Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3011 - mercoledì 21 settembre 2016

Sommario
- Ocse rivede stime Pil Italia
- Turismo: semaforo verde a convenzione Ministero-Enit
- Posteggi su aree pubbliche: linee guida per selezione
- Industria 4.0: primo incontro Cabina di regia sul piano nazionale
- Campania: De Luca annuncia rivoluzione nei trasporti
- 19-21 settembre: sciopero nazionale benzinai impianti autostradali

+T -T
Industria 4.0: primo incontro Cabina di regia sul piano nazionale

Boccia: coinvolgimento delle Regioni, evitare incoerenze e avere una politica unica

(Regioni.it 3011 - 21/09/2016) La 'quarta rivoluzione industriale', chiamata 4.0, deve vedere protagoniste anche le Regioni. Lo afferma Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, presentando questa grande occasione che “deve cavalcare l'industria italiana, ora tocca lavorare insieme”.
Al Ministero dello Sviluppo Economico si è svolto il primo incontro della Cabina di regia del piano nazionale Industria 4.0.
Il lavoro congiunto a cui si riferisce Boccia deve portare l'industria italiana “da un periodo di transizione” ad una “grande fase in cui esprimere le proprie potenzialità”, e per questo motivo serve “il coinvolgimento delle regioni, evitare incoerenze e avere una politica unica”.
Il piano Industria 4.0 “è frutto del lavoro di sei Ministeri e la Presidenza del Consiglio”, spiega il ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda: “siamo tutti molto desiderosi di mettere insieme uno sforzo di tutto il paese, dai sindacati alle università. Credo – aggiunge Calenda - ci sia la sensazione che questa partita, in particolare gli investimenti in innovazione, sia la partita del Paese, anche molto unificante”.
Il ministro Calenda ha poi aggiunto di aver già sentito le Regioni e “stanno decidendo chi è il loro rappresentante”.
“Dobbiamo cavalcare la quarta rivoluzione industriale”, afferma il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, che sottolinea come ci sia “una fascia avanzata che è molto avanti, una fascia intermedia e una che è molto indietro. Dobbiamo accompagnare chi è indietro a fare questo grande salto di qualità, che è culturale prima ancora che tecnologico e dobbiamo cavalcare la quarta rivoluzione industriale. Siamo un grande Paese industriale, possiamo farcela con le nostre potenzialità.
E' chiaro che queste scelte riguardano le scelte all'interno delle fabbriche, che faranno gli imprenditori, che riusciremo a realizzare anche con relazioni industriali moderne e con l'indirizzo di politiche economiche del governo. Oggi – aggiunge Boccia - è stato presentato il piano del ministro Calenda, che condividiamo perché pone una questione di medio termine ma anche una politica di fattori orizzontali e non una scelta di settore, perché l'industria 4.0 riguarda tutti i settori”.
Il piano del Governo per il programma Industria 4.0 andrà in legge di bilancio. Il piano nazionale Industria 4.0 prevederà incentivi fiscali per il 2017 per 13 miliardi di euro, che non ricadranno tutti sulla legge di bilancio 2017.
Infine Zaia scrive a Calenda: “E' con viva preoccupazione che apprendo da notizie di stampa che il Veneto potrebbe non essere sede di uno dei Competence Center previsti dal Piano Italia 4.0 che il Governo si appresta a varare nei prossimi giorni”, scrive il Presidente della regione Veneto Luca Zaia in una lettera inviata al Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, nella quale auspica "fortemente che il Veneto possa essere protagonista della realizzazione di un così ambizioso e lungimirante progetto di sviluppo rappresentato dal Piano Italia 4.0, attraverso l'individuazione del Veneto quale sede di un Competence Center per il Nordest”.

 
  





( gs / 21.09.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top