Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3007 - giovedì 15 settembre 2016

Sommario
- Renzi: nel 2017 i soldi per la sanità aumenteranno
- Sanità: Toti, un incremento minore del Fondo sarebbe un taglio
- Tagli sanità? Lorenzin, solo gossip
- Tagli sanità: Zaia e Rossi
- Garavaglia: tagli sanità e mancato incremento, è il solito cinema
- Sanità: l'Abruzzo verso l'uscita dal commissariamento

+T -T
Tagli sanità: Zaia e Rossi

(Regioni.it 3007 - 15/09/2016) La ventilata ipotesi di ulteriori tagli al Fondo sanitario nazionale ha suscitato l’immediata richiesta di chiarimenti da parte dei rappresentanti regionali.
Per il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, “se passa questo ennesimo, ripeto ennesimo taglio, non sarà più sostenibile. Dovrò impugnare la penna e chiudere ospedali. Non ci sarà altro da fare. Chi ci ha portato a questo estremo ne risponderà alla gente”.
“Risparmiare in sanità si può – aggiunge Zaia - ma siamo stufi di essere presi in giro da chi spaccia il concetto di taglio con quello di spending review. Revisione della spesa è ben altra cosa: è applicare i costi standard immediatamente, in tutta Italia, dai cerotti alle Tac, ma non si ha il coraggio di farlo; è tagliare davvero dove si spreca e non in tutto il Paese, ma non conviene perché dove si spreca ci sono milioni di voti; è diffondere in maniera coercitiva le buone pratiche che tante Regioni presentano e farle utilizzare da tutti. Niente di tutto ciò si fa, è troppo difficile. Allora si taglia e basta, nello stesso modo dove si spreca e dove no”.
Sempre sul tema il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, afferma: “si annunciano ancora tagli alla sanità per un miliardo e mezzo. I cittadini spendono già 30 miliardi di tasca propria per curarsi. Ora basta”. Lo scrive su Per Rossi “si taglino le pensioni d'oro, si faccia davvero la lotta all'evasione, si tassino i ricchi e grandi gruppi di internet ma si salvi la sanità pubblica”.
Quindi l'assessore alla Sanità della regione Veneto, Luca Coletto, afferma che “se vuole essere coerente, il Governo applichi i nuovi tagli alla sanità, ma abbia anche il coraggio di inserire nella sua riforma della Costituzione l'abolizione dell'articolo 32 che sancisce la conquista dell'universalità delle cure in Italia”.

 
 




( red / 15.09.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top