapporto del Mes della scuola Sant'Anna di Pisa
- Stato-Regioni e Unificata: il calendario agosto-dicembre 2016
- Malattie rare: presentato Rapporto “MonitoRare”

+T -T
Banda ultralarga: piani di sviluppo anche in Valle d'Aosta e Trento

Attivo il primo bando per Abruzzo, Molise, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana e Veneto

(Regioni.it 2990 - 26/07/2016) Per quanto riguarda i piani di sviluppo della banda ultralarga lo scorso 3 giugno è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il primo bando per la realizzazione della rete nelle aree bianche nelle prime sei regioni: Abruzzo, Molise, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana e Veneto. Ora il Governo ha firmato per 57 milioni i piani per la banda ultralarga con le regioni Valle d’Aosta e la provincia autonoma di Trento.
Secondo il Ministero per lo sviluppo economico si tratta di “interventi in aree dove mercato non investe”. Si tratta dell'accordo operativo per la costruzione della rete pubblica a banda ultralarga.
L'opera prevista in Valle d'Aosta sarà finanziata con 10,6 milioni di euro del Fondo nazionale sviluppo e coesione (Fsc) e 5,7 milioni di fondi Feasr della regione, interessando circa 64 mila cittadini dei 74 comuni valdostani.
Il ministero destinerà poi 47 milioni di euro di fondi statali all'intervento nella provincia di Trento – dove sono interessati 308 mila cittadini in 219 comuni - a cui si aggiungeranno 25 milioni messi a disposizione dalla provincia.
L'intervento, spiega il ministero, “riguarda le aree bianche, cioè quelle a fallimento di mercato, e garantirà un collegamento ad almeno 100 mbps alle scuole, i presidi sanitari, le aree industriali e le principali località turistiche”.
Anche il Piemonte e il Friuli Venezia Giulia hanno già firmato l'accordo operativo con il Mise. Nelle prossime settimane si aggiungeranno le altre regioni che saranno inserite nel secondo bando di gara.
Il Friuli Venezia Giulia ha approvato il testo dell'”Accordo di programma per lo sviluppo della Banda ultralarga” fra il ministero dello Sviluppo Economico/Mise e la Regione.
L'accordo prevede che, sulla base di quanto autorizzato dalla Ue con la recente decisione comunitaria del 30 giugno scorso relativa alla Strategia nazionale per la Banda ultralarga, il Mise realizzi la rete in tutte le "aree bianche" della regione (in cui nessun operatore ha dichiarato di voler sviluppare reti di accesso a banda ultralarga), tramite la propria società in house Infratel spa.
Per l'assessore Panontin “l'accordo apre la strada alla digitalizzazione di cittadini e imprese, laddove prevede che il Mise individui uno o più concessionari con il compito di progettare, realizzare, mantenere e mettere la rete a disposizione degli operatori di telecomunicazioni, i quali forniranno il servizio al dettaglio”.
Sempre per la banda larga e ultralarga, in Emilia Romagna sono state individuate 160 aree produttive dove arriverà la Rete veloce. La Giunta regionale ha approvato la graduatoria delle aree ammesse.
L'assessore mobilità e trasporti della regione Emilia Romagna, Raffaele Donini, sottolinea come si tratti del “primo importante obiettivo raggiunto dal programma dell'Agenda digitale dell'Emilia-Romagna, entro il 2020 banda ultra larga a 30 mega in tutto il territorio regionale”.
“A queste aree– sottolinea l’assessora regionale alle Attività produttive, Palma Costi – offriamo la possibilità di colmare gli svantaggi infrastrutturali e di favorire lo sviluppo dell’area stessa mettendo le imprese nelle condizioni di competere sul mercato”.
Infine è stato firmato un protocollo d'intesa per il turismo da Mibact-Mise-Agid. La banda ultralarga servirà per collegare i siti turistici e culturali attraverso una rete wi-fi, accessibile con il sistema pubblico di identità digitale (Spid).
Entro gennaio saranno attivate 3 sperimentazioni di allestimenti di reti wi-fi: nelle grandi aree balneari, nei 51 siti Unesco e nelle 18 città della cultura, in aeroporti, porti e autostrade.

 

[Trento] Banda ultralarga, accordo tra Trentino e Ministero dello sviluppo economico

[Ministero dello Sviluppo economico] - Banda ultralarga, il Mise firma l'accordo anche con Valle D'Aosta e Provincia di Trento - 25.07.2016

Tlc, Mise: accordo con Valle d'Aosta e Trento per banda larga

VDA: OK AD ACCORDO PROGRAMMA DA 16,5 MLN PER BANDA ULTRALARGA

[Friuli Venezia Giulia] TLC: BANDA ULTRALARGA, ACCORDO DI PROGRAMMA CON MISE PER 101 MLN. EURO

[Emilia - Romagna] Imprese. Banda larga e ultralarga per crescita e sviluppo, ecco le 160 aree produttive dell'Emilia-Romagna dove arriverà la Rete veloce.



( gs / 26.07.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top