Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 2999 - lunedì 5 settembre 2016

Sommario
- Istat su andamento della nostra economia
- Conferenza delle Regioni il 7 settembre
- Terremoto: nel percorso ricostruzione centrale il ruolo dell'Europa
- Terremoto: Vasco Errani commissario straordinario per la ricostruzione
- Terremoto: Errani Commissario, plauso dalle Regioni
- Terremoto: primo confronto nella Conferenza Regioni del 1° settembre
- Sisma del 24 agosto: la solidarietà delle Regioni

+T -T
Terremoto: primo confronto nella Conferenza Regioni del 1° settembre

Ai lavori della Conferenza delle Regioni hanno partecipato Curcio, Errani, Costa e Bressa

(Regioni.it 2999 - 05/09/2016) Il Presidente Stefano Bonaccini ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in seduta straordinaria per giovedì 1 settembre 2016, alle ore 10.00, con il seguente ordine del giorno:
1. Modalità per il coordinamento del flusso di aiuti delle Regioni e delle Province autonome per la gestione dell’emergenza a seguito del terremoto del 24 agosto scorso;
2. Varie ed eventuali.
Ai lavori della Conferenza delle Regioni hanno partecipato il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, il Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Enrico Costa, il sottosegretario Gianclaudio Bressa,  e il neo-Commisario per la ricostruzione, Vasco Errani.
“Mi pare che la riunione sia andata bene, nella direzione che ci eravamo ripromessi”, questo il commento del Presidente Stefano Bonaccini al termine della Conferenza. All’ordine del giorno il coordinamento del flusso di aiuti dopo il terremoto del 24 agosto nell’ambito di un confronto che- come ha spiegato Bonaccini – ha messo attorno al tavolo i diversi attori istituzionali si è riusciti cioè “a mettere insieme il governo, c’era il ministro Costa e il sottosegretario Bressa , il capo della protezione civile, Curcio, i presidenti delle Regioni e siamo riusciti ad avere in tempo, a nomina appena avvenuta, anche la presenza del neocommissario unico, Vasco Errani”.
Nel corso dell’incontro “abbiamo fatto un’analisi ed una prima valutazione delle ipotesi di coordinamento futuro”. Certamente, ha aggiunto Bonaccini “la solidarietà che è arrivata da tutte le regioni è un bene in sé” ma “solidarietà e la generosità vanno coordinate perché siano utili e fattive” e perché possano portare a velocizzare “l’individuazione delle soluzioni per tutti problemi che si affronteranno” ed anche sotto questo profilo “mi pare che ci sia la disponibilità di tutti a dare una mano”.
Certamente “ci sono due temi da affrontare immediatamente”. Il primo è quello temporale: “sta arrivando l’inverno, e la direzione di marcia è di non far trascorrere la stagione invernale in tenda a nessuna delle persone sfollate”, ed è “una direzione giusta”.
“L’altro tema che mi pare di cogliere - senza dover recuperare ‘modelli’ che non esistono perché ogni terremoto è diverso dall’altro- sta nell’idea che le persone in prospettiva tornino a vivere, a lavorare, a studiare, a pregare e ad incontrarsi esattamente dove lo facevano prima. Un’idea in base alla quale non togli il senso dell’identità a comunità già così colpite e ferite”.
In ogni caso – ha preannunciato Bonaccini - già per il 29 settembre, cioè fra un mese, , quando ci sarà la Conferenza delle Regioni, rifaremo il punto su tutto e d’intesa con la protezione civile e con la figura e la struttura del Commissario unico ci attiveremo per dare il più possibile una mano.
“L’ultima cosa che ci siamo detti , lo dico da presidente della Conferenza delle Regioni”, è l’auspicio “che il Governo vada nella direzione che ha indicato”, “bene l’emergenza, bene la ricostruzione”, ma, dopo tante volte che è stato promesso e poi non mantenuto, è necessario e urgente che “si vari e si attui un piano per la prevenzione di questo Paese che ne ha davvero bisogno”
“Ieri (31 agosto, ndr) per altro siccome ero presente a Maranello, mi pare che nel vertice italo-tedesco , come riportano tutti i media, la questione - posta anche al tavolo dell’Unione Europea - sia quella ovviamente non solo di avere gli aiuti dovuti che dovranno arrivare, di fronte all’emergenza che c’è stata e che è contingente, ma in prospettiva quella – ha concluso Bonaccini - di poter vedere su questi temi anche applicata una flessibilità che possa permettere interventi”.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


( sm / 05.09.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top